Smart home: casa intelligente

Smart home

Smart home, si può tradurre con libertà in “casa intelligente” ed è un termine sempre più utilizzato per una tendenza che è crescente. Quella di trasformare i nostri appartamenti in veri e propri spazi arredati da mobili ma anche da tecnologie che dialogano tra loro e con noi, anche se siamo fuori casa. Una smart home ben progettata può cambiare la nostra qualità di vita. Decenni fa, poteva sembrare un racconto di fantascienza, ma oggi è una realtà a cui approcciarsi scevri da pregiudizi. Almeno, fino all’ultima riga di questo articolo.



Smart home: casa intelligente

Una casa intelligente capisce i nostri bisogni e cerca di soddisfarli, ubbidisce quando possibile ai nostri comandi e prova a consigliarci come meglio gestire le energie e gli spazi. E’ intelligente, non c’è che dire. Se abitiamo in una smart home con la nostra voce o un gesto possiamo accendere le luci della sala o della cucina, azionare l’impianto di irrigazione o quello per rinfrescare i locali prima di arrivare, spegnere i riscaldamenti quando non necessari.

Sempre più smart, la nostra home arriverà a suggerirci cosa inserire nella lista della spesa, a pulire il bagno e a controllare i consumi. Sul mercato da ormai qualche anno ci sono numerose proposte per una smart home che si adatti ai nostri desideri, anche quello di essere accolti con musica diffusa in ogni stanza.

Smart home: comfort

Per quanto riguarda il lato “comfort”, una smart home offre numerose possibilità. Dipende molto dai nostri gusti e dalle abitudini della famiglia che abita nell’appartamento. E’ possibile gestire i televisori e gli impianti per riprodurre musica o radio, ma se siamo dei golosi o degli amanti dell’arte culinaria, possiamo investire in una smart home con frigoriferi parlanti e cappe hi-tech.

Altra possibilità, non per forza che esclude le altre, è quella di installare un innovativo termostato in grado di controllare a distanza con smartphone e tablet le temperature, stanza per stanza. Se non è comfort questo! Ma non solo: così facendo si ottiene anche un considerevole risparmio in bolletta.

Smart home

Smart home: sicurezza

Impossibile non inventarsi qualcosa per rendere più sicura la nostra abitazione avendo a disposizione tecnologie innovative e intelligenti. E’ uno dei primi pensieri che chi progetta smart home ha avuto. Ci sono già sul mercato molti impianti di sicurezza “spaziali”, costituiti da pochi e semplici elementi ma estremamente efficaci.

Di solito nel kit base di sicurezza di una smart home troviamo una centrale, due o più sensori, almeno un dispositivo per l’attivazione e lo spegnimento dell’antifurto. Ovviamente questo tipo di impianti possono essere controllati sia via internet, da un pc, sia attraverso una app con uno smartphone o un tablet.

Smart home gestione intelligente

Quando è possibile gestire da remoto e avere controllo dei consumi, ovvio che si arriva a risparmiare energia e tempo, e anche denaro. Molti sono coloro che si avvicinano alle smart home attirati dalla possibilità di ottenere un risparmio energetico ed economico anche sfruttando diverse fonti energetiche.

I sistemi a disposizione sono di vario tipo, è bene sceglierli valutando lo specifico caso, ma in generale mirano a limitare gli sprechi e a ottimizzare le performance degli impianti. Nella gestione intelligente è compreso il vantaggio di poter monitorare i consumi, visualizzando i dati online e in tempo reale con semplici piattaforme o app per smartphone e tablet. Ciò significa anche essere più consapevoli di cosa si spende e del perché, di ciò che si spreca e di come smettere di farlo.

Smart home

Smart home vantaggi

I principali vantaggi della smart home riguardano il controllo da remoto di vari dispositivi, il risparmio energetico ed economico, l’aumento della sicurezza. Poi per ciascuno di noi ci possono essere vantaggi personalizzati che otteniamo con gli accessori smart che decidiamo di inserire nella nostra smart home dei sogni.

Smart home in Italia

Oggi solo un quinto degli italiani, secondo i dati Doxa, ha attivato l’interconnessione di un “dispositivo da smart home”, abbiamo bisogno di tempo per familiarizzare con il concetto. Nel frattempo, i settori che sembrano più incuriosirci sono quello della videosorveglianza e del teleriscaldamento.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 5 aprile 2017