Bacillus thuringiensis efficace contro la piralide del bosso

Bacillus thuringiensis

Posso confermare che il Bacillus thuringiensis è efficace contro la piralide del bosso, o bruco defogliatore del bosso. Da quando la mia siepe si è infestata per la prima volta, e sono passati ormai due anni (credo di essere stato uno dei primi a segnalare la piralide nella zona Lombardia-Piemonte) lo uso regolarmente per contrastare le ricomparse della piralide (ne ho registrate due significative, l’ultima ad agosto 2015) e i trattamenti funzionano alla grande.

L’alternativa al Bacillus thuringiensis sarebbero i trattamenti a base di deltametrina, la sostanza che ho usato in emergenza quando ho avuto il primo attacco del bruco (come ho già detto, io ho usato il prodotto Decis Jet della Bayer), ma si tratta di un insetticida tossico anche per gli inetti utili oltre che per l’uomo e gli animali domestici. Con il Bacillus invece mi sento più tranquillo perché la sostanza agisce sui bruchi solo per ingestione (cioè quando questi mangiano la foglia) e non c’è pericolo neanche per cani e gatti.

Secondo me la varietà più efficace nella lotta contro la piralide del bosso è la Aizawai. Perché di Bacillus thuringiensis esistono tre varietà, la Kurstaki (che è la più diffusa e di cui esistono quattro ceppi), la Aizawai (un ceppo) e la Tenebrionis (un ceppo). Io per prima ho sprimentato la varietà Kurstaki (con il prodotto che vi segnalo sotto) e devo dire che ha funzionato.

Successivamente però ho usato la varietà Aizawai su consiglio di un agronomo (e anche perché di quest’ultima ho trovato una confezione più comoda su Amazon) e i risultati sono stati migliori: con una sola applicazione ho fronteggiato un attacco che stava già diventando serio e ho risolto subito il problema. Altre vittime della piralide (in questi due anni ho riunito un club numeroso) mi hanno confermato la stessa cosa. Tuttavia penso che chi ha acquistato confezioni di Bacillus Kurstaki può continuare a usare quelle e avere comunque buoni risultati. E usarlo anche contro le malattie del cavolo.

La dose consigliata di Bacillus thuringiensis varietà Aizawai nella lotta contro il bruco defogliatore del bosso è di circa 15 grammi di prodotto ogni 10 litri d’acqua. Con una confezione da 500 grammi si possono preparare più di 500 litri di soluzione e direi che è una bella quantità. Se avete una siepe piccola o solo un bel cespuglio di bosso, per l’applicazione può bastare uno spruzzatore. Per siepi di grandi dimensioni serve invece un irroratore a pompa, ma anche questo lo potete acquistare facilmente online.

Bacillus thuringiensis varietà Aizawai 500 gr

Qui trovate a buon prezzo un buon irroratore a pressione da 5 lt.

Ti potrebbe interessare anche Lepidotteri: parassiti delle piante

Pubblicato da Michele Ciceri il 22 settembre 2015