Il Candidato … che combatte le ecomafie

il candidato

Traffico di rifiuti. Riciclaggio di fanghi tossici. Abusivismo edilizio. Combattimenti di cani. Corse di cavalli clandestine. E Archeomafia.

Manca qualcosa?

Gli ingredienti ci sono tutti, o quasi, per un buon noir di ecomafia come in effetti si rivela essere “Il candidato” scritto da Alfredo Colitto e pubblicato dalle attente Edizioni Ambiente.



Ottima ricetta per un buon romanzo ma pessimi elementi per il protagonista se si tratta di un candidato alle elezioni regionali. Siamo in Puglia, inoltre, e, come spiega lo stesso Federico Molinari, il candidato, appunto, “La realtà è che l’Italia sta affondando. E siccome è uno stivale, il piede è quello che affonda per primo. Nel piede dell’Italia ci siamo noi, la Puglia”.

Tutto quanto fa indignare questo giovane politico non porta voti alle elezioni, e il suo spin-doctor Oreste non fa che ribadirglielo. Eppure, lui non resta indifferente, nonostante il suo entourage perplesso, e non ha alcuna intenzione di lasciare in un angolo il destino di una piccola comunità come quella di San Sebastiano Trafitto. Voti o non voti, convenienza o meno, non lo vuole abbandonare.

E pensare che, oltretutto,  il paese di San Sebastiano Trafitto, di fatto, è nel basso Molise, ma dopo il terremoto che lo ha distrutto, per motivi logistici, i suoi abitanti sono stati trasferiti in alloggi di fortuna allestiti a pochi chilometri di distanza, ma in territorio pugliese. Ecco quindi che, anni dopo, rientrano negli interessi dei candidati alle elezioni regionali pugliesi, alle porte, diventando così anche simbolo di una realtà lasciata a sé stessa. Gli abitanti vivono ancora provvisoriamente in container, tra traffici illeciti, segreti, silenzi.

Le elezioni regionali, però, possono essere l’occasione di riscatto, lo saranno? Dipenderà da quanto è veramente puro e idealista il nostro Federico Molinari, quanto è coraggioso e quanto scaltro, perché non bastano le buone intenzioni contro le ecomafie, contro gli interessi che, nascostamente, anche i più insospettabili covano.

Oltre che un’immersione realistica nei meccanismi politici, durante le elezioni regionali, o simili, Il candidato è un ottimo quadro rappresentativo di numerosi e realtà di eco-crimini sparsi sul territorio, di esigui numeri ma che, se capitano sotto gli occhi dei media, o della politica, possono diventare una leva per cambiare un andamento nazionale. Possono. Dipende. Ma anche un libro che ne racconta, aiuta a vederci chiaro. Un noir che fa luce.

“Il candidato” è attualmente in offerta su Amazon a 10,2 Euro.

Se vi è piaciuta questa recensione continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+,

Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

 

Pubblicato da Marta Abbà il 15 novembre 2014