Quercia: albero e foglia

Quercia

Quercia, albero longevo con un legno apprezzato e utile. Ne troviamo di molte varietà, spesso raggiunge altezze che altri alberi possono solo sognare. E’ cosi comune dalle nostre parti che non le diamo mai la dovuta attenzione tenendo conto delle sue caratteristiche eccezionali e degli usi che ne facciamo. Il suo vero nome è Quercus e appartenente alla famiglia delle Fagacee.



Quercia: albero

E’ un albero deciduo e sempreverde, raggiunge grandi dimensioni nel senso letterale del termine: 30 metri di altezza non sono una stranezza. Arriva dall’emisfero settentrionale, vive anche nelle aree tropicali o sub tropicali dell’Asia e del Sudamerica. Ovunque cresce, cresce in altezza mantenendo un portamento vigoroso.

La sua chioma è ampia e tondeggiante, oppure anche ovale, a volte può formare una sorta di ombrello e crea molta ombra. La quercia è nota anche per la sua corteccia, grigio-marrone, che col tempo si riempie di fessure longitudinali, il legno però che c’è sotto è robusto e resistente.

Molto spesso questi alberi sono coltivati per la produzione di legno, in natura possono spuntare isolati o in piccoli gruppi, in città ne possiamo trovare spesso all’interno di parchi o giardini e fanno da riferimento per la loro presenza maestosa.

Quercia

Quercia: foglia

Le foglie della quercia hanno una forma facile da riconoscere: sono lobate e hanno i margini tondeggianti oppure angolari. In generale sono verdi anche se in autunno, come natura vuole, diventano gialle, rosse e arancioni a seconda dell’evoluzione stagionale e del clima. Oltre alle foglie, dai rami spuntano anche le “ghiande” che contengono poi il seme di questo albero.

Quercia da sughero

Quella da sughero è nota come Sughera, nome popolare, o come Quercus suber, nome scientifico. Come le altre appartiene alla famiglia delle Fagacee ma ha vita più breve rispetto alla media se non altro perché viene usata per il sughero.

La Sughera mostra uno sviluppo particolarmente veloce del ritidoma, in spessore ma esso non si distacca. Semplicemente forma un rivestimento consistente, quello che noi chiamiamo sughero, di colore grigio-rossastro. Quando viene rimosso, come magari ci è capitato di vedere, il sughero lascia spazio al legno” e ce ne si accorge perché il colore è ben diverso. Inizialmente rosso-mattone, poi sempre più bruno fino a diventare scuro.

Quercia

Quercia marina

Oltre che per il legno e per il sughero, la quercia viene utilizzata a scopo ornamentale, per l’arredo di giardini pubblici e privati. Dove c’è bisogno di ombra, le querce sono certamente le benvenute per cui le aree marine sono tra le prime a beneficiare delle sue chiome generose.

Quercia secolare

Una delle prima caratteristiche che si associano a questi alti ed eleganti alberi è la longevità. Possono superare anche il secolo di vita a meno che non vengano utilizzate per il sughero o per il loro legno. In generale vengono divise in due gruppi: uno comprende quelle con la foglia caduca, presenti nelle zone continentali, l’altro è di quelle con la foglia persistente, più adatte al clima mediterraneo.

La quercia riesce ad ambientarsi bene, in Italia, sia vicino al mare, come già accennato, sia in aree di collina e montagna, fino a 1200 metri.

Quercia

Quercia: legno

A nostra insaputa, magari, ma chissà quanti pezzi di arredamento o accessori per la casa abbiamo in legno di quercia. Se ci manca un tagliere elegante, possiamo acquistarne uno su Amazon, naturalmente in quercia, a 20,10 euro, rotondo 30 x 40,5 x 1,5 cm.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 26 aprile 2017