Pentole per cottura a induzione

pentole cottura induzione

Pentole per cottura a induzione: cosa sono, come sceglierle e come usarle sui fornelli tradizionali e sul piano a induzione. Dalle pentole a induzione con rivestimento antiaderente a quelle in ceramica o alle classiche in acciaio.

A differenza di qualche decennio fa, oggi, quando arrediamo una cucina, abbiamo a disposizione un’ampia scelta oltre ai classici fornelli a gas con fuoco a vista. La cucina a induzione è una delle scelte più recenti. Il piano di cottura a induzione è certamente molto elegante, ha un forte impatto estetico ed è molto facile da pulire. Per tutti i dettagli sui piani di cottura a induzione, vi invitiamo a leggere l’articolo Fornello a induzione, vantaggi e svantaggi.

La cucina a induzione offre una cottura uniforme che è attivata da un fondo magnetico presente nella pentola. E’ per questo che oggi vi parleremo delle pentole per cottura a induzione.

Grazie al fondo magnetico, il piano di cottura a induzione si riscalderà solo nelle zone coperte dalla pentola mentre l’intera superficie restante rimarrà fredda. Questo fattore minimizza il rischio di scottature.

Pentole per cottura a induzione

In realtà, non è necessario acquistare pentole specifiche per il piano di cottura a induzione. Affinché il piano di cottura si attivi, basterà un materiale ferroso, così, se in casa avete già pentole in acciaio inox (anche smaltate) o pentole in ghisa, queste riusciranno “quasi sicuramente” ad avviare la cottura. Abbiamo scritto “quasi sicuramente” perché la funzionalità delle pentole per cottura a induzione dipende anche dal diametro della pentola stessa. Per operare al meglio, la copertura della vetroceramica deve essere almeno i 2/3 rispetto alla zona di riscaldamento. Un altro fattore che incide su quel “quasi sicuramente” è il costruttore: la cottura a induzione non è standard! In molti casi, le marche disponibili sul mercato si differenziano leggermente tra loro e di certo usano differenti diametri dei fornelli destinati alla cottura.

Come capire se una pentola è adatta alla cottura a induzione

Molto semplice: se la pentole è in ghisa o in acciaio inox, riuscirà ad attivare la cottura a induzione! Se in casa avete già pentole di questo materiale, non dovete eseguire ulteriori acquisti a patto che il diametro del fondo della pentola sia compatibile con le circonferenze segnalate sul piano di cottura. Compatibile non significa che deve essere identico, il fondo della pentola dovrà offrire una copertura di almeno 2/3 della zona di riscaldamento.

Se non volete cucinare con pentole in ghisa o in acciaio, potete acquistare qualsiasi tipo di pentola a patto che il costruttore abbia integrato un anello metallico sul fondo. Ormai tutti i produttori di pentole eseguono questo accorgimento.

Una pentola adatta alla cottura a induzione, sull’etichetta d’acquisto o sulla confezione, mostra un simbolo specifico. Il logo della cottura a induzione è quello mostrato nella nostra foto in alto ed evidenziato in verde. In particolare, quei simboli, da sinistra verso destra e in senso orario, indicano che la pentola è adatta alla cottura su piani:

  • Vetroceramica alogena radiante
  • Piastra elettrica
  • Classico fornello a gas
  • Forno a temperature inferiori ai 210 °C
  • Lavabile in lavastoviglie
  • Cottura su piano a induzione

Pentole per cottura a induzione, criteri di scelta

Nella scelta di una pentola (che sia per la cottura a induzione, su vetroceramica alogena radiante o sul fornello a gas) è importante valutarne il materiale, il rivestimento e lo spessore del fondo. Queste sono le tre valutazioni fondamentali perché in base al materiale e il rivestimento sappiamo che tipo di cottura possiamo ottenere, inoltre è bene scartare qualsiasi materiale potenzialmente tossico (tipo teflon). In base allo spessore del fondo possiamo capire con quanta facilità la pentola potrà bruciare i nostri sughi: più è spesso il fondo e più omogenea sarà la cottura! In seguito sarà possibile valutare altri fattori come la leggerezza, l’ergonomia e l’isolamento di manici e coperchi.

In particolare, potete scegliere pentole per cottura a induzione di diversi materiali:

  • Pentola a induzione in acciaio inox
    Le pentole a induzione in acciaio che offrono una cottura migliore sono quelle che possiedono un triplo strato: due di acciaio con l’interno in alluminio. Le stesse che raccomandiamo anche per la cottura sul fornello a gas.
  • Pentola a induzione in alluminio
    Per tutte le informazioni sulle caratteristiche offerte da questo materiale, vi invitiamo a leggere: pentole di alluminio.
  • Pentole a induzione di ghisa
    Ottimo materiale, tra gli svantaggi segnaliamo che le pentole in ghisa sono molto costose e anche poco maneggevoli (sono pesanti). Tutte le informazioni: pentole di ghisa.
  • Pentole a induzione antiaderenti
    Dato la presunta tossicità del teflon, meglio prediligere delle pentole a induzione antiaderenti rivestite con materiali come silverstone, xylan, durit, cortan o greblon.
  • Pentola a induzione in ceramica
    Come per le pentole in alluminio, anche quelli in ceramica sono state riadattate con l’introduzione di un anello magnetico sul fondo atto ad attivare il piano di cottura a induzione. Per le caratteristiche di queste pentole vi invitiamo a leggere la pagina: pentole di ceramica.

Pentole a induzione, prezzi

Come è chiaro, la scelta a disposizione è ampia così i prezzi possono variare di molto e non solo in base al materiale ma anche al produttore. Bialetti, Tognana, Lagostina, Karcher… i brand sono numerosi e c’è chi si fa pagare molto.

Consiglio personale: adoro cucinare e lo faccio nel modo più sano possibile; per questo motivo limito l’impiego di grassi e oli, soprattutto ad alte temperature. Partendo da queste esigenze ho scelto delle pentole con rivestimento antiaderente adatte per ogni tipo di pianto di cottura, compreso quello a induzione vetroceramica alogena radiante. Personalmente impiego le pentole e padelle della Linea Talento di Lagostina, tra gli svantaggi ammetto che che sono molto pesanti ma restituiscono una cottura perfetta. Il fondo di queste pentole è spesso 5,5 mm con una basa extraresistente in titanio. La pentola è realizzata in acciaio inox ma garantisce una perfetta antiaderenza grazie al rivestimento multristrato.

Come premesso, la scelta è ampia, quindi prima dell’acquisto fate tutte le vostre valutazioni.

Per una panoramica generale sui prezzi vi rimando alla pagina di Amazon: Pentole a induzione prezzi e modelli

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 22 marzo 2016