Profumi ambiente fai da te

Se vuoi creare dei profumi ambiente fai da te, ci sono molti strumenti che puoi usare per trovare le migliori combinazioni. Una di queste – forse la più nota! – è la piramide olfattiva ma… negli ultimi tempi abbiamo usato con successo un altro strumento immediato e pratico per classificare e/o comporre i propri profumi per l’ambiente: la Ruota dei profumi.

Attribuita nella sua versione più recente e celebre a Michael Edwards, è un punto di riferimento non solo per gli addetti ai lavori ma anche per chiunque voglia avvicinarsi per la prima volta al mondo dei profumi.

Ma come utilizzare questa ruota?

ruota

Fonte: tailormadefragrance.com

Profumi e famiglie olfattive

Sebbene ogni profumo sia unico, poiché diverso dagli altri, è pur vero che differenti fragranze possono condividere tratti comuni che li collegano ad una particolare famiglia olfattiva.

Secondo la classificazione della Société Française des Parfumeurs, poi rivista da Eugene Rimmel nel 1984, le famiglie olfattive ufficiali sono:

  • Agrumi, costituiti da note mediterranee, come limone, bergamotto, mandarino, cedro, arancia, lime e pompelmo;
  • Floreali, estratti da un singolo fiore o da un bouquet di fiori diversi, come la rosa, il gelsomino, il giglio, ma anche l’iris, il frangipani e l’ylang ylang ylang;
  • Legnosi, fragranze calde e intense soprattutto per l’uomo (nei profumi femminili si è soliti mescolare le note legnose con quelle agrumate o floreali), che profumano di legni secchi o morbidi come il cedro, il vetiver e il sandalo;
  • Fougère, fragranze maschili che prendono il nome da Fougère Royale, il famoso profumo creato nel 1882 dal profumiere francese Paul Parquet per Houbigant. Questa classe comprende calde note legnose e leggermente floreali, con una base di lavanda, geranio, vetiver, muschio di quercia e cumarina e un fresco tocco di agrumi per ottenere composizioni più vibranti;
  • Chypre, fragranze cipriate intense e avvolgenti. Come Fougère, questa famiglia prende il nome dal profumo creato nel 1917 da François Coty, il cui scopo era quello di ricreare l’atmosfera dell’isola di Cipro, meta di vacanze di lusso e luogo di importazione di muschio di quercia. Proprio il muschio di quercia è uno degli ingredienti di base delle fragranze Chypre, insieme a labdano, patchouli, bergamotto e note floreali come la rosa o la lavanda;
  • Orientali, con patchouli, vaniglia, muschio, ambra e spezie, una famiglia di fragranze sensuali maschili e femminili che ricordano atmosfere esotiche e orientali;
  • Pelle, con note intense e secche di cuoio e tabacco, spesso utilizzate in combinazione con note floreali;
  • Aromatici, fragranze fresche soprattutto per l’uomo, che richiamano atmosfere naturali all’aria aperta. Gli ingredienti principali, infatti, includono erbe aromatiche mediterranee come lavanda, rosmarino e basilico, ma anche note leggermente speziate come menta piperita, anice e tè rosso, che si fondono perfettamente con note marine per un effetto più energetico.

La ruota delle fragranze

Ora che hai ben chiaro quali sono gli aromi che puoi mescolare per ottenere il tuo personalissimo profumo per ambiente fai da te, cerchiamo di capire perché la ruota delle fragranze potrebbe essere utile.

In sintesi, la ruota mira a semplificare e collegare le diverse famiglie olfattive, evidenziando in modo semplice ed immediato i punti in comune. Per il suo autore, le fragranze possono essere suddivise in quattro classi principali: floreali, orientali, fresche e legnose. E poiché ogni classe è suddivisa in altre sottocategorie, possiamo distinguere 14 famiglie olfattive complessive, che si differenziano tra loro per uno specifico tono olfattivo.

Leggi anche Profumo dei fiori: frasi e libri

Come realizzare un profumo personalizzato con la ruota

Chiarito quanto sopra, la ruota è molto utile per la fase preparatoria che precede la creazione di una nuova fragranza. Le classi di fragranza contigue sulla ruota condividono alcune note olfattive. E conoscendo i rapporti tra le classi e provando diverse combinazioni, è dunque possibile ottenere una composizione olfattiva armonica ed equilibrata. La disposizione delle classi sulla ruota mostra chiaramente come ogni fragranza sia in grado di fondere al meglio la precedente o la successiva.

Insomma, muovendosi lungo la ruota sarà possibile giocare con le combinazioni più originali per scoprire nuove fragranze.

Ad esempio, potresti aggiungere una nota speziata ad un profumo floreale per ottenere una fragranza dolce ma esotica. Altrimenti potresti mescolare delle note agrumate o floreali come il limone o la lavanda per dare freschezza ad una composizione legnosa.

Non ti rimane che sperimentare, per poter trovare la tua combinazione ideale, con una ricetta che potrebbe portarti grandissime soddisfazioni!

Pubblicato da Anna De Simone il 17 Ottobre 2019