Dispositivi per calcolare il consumo elettrico

Quelli per calcolare il consumo elettrico più che sensori sono dei veri e propri dispositivi che agganciandosi alla rete domestica riescono a registrare ogni consumo. Alcuni modelli riescono a ripartire i consumi ai vari apparrecchi elettrici presenti in casa. Con il calcolo dei consumi elettrici, sarà ancora più facile risparmiare in bolletta! Vediamo insieme quali sono i “sensori“, o meglio, i dispositivi che ci aiuteranno a nel calcolo del consumo elettrico.

Il dispositivo più completo è quello che si fissa al contatore generale e che traduce i numeri e gli input del contatore in cifre più facili da comprendere. E’ il caso di Costo Corrente. Il dispositivo mostra i consumi elettrici in modo chiaro e facile da comprendere. L’utente li può visualizzare in cifre numeriche o in grafici che possono essere giornalieri o settimanali. Inoltre, adoperando delle particolari spine, sarà possibile monitorare i consumi elettrici di ogni singolo elettrodomestico. Le spien si comportano da “sensoririlevando quanta energia è stata consumata da quell’apparecchio specifico: tv, lavatrice, computer…. Una versione più completa prevede il sensore ottico OptiSmart, esso legge gli impulsi del contatore e offre una precisione pari al 100%. Il dispositivo con lettore ottico può calcolare i consumi dell’elettricità ma anche dell’acqua e del gas.

Per chi cerca un dispositivo che possa tagliare in automatico gli sprechi, c’è il simpatico BugPlug. Con i suoi sensori di movimento, BugPlug si comporta come una multipresa elettrica che attiva gli elettrodomestici, portandoli in standby, solo quando qualcuno è in casa. Anche la modalità standby richiede una certa energia: tutte le volta che la tv è spenta ma lo spioncino rosso è illuminato… beh, sta consumando corrente elettrica, questo vale anche per il forno, la radio e gli altri apparecchi elettrici!

Quando si parla di consumo elettrico, anche gli smartphone possono fare la loro parte. MeterPlug è un accessorio dalle sembianze di un adattatore, va inserito tra l’apparecchiatura elettrica che state utilizzando e la presa elettrica. MeterPlug si comporta come un sensore/registratore di energia e trasferisce tutti i dati raccolti al vostro smartphone. La peccha del MeterPlug è che per monitorare più apparecchiature elettriche è necessario acquistarne più unità! Così, la soluzione migliore per calcolare i consumi energetici dell’intera abitazione con la possibilità di un’analisi giornaliera o settimanale e anche di analizzare elettrodomestico per elettrodomestico, resta CostoCorrente.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 giugno 2013