Dobermann: carattere e prezzo

dobermann7

Dobermann: un nome spesso associato a leggende che gettano un’ombra aggressiva su questo cane da difesa che invece, se educato bene, svela rare doti di acume e di addestrabilità. E’ una razza di origine tedesca, docile e sensibile, che merita un posto d’onore nella cinquina delle razze di cani più intelligenti.

Di taglia medio-grande, il dobermann si mostra muscoloso, tonico ed agile, eppure cade vittima di false leggende negative. Prima fra tutti ad affliggere il dobermann è quella sulla crescita eccessiva del cervello che lo rende “pazzo” a causa della compressione della scatola cranica. Basta pensare che se così fosse, si avrebbero nel dobermann problemi non solo a livello di umore e di carattere, ma anche a livello motorio e sensoriale.



Nessuna pazzia, quindi, anzi, il dobermann è un cane di grossa utilità. Da tempo: durante la prima guerra mondiale, i dobermann nell’esercito tedesco portavano ordini al fronte, cercavano feriti e dispersi e vegliavano sui prigionieri. Oggi il dobermann è un abile cane da soccorso e nelle forze dell’ordine è utilizzato per la ricerca di stupefacenti ed esplosivi. Negli USA il dobermann è usato dai marines con il nome di “devil dog” per la forma delle orecchie tagliate: paiono corna.

Dobermann: origini

Sono recenti le origini del dobermann, razza che spunta ad Apolda nell’attuale Turingia (Germania) tra il 1850 e il 1870 ma viene poi ufficialmente riconosciuta nel 1898, ben quattro anni dopo la morte del suo creatore. Il papà del dobermann è intuibilmente Friedrich Louis Dobermann, messo comunale ed esattore delle tasse in un periodaccio, tanto che girare per strada gli era pericoloso.

dobermann1

Proprio dall’esigenza di selezionare una razza dove spiccassero coraggio, tempra e amore viscerale verso il conduttore, un cane che gli facesse da guardia del corpo, nacque la sua passione di Mr Dobermann  per le mostre canine. Frequentadole riusci a selezionare un cane calmo, equilibrato, ma coraggioso, pronto a difendere il suo padrone fino alla morte.

Per ottenere l’attuale dobermann partì dal Pinscher:  ne acquistò vari esemplari tra i più grandi e provò ad incrociarli tra loro e con altri cani. Esperimenti canini da cui nacque Bismarck, nera con parti gialle, più grande del Pinscher, ma con la tempra giusta per Dobermann: “ci siamo!” penso. Bismarck, poi ribattezzata Bismart per non offendere il primo ministro tedesco, si incrociò a sua volta con altre razze di cani, tra cui sicuramente lo Stoppelhopser (antenato del Pastore tedesco), il Cane da macellaio.

Il carattere del Rottweiler è sicuramente uno dei più discussi avendo questo cane fatto parte anche dell’elenco di razze pericolose, quando era in vigore (in verità sulla carta è un cane equilibrato, tranquillo, obbediente, addestrabile, ma anche protettivo e determinato, coraggioso e indipendente): l’Alano, il Manchester, il levriero Greyhound, il Bracco di Weimar e il Beauceron. Ecco finalmente il dobermann d’oggi.

dobermann5

Dobermann: descrizione

Il dobermann è un cane di taglia medio-grande, i maschi al garrese misurano dai 68 ai 70 cm e pesano dai 40 a 44 kg, le femmine vanno dai 63 ai 67 cm, dai 32 ai 36 kg. Il fisico, al di là del sesso, è sempre atletico e slanciato. muscoloso, ma sempre leggero. La coda, sottile e di media lunghezza, viene tradizionalmente amputata, come le orecchie che sono, al naturale,  lunghe e pendenti. Il tartufo del dobermann è molto voluminoso, spicca in una testa piccola, con occhi piccoli, collo slanciato ed elegante.

Il pelo è sempre raso e lucido, ispido, liscio e lucente, con attaccatura sottile e al tatto omogeneo. Sul mantello non sono ammesse le macchie bianche  e il colore più comune è invece il nero focato, ma viene ammesso dallo standard anche il marrone focato mentre non riconosciuti dallo standard, ci sono anche dobermann albini, blu focato, o isabella. Gli ultimi due dal 1995 non più accettati e addirittura per i dobermann così tinti non è permessa la riproduzione perché il gene responsabile era lo stesso che poi causava al cane una forma di alopecia detta “del mutante di colore”.

dobermann3

Dobermann: carattere

Sfatati i miri sul carattere aggressivo “da compressione di cervello”, possiamo tranquillamente dire che il dobermann è un cane pacifico e socievole, affettuoso, attento, curioso e molto coraggioso. E’ molto legato alla sua famiglia e con il padrone, in particolare, sviluppa un rapporto quasi di venerazione. Lo difenderebbe fino alla morte.

Ricordiamo infatti che il suo creatore lo ha voluto così, vero Mr Dobermann? Con i bambini, sempre alla faccia delle leggende canine, è molto delicato e premuroso: un ottimo compagno di giochi, sempre allegro, molto paziente e tollerante. Come per ogni animale, è necessario non lasciare soli bambini piccoli e dobermann, il cane deve essere educato a stare loro accanto. E viceversa i bambini a non farlo impazzire con dispetti voluti e non. E’ una questione di educazione reciproca.

dobermann6

Dobermann: educazione

Cane da difesa, sì, il dobermann, e vanta anche un ottimo livello di addestrabilità. Come abbiamo detto per stare coi bambini è indispensabile che loro siano abituati ad avere comportamenti opportuni e il dobermann a sua volta. La sua indole è comunque profondamente affettuosa. Anche la lealtà è naturale in questa razza, anzi, è abbondante e quasi esagerata tanto che il legame che il dobermann crea con il padrone ha veramente una potenza che sfiora l’incredibile. Per un cane dai forti sentimenti come il dobermann è importante una buona socializzazione, con gli umani e con i suoi simili, e un proprietario dal comportamento coerente che gli sappia impartire una ferma educazione.

Dobermann: prezzo

Non c’è un listino prezzi per il dobermann, come spesso accade per altre razze di cani, ma una cosa è certa, o quasi: se un cucciolo di dobermann costa meno di 700 euro c’è qualcosa che non va. E questo qualcosa a che fare con il pedigree o simili. Allevare e far riprodurre animali di razza è costoso, bisogna seguire degli standard e seguire esemplare per esemplare. Un “investimento” sul dobermann, cinicamente parlando, dura in media 10-11 anni.

dobermann2

Dobermann: celebrità

Cani come il dobermann, poi, possono avere fama eterna. Ce ne sono vari esempi, a partire dal primo esemplare ufficiale della specie, registrato nel 1898: Graf Belling di Groenlandia. In Tv brillano di notorietà Apollo e Zeus, i due dobermann dell’Higgins di Magnum P.I., chiamati “i ragazzi”, mentre al cinema sempre in ruoli da “nemici” ci sono dobermann in Moonraker – Operazione spazio, Oliver & Company, Garfield e Up.

Il dobermann più famoso della storia è però Rancho Dobe’s Storm, noto come Storm (Tempesta), vissuto tra il 1949 e il 1960. A partire dal 1950 cominciò a bazzicare per mostre e conquistò ben 26 vittorie consecutive rimanendo imbattuto durante tutta la sua vita e aggiungendo alle sue coppe due titoli di Best in Show al celebre Westminster Kennel Club Dog Show, uno spettacolare evento ospitato ogni anno ininterrottamente dal 1877 al Madison Square Garden di New York.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti:

– Elenco razze di cani

 Pastore del Caucaso: carattere e prezzo

Dogo argentino: carattere e prezzo

Pinscher: carattere e prezzo

– Alano tigrato

Pubblicato da Marta Abbà il 19 giugno 2015