Risotto alla curcuma

risotto alla curcuma

Risotto alla curcuma, ricetta e varianti arricchite di verdure come zucchine o piselli. Vedremo una ricetta con curcuma fresca e una versione da preparare con la curcuma in polvere.

Nel web leggo molto e “sento parlare” di risotto alla curcuma di Cracco o della versione più veloce di Benedetta Parodi. In realtà non importa quale ricetta segui perché a prescindere dalla tecnica, il risotto alla curcuma è un ottimo piatto per assumere la tanto benefica spezia gialla.

Curcuma, proprietà

La curcuma annovera proprietà immunostimolanti e antinfiammatorie, utili per chi soffre di allergie stagionali e in generale per diversi malanni. E’ ricca di sostanze antiossidanti. Nella medicina Ayurveda (medicina tradizionale indiana) la curcuma è una spezia fortemente utilizzata anche per curare ferite, scottature e punture di insetto. Stando a recenti ricerche, la curcuma semprerebbe esercitare un effetto antitumorale proteggendo colon, polmoni, seno e prostata.

Per sfruttare al massimo le proprietà di questo ingrediente è possibile usare la radice fresca o in polvere per preparare un ottimo risotto alla curcuma!

Se il tuo scopo è quello di assumere curcuma, puoi trovare utile anche la ricetta del Golden milk, latte di curcuma.

Risotto alla curcuma con radice fresca

Iniziamo con la ricetta che prevede l’impiego di curcuma fresca. Nella ricetta consigliamo il riso carnaroli ma, chi lo preferisce, può impiegare la stessa quantità di riso basmati. Ecco gli ingredienti per quattro persone:

  • 1 lt di brodo vegetale
  • 20 ml di vino bianco
  • 40 g di burro
  • sale fino quanto basta
  • erba cipollina quanto basta
  • pepe nero a piacere
  • 40 g Parmigiano reggiano grattugiato
  • 120 g di curcuma fresca, da pulire (quindi circa 60 – 65 g di curcuma fresca già pulita)
  • 300 g di riso carnaroli
  • 60 g di cipolle bianche

Per preparare la ricetta non devi fare altro che seguire queste istruzioni.

  1. Sbuccia la curcuma e tritala in modo grossolano.
  2. Fai un trito più fine con la cipolla.
  3. In una casseruola capiente, fai sciogliere 20 g di burro e aggiungi la cipolla tritata finemente e la curcuma. Aggiungi un mestolo di brodo.
  4. Copri e lascia stufare a fuoco medio basso per circa 10 minuti.
  5. Quando la cipolla sarà appassita, unisci il riso e fallo tostare. Sfuma con il vino bianco e, quando sarà completamente evaporato, aggiungi un mestolo di brodo caldo alla volta.
  6. Man mano che il brodo evapora, aggiungine altro fino  a terminare la cottura del riso.
  7. Mescola spesso e, quando il riso sarà cotto, aggiungi il parmigiano grattugiato, l’erba cipollina tritata e il burro.
  8. Amalgama bene tutti gli ingredienti e servi.

Risotto alla curcuma, ricetta con curcuma in polvere

La curcuma fresca ha un  aroma più intenso rispetto alla curcuma in polvere. Per questo motivo ti consiglio di preparare il riso con curcuma fresca.

Se in casa hai già della curcuma in polvere che vuoi usare, segui la ricetta indicata in precedenza. Sostituisci la curcuma fresca con 2 cucchiai di curcuma in polvere. Prima di terminare la cottura, assaggia e se il sapore non ti sembra abbastanza intenso, aggiungi gradualmente altra curcuma in polvere.

Risotto alla curcuma e verdure

Nella ricetta precedente, puoi aggiungere delle verdure come zucchine o piselli. Oppure puoi sostituire l’erba cipollina con maggiorana, rosmarino o timo.

La vera abilità sta nel cercare il giusto rapporto tra quantità di curcuma e verdure impiegate. Non esiste una regola fissa perché tutto dipende dalle tue aspettative e preferenze al palato.

Ricetta del risotto zucchine e curcuma

Seguendo la ricetta precedente, puoi seguire una variazione sul tema! Cambia ingredienti: lascia tutto invariato tranne la quantità di curcuma.

  • Aggiungi 270 grammi di zucchine da far stufare con le cipolle.
  • Abbassa la quantità di curcuma a 30 grammi (già pulita).

Il procedimento resta invariato. Una variazione analoga può essere fatta per preparare il risotto alla curcuma e piselli.

Pubblicato da Anna De Simone il 9 maggio 2017