Costo Corrente, mai più sprechi energetici

Sappiamo quanto consuma la nostra macchina per chilometri percorsi. Ma  quanto consuma la nostra casa in termini energetici? Per assicurasi un risparmio di energia elettrica, ci tocca conoscere bene i nostri elettrodomestici e le nostre abitudini. Possiamo utilizzare uno strumento economico ed efficace che, collegandosi al contatore, fa tutto per noi.

Il risparmio energetico e la riduzione dei consumi sono gli obiettivi che ci stiamo prefiggendo in questi anni a causa del caro bolletta.
Gli sprechi energetici sono quelli che fanno più rabbia e che fanno spendere di più. Spesso ci capita di lasciare luci accese, di accendere il forno semplicemente per riscaldare una fetta di pane, di lasciare il pc acceso ecc. Gli sprechi non sono ammessi nè giustificati.

Siamo bombardati da molti siti che ci consigliano sul come ridurre i consumi energetici, ma saranno sempre inutili se non si conosce in realtà quanto si spende: ci risulta tra l’altro quasi impossibile  capire i dati presenti nella bolletta. Esiste un dispositivo che visualizza in tempo reale i consumi domestici e conseguenti inutili perdite di denaro: il costo corrente. Tramite un display questo strumento, di facile lettura, tiene sotto controllo tutti i consumi energetici domestici.

Come funziona Costo Corrente.
Basta collegare un apposito spinotto al contatore principale di casa. Attraverso un collegamento wireless lo spinotto si sincronizzerà con il monitor che ha il compito di tradurre in numeri i dati inviati dal contatore. Grazie al display molto ampio sarà semplice visualizzare tutti i livelli di consumo. È disponibile nei colori grigio o nero.

Cosa visualizza nella schermata principale.

Il consumo attuale: quanti Watt si stanno utilizzando in quel determinato istante. Basterà accendere o spegnere la lampadina per notare la differenza di consumo. I LED dei televisori sembrano innocui invece spegnerli è davvero redditizio.

Costo al giorno: mettendo la propria tariffa energica nelle impostazioni del dispositivo, il display mostrerà  il consumo in Euro dell’energia.

Più: è un segnale che mostra l’ultima accensione di un dispositivo. Grazie a questa voce è possibile notare come alcuni apparecchi elettronici possano incidere in modo tangibile sulla bolletta.

Il  grafico giornaliero: analizza l’andamento energetico durante la mattina, il pomeriggio e la sera

Il grafico “7 giorni”: visualizza l’energia consumata durante l’ultima settimana. Potrebbe essere una vera e propria sfida quello di riuscire ogni settimana a diminuire l’utilizzo elettrico in modo da battere ogni settimana il dato precedente stabilendo record settimanali.

Grafico di data/ora e temperatura dell’ambiente.

Costo Corrente ha inoltre la possibilità di personalizzare 9 pagine: collegando degli spinotti a singoli elettrodomestici, è possibile monitorare ogni singolo elettrodomestico su una pagina. I dati possono essere inviati al proprio PC.

Il dispositivo costa  69,50€: può essere ammortizzato in meno di un anno e in più è possibile ridurre i costi in bolletta del 10%. Un modo concreto per farci prendere coscienza  in fatto di consumi e indurci a modificare le nostre abitudine, risparmiando così molti euro sulla bolletta di casa.

Una versione più “completa” prevede il lettore ottico OptiSmart, esso legge gli impulsi del contatore e offre una precisione pari al 100%. Il dispositivo con lettore ottico può calcolare i consumi dell’elettricità ma anche dell’acqua e del gas. Tale versione ha un costo di 79,50€.

Link Utili | www.costocorrente.it

Pubblicato da Anna De Simone il 14 aprile 2012