Il Consiglio Nazionale della green economy

Consiglio nazionale della green economy

È nato il Consiglio Nazionale della green economy, proseguimento programmato e naturale degli Stati Generali della green economy del 2012 per promuovere lo sviluppo dell’economia green in Italia. Ne fanno parte 53 organizzazioni di imprese attive nei settori della sostenibilità che in questo modo avranno più peso e forza in un’azione comune.

A cosa servirà il Consiglio Nazionale della Green Economy? In primis a promuovere un confronto delle imprese col nuovo governo, sperando che ne avremo presto uno stabile, con particolare attenzione al Ministero dell’Ambiente e a quello dello Sviluppo economico.

Poi il Consiglio Nazionale della Green Economy punterà a realizzare uno o più accordi con i Ministeri interessati per attuare la piattaforma programmatica delle 70 proposte green varata dagli Stati generali 2012, a partire dalla prima parte prioritaria.

Il Consiglio Nazionale della green economy preparerà anche, anche attraverso i propri gruppi di lavoro, la seconda edizione degli Stati Generali della green economy, che si terranno a Rimini, nel novembre 2013, nell’ ambito della Fiera Ecomondo. A svolgere la funzione di organizzazione di supporto delle attività sarà la Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile fondata da Edo Ronchi.

Del Consiglio Nazionale della green economy fanno parte: AGESI (associazione imprese di facility management ed energia); CONOE (consorzio obbligatorio e oli esausti); Kyoto Club; ANCO (Associazione nazionale concessionari consorzi); CDC RAEE (centro di coord. consorzi rifiuti appar. elettr. ed elettron.); CNA-Ambiente (confederazione nazionale dell’artigianato); Assogasliquidi-Federchimica; Ecomondo-Key Energy-Cooperambiente; Fise Assoambiente (federazione imprese servizi ambiente Conf.); Ecopneus (consorzio per lo smaltimento degli pneumatici usati); Forum per la Finanza Sostenibile; CONAI (consorzio nazionale imballaggi); Asstra (associazione trasporti ); Area idrico Amb. Federutility (federazione imprese idriche ed energetiche); Assocostieri (associazione depositi costieri e biocarburanti Conf.); Federesco (federazione di Energy Service Company ); Federambiente (associazione dei Servizi Pubblici di Igiene Ambientale); Global Compact (piattaforma ONU per la responsabilità sociale imprese ); GIFI (gruppo imprese fotovoltaiche italiane); COBAT (consorzio obbligatorio batterie); CIC (consorzio italiano compostatori); Freight Leaders Council (associazione imprese logistica); APER (associazione produttori energie rinnovabili); Legacoop Servizi; Coldiretti; Fondazione per lo Sviluppo Sostenibile; Settore Ambiente-Sicurezza Confartigianato Segreteria organizzativa: Fondazione per lo sviluppo sostenibile; Confagricoltura; Federpern (federazione produttori idroelettrici); CONIP (consorzio nazionale imballaggi plastici); Fise Unire (federazione imprese servizi  rifiuti- Confindustria); AutoRecycling (associazione imprese riciclo auto); Green economy Network Assolombarda; ANEV (associazione nazionale energia del vento); COOU (consorzio obbligatorio oli usati); AIAB (associazione italiana per l’agricoltura biologica); Assobioplastiche; CIA (Confederazione italiana agricoltori ); Assovetro; Assorimap (associazione, riciclo materie plastiche); Corepla (consorzio recupero imballaggi in plastica); Fercargo (associazione imprese trasporto ferroviario di merci); Planet Life Economy Foundation; Cial (consorzio recupero imballaggi in alluminio); JPE 2010 (società consortile imprese energie rinnovabili); Distretto Energetica (distretto agroenergie rinnovabili); Rilegno (consorzio per il riciclo del legno); Green Building Council Italia (associazione per l’edilizia sostenibile); Comieco (consorzio riciclo imballaggi cellulosici); FREE-Coordinamento (coordinamento assoc. per l’efficienza energetica e le fonti rinnovabili); Coreve (consorzio per il riciclo del vetro); Consorzio RICREA (consorzio per riciclo imballaggi in acciaio); FIRE (federazione piccole imprese per l’uso razionale dell’energia).

Leggi le 70 proposte degli Stati Generali della green economy

Ti potrebbe interessare anche Cobat: consorzio nazionale raccolta e riciclo

Pubblicato da Michele Ciceri il 23 febbraio 2013