Batata: proprietà e ricette

Batata

Batata, da non confondere con la patata rossa, è un tubero raro ma prezioso, per la nostra salute come per la varietà in cucina visto come ben si inserisce in tante ricette. Ad oggi è ritenuto nella top five dei vegetali più salutari al mondo, un risultato che dobbiamo alla elevata concentrazione di sostanze benefiche per il nostro organismo. Non ne contiene solo all’interno, ma anche nella buccia, anzi, soprattutto lì.



Batata cruda

Iniziamo subito a spiegare perché parlare di patata rossa oppure di batata, sono due differenti cose. Il nostro raro tubero con la “B”, può essere consumato anche crudo, la patata, no, di solito. Ma non è finita: è possibile anche mangiarne la buccia, è caldamente consigliato non toglierla ma limitarsi a lavarla e gustarle, in una ricca insalata, ad esempio.

Ognuno può scegliere secondo i propri gusti, ma che lo faccia consapevole che cuocere la Batata significa perdere qualche suo effetto benefico. Fortunatamente non molti, perché il processo di cottura mantiene tutti i valori nutritivi quasi intatti.

Batata

Batata: proprietà

Chi dobbiamo ringraziare per il fatto che oggi anche in Europa si mangi la Batata, Cristoforo Colombo, visto che il tubero è originario dell’America del Sud. Con se, dall’altra parte dell’Atlantico, ha portato sulle nostre tavole tantissime sostanze utili tra cui molte fibre, le vitamine A e C, e anche un po’ di B ed E, alcune proteine e sali minerali come potassio, magnesio, ferro e calcio.

In botanica il nome si trasforma in Ipomea batatas, ma resta ricca di flavonoidi e antociani che rendono la Batata un ottimo alimento antiossidante. Uno dei motivi per cui prevedo diventerà più amata che mai, è il fatto che ha un potere anti-aging, già la si trova infatti nella composizione di alcune creme anti rughe, come estratto.

Batata: indice glicemico

Secondo motivo di futura e probabile popolarità della B è la sua azione di riduzione del colesterolo e della glicemia grazie ad una sostanza contenuta, nota come Cajapo. Già che ci siamo, specifico che si trova nella buccia, quindi se puntiamo a questa proprietà, non togliamola.

Sono stati realizzati degli studi su questo importante effetto e sembrerebbe che nei paesi dove la batata viene consumata più frequentemente cruda ci siano meno persone affette da malattie come diabete, ipertensione e anemia. Le aree studiate si trovano in Giappone.

Batata

Batata: ricette

Di ricette con la Batata ce ne sono tantissime, non sto ad elencarvele, ma non vi sto prendendo in giro. Anche se non le trovate, on line, fidatevi: in qualsiasi piatto in cui compaiono le normali patate oppure l’arancione zucca, possiamo inserire anche il nostro tubero più raro.

Il sapore è una via di mezzo tra patata e zucca, quindi non potrà certo deluderci, e la consistenza resta molto simile: anche se non siamo degli chef provetti, non incontreremo difficoltà. Immaginiamoci già a preparare un risotto di batata, uno sformato, un tortino.

Batata

Batata al forno

Sempre stando sul tema patate, perché non preparare anche le batate al forno? È semplice come lo è con il tubero che inizia per “P”, il difficile è il reperimento. Ci sono negozi attenti a tuberi e ortaggi bio o un po’ strambi che la vendono ma non è così scontato.

Io consiglio di provare anche nei mercati cittadini, oppure in negozi di alimentari sudamericani. Esiste anche la possibilità di coltivare la Batata sul proprio balcone, se godiamo di un clima caldo. I semi sono facilmente reperibili su Amazon a 10 euro. E’ una pianta che ben si adatta all’Italia assolata e che non esige troppe cure.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 6 gennaio 2017