Pudelpointer

Pudelpointer

Pudelpointer, un cane elegante e molto bravo sul terreno di caccia ma non solo. Come molti altri suoi colleghi, infatti, questo animale ha trovato spazio anche nel cuore delle famiglie che desiderano un cane da compagnia anche atletico e amante degli spazi verdi.



Pudelpointer: caratteristiche

Lunga e ampia, la testa del Pudelpointer è caratterizzata da delle folte sopracciglia che lo rendono riconoscibile ma soprattutto molto simpatico, somigliante quasi ad un cartone animato. Ha anche un po’ di barba e lo stop è marcato, con un tartufo scuro in fondo, e narici ampie. Occhi tondi, di colore giallo tendente al marrone, questo cane ha uno sguardo espressivo e intelligente. Dalla testa spuntano anche le orecchie, ma non troppo perché sono aderenti e piatte, pelose e non molto arcuate.

Un collo allungato, largo, energico e massiccio collega la testa al corpo che è abbastanza muscoloso e ben equilibrato, con una struttura muscolare molto sviluppata. Gli arti sono rettilinei, quelli posteriori molto più forti, la coda, ricoperta da duro pelo, è sempre in movimento.

Il pelo del Pudelpointer è da Pointer per cui ruvido, denso, arruffato, rigido, piuttosto lungo e di tinte che variano dal marrone al beige.

Pudelpointer: allevamenti

Questa razza ha origine antiche, sembrerebbe nata da un incrocio tra Barbone Francese e Pointer Inglese. Da un lato il Pointer ha contribuito alle abilità in ambito venatorio, il Barbone ha influenzato la razza per quanto riguarda le abilità in acqua. Ci troviamo quindi di fronte ad un cane molto abile su vari tipi di terreno e anche in acqua. Troviamo molti allevamenti nel suo Paese di origine, meno nel resto del mondo, Italia compresa dove è anche poco conosciuto di nome.

Pudelpointer

Pudelpointer: mantello

Il pelo di questo Pointer incrociato con altre razze, diventata una razza, è fitto e non molto morbido. Piatto sul corpo anche se di media lunghezza, è munito di sottopelo spesso e sul garrese ha una lunghezza che arriva a 6 cm. Come accennato, sul muso spuntano le sopracciglia, la barba e anche una specie di toupet con ciocche che sembrano trucioli di legno.

Al tatto non è certo il pelo più gradevole, per un cane da compagnia, ma è molto utile che sia così per fare sì che il Pudelpointer risulti resistente alle intemperie e alle eventuali ferite.

Per quanto riguarda la colorazione del mantello, troviamo delle versioni monocolore con al massimo qualche punta bianca davvero piccola. I colori ammessi sono marrone, foglia morta e nero.

Pudelpointer: cuccioli

Di medie dimensioni, da grande il Pudelpointer raggiunge un’altezza di 60-65 cm, per i maschi, per le femmine un po’ meno, circa 55-60 cm. I cuccioli sono quindi di dimensioni modeste ma non minuscole. Il carattere di questo cane è molto allegro, vispo, energico ma anche coccolone.

Non è una razza difficile da educare, i cuccioli si mostrano docili ai comandi e fedeli al padrone. Fin da piccolissimo si vede che è un cane che ama molto l’acqua e nuotare, stare all’aria aperta e in nostra compagnia. Può essere tenuto anche in casa ma ha bisogno di fare molto esercizio quotidiano.

Pudelpointer

Pudelpointer: prezzo

E’ difficile individuare un prezzo per un cane che in Italia è davvero poco diffuso. Dipende anche molto se desideriamo un esemplare che possa esserci di aiuto nella caccia oppure di compagnia in casa. Nel primo caso va scelti un cane addestrato per la caccia da subito, allora può diventare un esperto cacciatore di pernice, coniglio selvatico, volpe e di pennuti da palude. In casa come al lavoro, mostra sempre una grande resistenza.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 30 ottobre 2017