Distributori automatici di cibo per cani

distributori automatici di cibo per cani6

Distributori automatici di cibo per cani: che servano per regolazione,per auto-regolazione o per delegare un compito umano, o canino ad una macchina? Il dubbio c’è, ma prima di dissiparlo mi piace andare a vedere le potenzialità dell’oggetto. In questo caso si tratta di distributori automatici di cibo per cani, quindi è importante anche capire il ruolo che svolgono, o che possono svolgere, nell’alimentazione del nostro amico 4 zampe affamo, goloso, inappetente che sia. E anche ingordo.



Distributori automatici di cibo per cani: come individuare le dosi

L’alimentazione, è elemento fondamentale per la buona salute dei cani, e non si parla solo di qualità anche di quantità. Ecco quindi che un buon distributore di cibo per cani può fare forse la differenza. Facciamo un passo indietro per capire come si valutano e porzioni quotidiane ottimali. Le razioni dipendono dal peso dell’animale, dal suo sesso, dall’età e dalle abitudini di vita del cane.

Ci sono tabelle per il calcolo del fabbisogno energetico quotidiano, poi magari da personalizzare, come d’altronde capita anche con noi umani. Non siamo macchine, e le diete non sono matematiche, bisogna cucirsele addosso.  Anche il bilanciare correttamente proteine, carboidrati, fibre e grassi negli alimenti prescelti è essenziale per avere e mantenere un cane in buona salute. Dal fabbisogno energetico giornaliero si può calcolare la dose quotidiana di cibo e quindi la razione, da correggere con il fattore fisiologico (gravidanza, “infanzia”, allattamento… ) e con il “fattore razza”. C’è curiosamente uno 0,8 per razze nordiche e terranova, un 1,1 per i cani da caccia e così via.

Distributori automatici di cibo per cani: quando e perché usarli

Perché mai comprare un cane e avere poi così poco tempo da dedicargli da non riuscire neanche dargli da mangiare regolarmente? Una domanda polemica potrebbe essere questa, ma ci sono situazioni in cui l’amore per un cane va oltre il senso di realtà, oppure le cose cambiano e ci si trova a non riuscire a incastrare tutto. E allora ecco che i distributori automatici di cibo per cani corrono in nostro aiuto. Corrono a “riportarci la pallina” come i nostri amici a 4 zampe, rimettendo nelle nostre mani situazioni che ci sono scivolate, di mano, appunto.

distributori automatici di cibo per cani3

Distributori automatici di cibo per cani: quale scegliere

C’è una buona scelta sul mercato di distributori automatici di cibo per cani. Non ci si può lamentare, anzi, si può scegliere quale più si adatta, più ci viene incontro senza invadere la nostra relazione uomo/donna-cane.

I distributori automatici di cibo per cani proposti da Pet Italy prevedono 3 pasti programmabili e hanno una novità introdotta nel 2015. Si tratta del parte vocale: distributori automatici di cibo per cani parlanti. Orario e dose è naturalmente a piacimento di noi padroni: noi programmiamo quanto e quando e poi ci pensano i distributori automatici di cibo per cani.

distributori automatici di cibo per cani4

 

E la voce? Eccola, e non solo voce, anche musica volendo. Sì, gli innovativi distributori automatici di cibo per cani danno la possibilità di registrare una frase, una voce, “un urlo” volendo, oppure una operetta, o un jingle, a piacimento. Con un microfono. E poi? Questa traccia registrata diventerà il richiamo con cui i distributori automatici di cibo per cani comunicheranno i nostra assenza con il cane.

Saranno il “gong” della cena, o del pranzo. Ricorderanno all’animale, solo in casa, quando è il momento di mangiare. Poi, magia! Come in un cartoon futuristico ci sono sei vassoi separati in cui possiamo inserire 6 diverse tipologie di cibo, e decidere quando mangia cosa. Ogni vassoio dei distributori automatici di cibo per cani verrà aperto all’ora giusta, grazie anche ad un pannello di controllo facile da usare, da smontare e da pulire e costa poco meno di 40 euro.

Dal punto di vista estetico, i distributori automatici di cibo per cani proposti da Pet Italy si presentano molto sobri, tutto è nascosto, alla vista di ospiti, e del cane stesso che, se non è ora, vede un cilindro chiuso e stop. Poi si apre a spicchi, è elegante, a le regolazioni a vista, con la speranza che il cane non sia così intelligente da manipolarsi i pasti. funziona a batterie e sono sotto, protette.

distributori automatici di cibo per cani5

Tra i vari distributori automatici di cibo per cani ci sono anche quelli come “Big Self Food”In questo caso abbiamo un serbatoio trasparente che ci permette di vedere il livello del cibo scendere man mano. Lo vedrà naturalmente anche il cane, speriamo non gli venga l’ansia.

Non c’è comunque da preoccuparsi, perché la capacità massima è di 5 litri e, trattandosi di distributori automatici di cibo per cani, è possibile programmare la quantità da rilasciare di volta in volta a disposizione del nostro animale. Si arriva fino a 3 pasti al giorno, a partire da uno, e anche nel caso di “Big Self Food” possiamo sbizzarrirci e registrare un richiamo vocale per dire “tutti a tavolaaaa”.

Distributore automatico cibo per cani

Come i precedenti, di Pet Italy, anche questi distributori automatici di cibo per cani funzionano a batterie, non prevedono fili pericolosi, e sono facile da pulire. Sia il serbatoio, sia il vassoio, sono smontabili, il tutto costa 60 euro.

Dal punto di vista estetico, questi distributori automatici di cibo per cani sono più vistosi dei precedenti. Per un padrone che è fiero del proprio cane e che non è infastidito da oggetti che ne richiamano la presenza in casa. Anche se entra un vicino curioso, un venditore di scope o l’amico dellafiglia. Il serbatoio in bella vista è anche una comodità, sembra una sorta di clessidra del cibo, conta le ore del vostro ritorno assieme al vostro amico a 4 zampe, ma a pancia piena.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 6 giugno 2015