Frutta di stagione mese per mese

Frutta di stagione mese per mese

Scegliendo la frutta di stagione mese per mese si hanno maggiori garanzie di consumare prodotti freschi e sostenibili. La frutta di stagione da una parte conserva meglio le proprietà nutrizionali e dall’altra è alla base della dieta sostenibile così come la definisce la FAO: ‘dieta a basso impatto ambientale che contribuisce alla sicurezza alimentare e nutrizionale, ma anche a una vita sana per le generazioni presenti e future’.

Per tutte altre informazioni: verdure di stagione, mese per mese.

Guardando la tabella della stagionalità ci accorgiamo che ogni mese dell’anno presenta un’ampia scelta di frutti freschi e a chilometro zero (o quasi zero). E allora cominciamo a preferirli. Oggi in negozio si può trovare frutta di ogni tipo ogni giorno dell’anno, anche le fragole a Natale che dalle nostre parti non si sono viste mai. I gusti son gusti, ci mancherebbe, e se si tratta di prodotti sani nessuna censura. Ma fatti due conti magari è meglio non puntare sulle ciliegie a novembre (che sono di stagione in un’altra parte del mondo) e scegliere un caco o un caco mela.

La tabella della frutta di stagione mese per mese è utile per orientarsi negli acquisti. E guardandola ci si accorge che per alcuni frutti di importazione, come la banana (il frutto più consumato al mondo) e l’ananas, la stagionalità è indifferente dal punto di vista della ‘sostenibilità, ma ci sono alcuni mesi in cui il prodotto è più fresco perché di stagione nei paesi di origine (lo capite dal SI in grassetto). Anche mele e pere nostrane sono frutti a stagionalità continua, salvo un paio di mesi in cui la freschezza ha una flessione (li individuate dal SI che non è in grassetto).

Frutta di stagione: gennaio

A parte l’onnipresente banana con il suo prezioso carico di potassio,  Questo è senza dubbio il mese degli agrumi. Arancia, mandarino, mandarancio e pompelmo non possono mancare, ma è anche un mese ottimo per mele e pere. C’è anche il kiwi, che è di stagione da novembre ad aprile e quello italiano fino a maggio.

Frutta di stagione: febbraio

Prosegue la stagionalità invernale e si confermano le indicazioni di gennaio con tutta la famiglia degli agrumi tranne i limoni (che troviamo tra un mese) e il pompelmo che si destagionalizza a fine gennaio. Mele e pere sono ottime. A febbraio la banana inizia a essere davvero di stagione e i frutti diventano più dolci. Fanno capolino le mandorle fresche italiane e continua il kiwi.

Frutta di stagione: marzo

Dicevamo dei limoni ed eccoli qua. La notizia di marzo è che finisce l’inverno ed è l’ultimo mese ottimo per arance e mandarini, mentre i mandaranci escono di scena a febbraio. La banana è sempre più dolce e mele e pere continuano assieme ai kiwi (che migliorano con l’arrivo della produzione italiana).

Frutta di stagione: aprile

Il cambio del clima è annunciato dall’arrivo delle prime fragole dalle zone più calde: non sono gustose come quelle di maggio ma diventano di stagione. Ad aprile comincia anche la vera stagione dell’ananas, che noi abbiamo messo tra i frutti d’importazione a stagionalità continua e che siamo abituati ad acquistare tanto durante le festività natalizie: un po’ perché dicembre è un altro mese di stagione per l’ananas e un po’ perché questo frutto (che in realtà è un insieme dei frutti dell’omonimo albero) ci fa pensare all’estate.

Frutta di stagione: maggio

Finisce a maggio la lunga stagione delle arance e comincia quella delle prime ciliegie. Arrivano anche le prime meravigliose albicocche, gradatamente a cominciare dalle regioni calde, assieme alle nespole. Ultime scorpacciate di kiwi italiani e di mele, mentre le pere le abbiamo salutate ad aprile ma le ritroveremo tra poco. Banane e ananas si destagionalizzano. È il mese delle fragole. Ti potrebbe interessare Semi di Albicocca

Frutta di stagione: giugno

Albicocche, ciliegie, fragole (anche le fragoline di bosco), mirtilli, lamponi, pesche, prugne, susine e more di gelso. Con una tale abbondanza di frutta a giugno possiamo mettere da parte per un po’ le mele e le pere, che infatti in questo periodo vanno un po’ a riposo (la natura è meravigliosa con le sue compensazioni!). Quando in tavola ci sono le pesche, le albicocche, i mirtilli e le fragoline di bosco cosa si può chiedere ancora? Giusto un po’ di limone, che guarda caso a giugno è di stagione. E non dimentichiamo le more di gelso, un frutto meraviglioso tutto da riscoprire.

Ti potrebbe interessare anche conoscere i Fichi d’India: frutto e proprietà

Frutta di stagione: luglio

Rispetto a giugno, che già era ricco di frutti, luglio conferma tutto. In più troviamo l’anguria e il melone, i fichi fioroni (diversi da quelli di settembre), i lamponi e il ribes che a giugno erano solo all’inizio. Tornano in campo le mele e le pere delle varietà estive. Ancora in gran spolvero i limoni italiani. Ricordiamo fino alla fine del mese le more di gelso perché poi dovremo aspettarle un anno.

Frutta di stagione: agosto

È l’unico mese dell’anno in cui spuntano le more di rovo, approfittiamone. Ultimo mese di stagione per i frutti rossi (fragole, lamponi, mirtilli, ribes) e prime scorpacciate d’uva. La frutta che è regina nella dieta estiva ci regala il botto finale prima di congedarsi consegnandoci ai frutti un po’ meno vitaminici e un po’ più calorici dell’autunno.

Frutta di stagione: settembre

Continuano le pesche, le susine e il melone. Arrivano in pieno l’uva e i fichi, compresi i fichi d’india che trovate freschi e maturi solo a settembre. Continua fino all’inizio dell’autunno la stagione di prugne e susine e quella della Giuggiola.

Frutta di stagione: ottobre

Le primizie di ottobre sono le castagne, i primi cachi accompagnati dai caco mela e le melagrane.  Abbiamo abbondante l’uva e torna squisito il limone. Mele e pere ritrovano splendore e aumentano le varietà disponibili.

Frutta di stagione: novembre

Caco e caco mela sono al top, le castagne sono pronte anche in montagna e arrivano le noci. Ritroviamo il kiwi che avevamo salutato a maggio e con l’arrivo del freddo madre natura torna a regalarci le vitamine dei primi agrumi: arance, mandarini, mandaranci e pompelmi tornano di stagione, assieme al limone che a dicembre andrà a riposo. Mele e pere come sempre. Per variare ecco l’avocado, che a novembre e dicembre offre il massimo delle sue proprietà. Non scordiamo le Nespole invernali!

Frutta di stagione: dicembre

Arance, avocado, cachi, kiwi, mandaranci, mandarini, pompelmi e melagrane: chi può dire che dicembre sia avaro di frutta di stagione? In più ci sono i pompelmi e l’ananas al top della forma, con le mele e le pere delle varietà invernali.

Qui di seguito vi propongo una tabella riassuntiva che mostra i mesi dell’anno in cui sono disponibili i vari frutti di stagione. Per frutti disponibili tutto l’anno, come l’ananas e la banana ho evidenziato in grassetto i mesi in cui i frutti sono solitamente di miglior qualità.

Frutta di stagione Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic
Albicocca SI SI SI
Ananas  SI  SI SI  SI  SI  SI SI SI  SI  SI  SI  SI
Anguria SI SI
Arancia SI SI SI SI SI SI SI
Avocado SI SI
Banana SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI
Caco SI SI SI
Castagna SI SI
Ciliegia SI SI SI
Fico SI SI SI
Fico d’India SI
Fragola SI SI SI SI SI
Gelso SI SI
Kiwi SI SI SI SI SI SI SI
Lampone SI SI
Limone SI SI SI SI SI SI
Mandarancio SI SI SI SI
Mandarino SI SI SI SI SI
Mandorla dolce SI
Mela SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI
Melograno SI SI SI
Mirtillo SI SI SI SI
Mora SI
Melone SI SI SI
Nespola SI SI SI
Noce SI
Pera SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI SI
Pesca SI SI SI SI
Prugna SI SI SI SI
Pompelmo SI SI
Ribes SI SI
Susina SI SI SI SI
Uva SI SI SI

Pubblicato da Michele Ciceri il 8 dicembre 2015