Vialetto in pietra, ghiaia o legno

vialetto in pietra

Come progettare e realizzare un vialetto da giardino: come costruire un vialetto in pietra o ghiaia. Consigli, soluzioni e materiali da usare per realizzare un sentiero nel giardino.

vialetti da giardino vanno sistemati stagione dopo stagione: in autunno si eliminano le foglie secche, in estate si eliminano le erbe infestati e in primavera si esegue il ripristino del vialetto. La costruzione di un sentiero da giardino può essere realizzata in qualsiasi momento dell’anno ma l’autunno è il momento migliore perché quasi tutte le piante si trovano in riposo vegetativo e non rischiamo di recare danno alle fioriture limitrofe.

Tracciate il disegno del vostro viale e, in base alla lunghezza del sentiero da realizzare, acquistate la giusta quantità di materiale. Un viale in pietra può dare più spazio alla fantasia: potete formare disegni geometrici regolari o ad andamento a intreccio in base alla pietra scelta.

La prima cosa da fare per realizzare un vialetto da giardino, è la preparazione di un fondo piano e regolare: in teoria, il sentiero potrebbe essere realizzato direttamente sull’erba ma per massimizzare la stabilità è meglio rimuovere il manto erboso in corrispondenza di ogni pietra che dovrà essere posata.

Vialetto di ghiaia

La prima operazione da compiere per realizzare un vialetto di ghiaia è la realizzazione di una trincea per poi proseguire con la posa dei cordoli che delimiteranno il viale.

Sappiate che la ghiaia va rigenerata di anno in anno perché tende a disperdersi. Per la buona tenuta di un vialetto di ghiaia dovete rastrellare la superficie con attrezzi dai denti lunghi e flessibili così da rimuovere i detriti incastrati tra le varie unità del vostro viale da giardino.  I cordoli dovranno essere abbastanza alti affinché la ghiaia non si disperda nel giardino.

Nell’ultimo paragrafo vedremo come realizzare un vialetto di ghiaia abbellito con tronchi o doghe di legno.

Vialetto in pietra

Quando parliamo di realizzare un viale da giardino in pietra, facciamo riferimento a un gran numero di materiali resistenti che vanno dai cubetti di porfido alle lastre di pietra a spacco. Il porfido è una pietra molto resistente ed è diffusa nel classico formato a cubetti. A fine estate bisogna provvedere a ricollocare in sede tutti i cubi fuori posto. In genere, il vialetto di pietra viene realizzato su un letto di sabbia. Per tutte le istruzioni su come realizzare un vialetto in pietra vi rimando alla guida:

  • Realizzare un sentiero
    per un vialetto di pietra fai da te più semplice da posare, con unità di pietra più grosse come lastre e autobloccanti.
  • Come pavimentare il giardino
    vi spieghiamo in dettaglio come si effettua la posa del porfido, cubetto per cubetto. Vi basterà un cordolo per realizzare il sentiero.

Vialetto in legno: traversine, bambù o tronchi

Doghe in legno o bambù possono essere due buone scelte per chi vuole costruire un vialetto dall’aspetto molto naturale. Ancora più simpatica può essere la realizzazione di un vialetto da giardino dato da tronchi di legno.

Le doghe di legno o il bambù, vanno pretrattati con un impregnante o nutriente per legno da esterno. In alternativa è possibile lasciarli alle intemperie senza alcuna protezione. In questo caso, il legno naturale, dapprima raggiungerà una gradevole colorazione grigiastra ma poi saranno destinati a marcire e dovranno essere sostituiti.

Come realizzare un vialetto con tronchi di legno? Per questo fai da te vi serviranno dei picchetti, tronchi di legno, sabbia e ghiaia. Se volete qualcosa di meno rustico, potete sfruttare la nostra guida (passo dopo passo) su come costruire un pavimento in legno per esterni.

Come realizzare un vialetto in legno

  1. Lungo tutto il vostro sentiero, scavate una trincea e, sul fondo, depositate un letto di sabbia e ghiaia.
  2. Posizionate delle sezioni di tronco (trattati per esterni), tutti alla stessa altezza. Per posizionare i tronchi al meglio, puntellateli con dei picchetti (si comprano nei negozi di fai da te, chiedete di pioli a cuneo in legno). Utilizzate almeno 5 picchetti per ogni tronco così da impedire ogni sorta di movimento e bloccare le sezioni di legno.
  3. Con della sabbia e della ghiaia, riempite gli interstizi liberi tra i tronchi fino a renderli a livello del suolo e facilmente calpestabili.
  4. Spazzate la superficie ottenuta rendendola omogenea.

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 4 ottobre 2016