Essere ottimisti: frasi

Essere ottimisti

Essere ottimisti fa bene. Molti lo credono e, dato che non c’è nulla da perdere o quasi, a fidarci di questa voce, io lo faccio. Mal che vada, non accade nulla e nel frattempo ho sorriso piuttosto che corrugare il viso in una smorfia di preoccupazione. Che, oltre a non fare bene a noi, trasmette negatività anche agli altri.



Come essere ottimisti

Prima di capire come essere ottimisti, preciso che ciò non significa essere degli sprovveduti o non avere i piedi per terra. Per essere ottimisti, ad esempio, uno dei primi passi da fare è quello di non fasciarsi la testa prima del dovuto.

Solo se abbiamo validi motivi, preoccupiamoci, temiamo il peggio, non “tanto per”. Un altro passo da fare, per essere ottimisti, è quello di distinguere tra un fatto assolutamente negativo e un fatto relativamente negativo. Ci sono situazioni infatti definitivamente disperate, altre invece che magari non sono “da sogno” ma nemmeno senza speranza.

Essere ottimisti

Essere ottimisti fa bene

Fa sorridere di più e ci permette di avere un atteggiamento più positivo e sorridente, accogliente e gradevole. Questo sì, quindi fa bene alla nostra immagine. E alla nostra salute?

Anche: essere ottimisti infatti attiva dei processi interni che, anche se solo in parte scientificamente provati, sembra che diano dei risultati. Senza approfondire il lato medico e scientifico, pensiamo ai mal di testa “da preoccupazioni inutili” che possiamo evitare se impariamo a essere ottimisti.

Essere ottimista: frasi

“Le persone più felici non sono necessariamente coloro che hanno il meglio di tutto, ma coloro che traggono il meglio da ciò che hanno.” Khalil Gibran

“L’ottimista vede opportunità in ogni pericolo, il pessimista vede pericolo in ogni opportunità.” Winston Churchill
“Si realizzano sempre le cose in cui credi realmente; e il credere in una cosa la rende possibile.” Frank Lloyd Wright

“Se fai finta di essere buono, il mondo ti prende molto seriamente. Se fai finta di essere malvagio, il mondo non ci crede. È sbalorditiva la stupidità dell’ottimismo.” Oscar Wilde

Essere ottimisti

Essere ottimisti in gravidanza

Essere ottimisti in gravidanza, significa beneficiare di tutti i vantaggi “di base” di questo modus vivendi, a cui aggiungere la serenità e la calma interiore che a volte in gravidanza sono più rare. Inoltre, può capitare che ci si immaginino gli scenari più terribili sul futuro del nascituro, mettere al mondo una nuova creatura è una responsabilità e se si sfoglia il giornale mentre si è in dolce attesa, è difficile essere ottimisti. Ma chi riesce ad esserlo, sarà probabilmente un genitore migliore.

Essere ottimista: consigli

Ognuno è bene che trovi il proprio personale modo di diventare e di essere ottimista. Inutile, quindi, sfogliare manuali pratici, meglio approfondire il tema con un libro speciale: “L’ottimismo” di Francesco Alberoni.

Essere ottimisti in tempo di crisi

Quando il gioco di fa duro, i duri iniziano a giocare. Ed è in tempo di crisi, quando pensare positivo è difficile, che è necessario più che mai. Come? Prendendola come una sfida, personale e lavorativa, pensando che la crisi sia l’occasione per usare la negatività del momento come leva per un futuro migliore. Nelle piccole cose, per fare grandi cose.

Essere ottimisti

Essere ottimisti in amore

I pessimisti in amore hanno poco successo, a meno che non trovino un altro pessimista con cui disperarsi. Ecco un unico ma ottimo motivo per essere ottimisti in amore.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbe interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 18 giugno 2017