Profumo dei fiori: frasi e libri

Profumo dei fiori

Profumo dei fiori, affascina, conquista, mette di buon umore e a volte è così forte che può addirittura infastidire. Ci sono infatti alcuni tipi di fiori che hanno un odore così forte e dolce da “ubriacare” chi li annusa da vicino e in modo continuativo.



Il profumo è anche evocativo, spesso. Ciò accade con il mughetto, il tiglio, il calicanto, il ligustro, molto odorosi sono anche l’orniello, l’osmanto e la verbena, senza scordare la classica rosa. Il profumo dei fiori non è proporzionale alla grandezza della corolla o dei pistilli, si trovano quindi fiori minuti ma molto potenti.

Profumo dei fiori: come conservarlo

Non è così banale conservare il profumo dei fiori che sentiamo magari in un prato. Capita spesso che appena arriviamo a casa con i fiori appena colti, già svanisce. Un vero peccato. Senza illuderci di poterlo mantenere per chissà quanti giorni, possiamo però goderne per quelli seguenti, 2 o 3, con dei piccoli trucchi.

Innanzitutto scegliamo i fiori con il profumo più resistente, spesso sono quelli dai colori tenui e piuttosto piccoli: bianchi, verdi, giallo chiaro. Un mazzo di questi, messo in acqua e non troppo al caldo, mai al sole e nemmeno vicino ad una fonte di calore, può rilasciare il profumo dei fiori per almeno 24 ore.

Profumo dei fiori

Profumo dei fiori: frasi

Due frasi che esplicitamente parlano del profumo dei fiori in modo poetico anche se in parte drammatico o triste.
“Il fiore si nasconde nell’erba, ma il vento sparge il suo profumo” Tagore
“I fiori sulla tomba del nemico hanno sempre un profumo inebriante” Stanislaw J. Lec

Profumo dei fiori: libro

Ispirato al profumo dei fiori, in particolare a quello dei fiori di limone, c’è anche un libro. Si intitola “Il profumo delle foglie di limone”, lo ha scritto Clara Sánchez e merita di essere letto. Magari sdraiati su un prato fiorito.

Profumo dei fiori di acacia

L’odore dei fiori di acacia è molto forte e non solo. Ciò che può anche infastidire, alla lunga, di questa tipologia di infiorescenza, è il fatto che il profumo è anche tremendamente dolce, a tratti nauseante. Questa caratteristica si ritrova anche nel miele di acacia che è effettivamente molto dolce e aromatico. Certo è che chi passa vicino ad una acacia in fiore non può non accorgersene.

Profumo dei fiori

Profumo dei fiori di ciliegio

Il profumo dei fiori di ciliegio è magico ma meno della loro immagine che resta da sempre collegata al Giappone, anche se questa pianta sfoggia le sue meraviglie anche altrove. L’odore che emana in primavera, appena sbocciano i suoi fiori, è delicato quanto lo sono i petali e i colori che contraddistinguono questo albero da frutto.

Profumo dei fiori

Profumo dei fiori di tiglio

I fiori di tiglio sono tra i più noti per l’odore che emanano e rendono la pianta riconoscibile anche a chi sa poco o niente di botanica. I tigli sono tra le piante con i fiori più potenti, anche considerando che hanno dimensioni ridotte, il profumo che sprigionano può invadere l’intera via in cui si trovano. Un effetto simile lo si sente anche con le peonie selvatiche, con la Daphne mezereum e con i piccoli fiori dell’osmanto, davvero profumatissimi.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 29 luglio 2017