Yogurt fatto in casa liquido o cremoso

yogurt fatto in casa cremoso o liquido

Yogurt fatto in casa: ricetta e istruzioni per fare lo yogurt in casa con tre semplici ingredienti. Ricette con o senza yogurtiera. Yogurt al naturale e varianti.

Perché inserire lo yogurt  alla lista della spesa quando puoi prepararlo in casa? Ti bastano tre ingredienti e non hai necessariamente bisogno della yogurtiera.

Lo yogurt fatto in casa è un alimento sano e può essere definito cibo funzionale (alimento probiotico). Migliora l’efficienza intestinale, rinforza le difese immunitarie ed è perfetto per la prima colazione.

Ho fatto molti (forse troppi!) tentativi per preparare uno yogurt al cocco di degno rispetto. Tanti tentativi sono falliti perché al mattino seguente mi ritrovavo con uno yogurt poco denso o con un sapore di cocco troppo forte. Con un po’ di pazienza sono riuscita a ottenere uno yogurt cremoso e perfetto per il mio palato.

Uno yogurt fatto in casa presenta molti vantaggi:

  • è dolce quanto basta
  • è calorico quanto esige la tua linea
  • presenta la cremosità che desideri
  • ha aromi e gusti personalizzabili

Personalmente non mi era mai piaciuto lo yogurt acquistato al supermercato, infatti non mi sarebbe mai passato per la testa di prepararlo in casa se prima non ne avessi assaggiato una variante artigianale in un caseificio non troppo lontano da casa. E’ li che ho scoperto il sapore del vero yogurt.

Non solo lo yogurt fatto in casa è più buono ma anche più genuino: tutti i yogurt che acquistiamo al supermercato hanno zuccheri aggiunti oppure, se sono “al naturale” non sono poi così apprezzati dal palato.

Yogurt fatto in casa dolce

La dolcezza dello yogurt fatto in casa può essere regolata sia con l’aggiunta di zuccheri, sia con la scelte di un latte intero piuttosto che scremato, sia decidendo di aggiungere un dolcificante naturale a zero calorie per chi vuole ottenere uno yogurt light con poche calorie.

Yogurt light fatto in casa

La prima colazione è il pasto più importante della giornata ed è vero, anche se molti la sottovalutano. Perché fare tagli al budget calorico proprio sulla colazione? I tagli più intelligenti si fanno sulla cena… ma se proprio volete, per ottenere uno yogurt con poche calorie potete:

  • mangiarlo al naturale, senza zuccheri aggiunti
  • dolcificarlo con stevia, dolcificante naturale a zero calorie
  • prepararlo con latte totalmente scremato

Come anticipato, non consiglio di fare tagli sulla prima colazione. Va bene dolcificarlo con la stevia ma sconsiglio vivamente l’uso del latte scremato per preparare lo yogurt.

Yogurt fatto in casa liquido o cremoso

In genere, le ricette che si reperiscono online fanno riferimento a un yogurt liquido. E’ possibile ottenere uno yogurt cremoso denso fin dall’inizio della preparazione: bisognerà portare il latte a 90 °C per almeno 15 – 20 minuti. Questo è il primo passo per ottenere uno yogurt fatto in casa denso e cremoso.

Nota dolente per chi preferisce uno yogurt light fatto in casa: lo yogurt sarà tanto più cremoso quanto più ricco di proteine e grassi sarà il latte impiegato. Usate un latte intero di alta qualità. Otterrete uno yogurt con il 2,1-2,5% di grassi, in funzione del tempo di permanenza sul fuoco.

Se, invece, desideri una consistenza quasi budinosa, puoi acquistare delle apposite proteine alimentari che funzionano come gelatina. Altra possibilità per rendere lo yogurt fatto in casa più cremoso consiste nell’aggiungere, a prodotto finito, pochi grammi di amido di mais.

Al contrario, per ottenere uno yogurt liquido fatto in casa, potete usare come ingrediente di partenza il latte parzialmente o totalmente scremato da portare alla temperatura di 90 °C solo per pochi secondi. In questo caso, quando si formerà il coagulo, durante la fermentazione”, dovrete rimuovere la pellicola superficiale prima di consumarlo.

Dopo aver dedicato un po’ di spazio alla scelta degli ingredienti, ti rimandiamo agli articoli contenenti le ricette dello yogurt con o senza yogurtiera. Nelle pagine approfondiremo il discorso dei fermenti lattici da usare come starter.

Pubblicato da Anna De Simone il 2 marzo 2016