Ortaggi resistenti al freddo

ortaggi resistenti al freddo

Ortaggi resistenti al freddo: ecco come si presenta l’orto in inverno e cosa coltivare nei mesi più freddi dell’anno. Consigli per la coltivazione di ortaggi resistenti al freddo e al gelo.

La serra ci consente di coltivare ortaggi poco resistenti al freddo: l’impiego della serra tunnel nell’orto familiare consente di ampliare la quantità di ortaggi da coltivare anche nei mesi invernali. In questo articolo vedremo quali sono gli ortaggi più resistenti da poter coltivare in inverno anche senza serra e quelli che possono arricchire l’orto in inverno solo se però la coltivazione è condotta in serra.

Orto in inverno:
ortaggi resistenti al freddo

Gli ortaggi più resistenti al freddo possono essere coltivati in pieno inverno senza particolari coperture, per prudenza vi basterà coprire le coltivazioni con del tessuto non tessuto. Il telo di tessuto non tessuto dovrà essere rimosso al mattino e posto sulle coltivazioni in tardo pomeriggio, per proteggere gli ortaggi quando le temperature si fanno più basse.

La resistenza al freddo degli ortaggi non è legata alla specie ma alla varietà, quindi, al momento dell’acquisto in vivaio, assicuratevi di scegliere una varietà che resiste alle basse temperature.

Tra gli ortaggi che meglio resistono al gelo e al freddo, in prima linea, spicca il cavolo verza. L’unico inconveniente è che per allargare il periodo di produzione e raccolta, dal vivaio si trovano soprattutto varietà idonee alla coltivazione estiva e autunnale. Quando comprate semi o piantine di cavolo verza assicuratevi che siano quelle che offrono una produzione tra fine autunno e inverno. Eseguite questo accorgimento per tutti gli ortaggi citati in questo paragrafo. Così come il cavolo verza, sono molti gli ortaggi che presentano differenti gradi di resistenza al freddo, tra quelli che presentano varietà ad “alta resistenza al freddo” che quindi possono essere coltivati nell’orto in inverno, vi segnaliamo:

  • Cavolo di Bruxelles
  • Cavolo nero
    cavolo a penna o cavolo toscano 
  • Porro
  • Aglio
  • Cipolla
  • Radicchi
  • Cicorie
  • Rapa
  • Spinacio
  • Valerianella
  • Bietola da coste
  • Indivia scarola
  • Ravanello
  • Prezzemolo

Ortaggi resistenti al freddo e al gelo:
media resistenza al freddo

Nel paragrafo precedente, tra gli ortaggi da coltivare in inverno, vi abbiamo indicati quelli a più alta resistenza al freddo e al gelo invernale. Il tessuto non tessuto è necessario per proteggere le coltivazioni dalle gelate invernali. In questo paragrafo vi segnaliamo gli ortaggi a media resistenza al freddo, cioè quelli che potrebbero risentire del gelo nel Settentrione d’Italia. Tutti gli ortaggi citati in questa pagina possono essere coltivati nell’Italia Meridionale e nelle zone più miti, senza particolari precauzioni.

  • Cavolo cappuccio
  • Cavolo broccolo
  • Cavolfiore
  • Cavolo cinese
  • Carota
  • Bietola da orto
  • Cardo
  • Carciofo
  • Indivia riccia
  • Fava
  • Finocchio
  • Lattuga
  • Pisello
    scegliete la varietà a semina fine inverno 
  • Patata
  • Sedano
  • Sedano Rapa

Anche se gli orticoltori li hanno classificati come ortaggi a media resistenza al freddo, il cavolo broccolo, il cavolo cappuccio e la lattuga possono essere considerati degli ortaggi molto resistenti al freddo.

Orto e cambiamenti climatici

I cambiamenti climatici stanno incidendo molto sulle coltivazioni e sulla stagionalità dei prodotti. La resistenza al freddo degli ortaggi è molto influenzata dall’andamento climatico.

Se l’autunno è stato mite e le temperature si sono abbassate bruscamente tra la fine dell’autunno e l’inizio dell’inverno, anche gli ortaggi più resistenti al freddo non riescono a tollerare bene questo repentino cambio climatico. Al contrario, se il freddo intenso arriva gradualmente, le piante riescono ad adattarsi alle basse temperature e senza particolari danni al raccolto.

Gravi problemi legati al gelo si hanno in primavera, quando la vegetazione è molto attiva e arrivano le cosiddette “gelate tardive o di ritorno”.

Ti potrebbero interessare anche

Pubblicato da Anna De Simone il 19 ottobre 2016