Concimazione del prato

Concimazione del prato

Concimazione del pratocalendario delle concimazioni del manto erboso, mese per mese. Come cambia la composizione del concime nelle varie stagioni e in quali mesi somministrare il fertilizzante.

Il concime per il prato va somministrato in diversi mesi dell’anno. In questo articolo ti darò un calendario delle concimazioni del prato ma prima partirò con concetti basilari.

Miglior concime per prato

Non esiste un unico concime universale da somministrare, in modo indiscriminato, in ogni periodo dell’anno. La scelta migliore per concimare il prato prevede dei concimi specifici con formulazione diversificata in base alla stagione. Per esempio, per la concimazione autunnale un concime ad alto tenore di potassio prepara il prato ad affrontare il freddo invernale, mentre in estate un eccesso di azoto potrebbe causare una crescita smisurata del prato e costringere ad aumentare la frequenza di taglio. Vediamo subito come concimare il prato usando sempre i composti giusti.

Concimazione prato in inverno

In inverno il prato non va concimato. La prima concimazione del prato si esegue tra fine marzo e inizio aprile, mentre l’ultima concimazione dell’anno si esegue verso ottobre. Dall’autunno inoltrato in poi, il prato non va concimato!

Calendario concimazione prato

Per capire come concimare il prato, iniziamo subito con un calendario in cui, di volta in volta, ti indicherò il miglior concime da somministrare al prato in base al periodo.

Concimazione del prato: marzo e aprile

Tra fine marzo e inizio aprile, dopo che hai provveduto a un’eventuale risemina per rinfoltire il prato, potrai eseguire la prima concimazione dell’anno.

A inizio primavera, si concima somministrando un concime a lenta cessione e ad alto titolo di azoto così come ti ho spiegato nell’articolo come curare il prato in primavera.

 

Se in casa avete del concime per piante da frutto tipo nitrophoska o concime specifico nitrophoska gold per prato, puoi usare quello. In genere la composizione del concime da somministrare al prato in primavera è, tipo:

  • 18 – 6 – 12
  • 20 – 5 – 15
  • 20 – 5 – 10

Tra i vari concimi presenti sul mercato da usare per concimare il prato in primavera ti segnalo un buon fertilizzante che si compra su Amazon al prezzo di 54,89 euro per una sacca da 25 kg. La resa è ottima perché per la concimazione del prato in primavera basterà distribuirne 30 grammi per mq. Per tutte le informazioni sul prodotto ti rimando a questa pagina Amazon.

Concimazione del prato: maggio

Nel mese di maggio va ripetuta la prima concimazione (stessa formulazione vista in precedenza), l’unica differenza è che dovrai abbassare leggermente le dosi rispetto a quanto prescritto dal produttore. Per il prodotto precedente, invece di somministrare 30 gr per mq ne basteranno 25 gr. Oltre al concime, nel mese di maggio sarà possibile eseguire un trattamento con prodotti anti-germinazione specifici per le erbe infestanti nel prato.

Concimazione del prato: giugno, luglio e agosto

Ecco che inizia la concimazione estiva. Con l’estate il concime da somministrare al prato non deve essere ad alto tenore di azoto, altrimenti, con le alte temperature e le maggiori ore di esposizione solare, il prato tenderà a crescere eccessivamente e l’erba tenderà a perdere il suo colore verde.

Per avere un prato sempre verde, nel mese di giugno o comunque con la concimazione estiva del prato, si va a somministrare un concime rinverdente, ricco di potassio e arricchito con ferro, a basso titolo di azoto. Se non ti va di acquistare tre diversi prodotti, usa, per la concimazione estiva del prato, il concime indicato per l’autunno!

Addirittura, il calendario della concimazione prevede per giugno e luglio un concime rinverdente, per agosto un concime liquido a bassissimo tenore di azoto. Quindi, in teoria, per fare le cose perfette, avresti bisogno di un concime per la primavera, uno per l’inizio dell’estate, uno per il mese di agosto, quando la colonnina di mercurio tocca i picchi più alti e, infine, uno per l’inizio autunno.

Per facilitare il tutto, molti vivaisti consigliano di limitare le concimazioni a due tipi di concime, uno primaverile e uno autunnale da applicare anche in estate perché è a basso titolo di azoto e alto titolo di potassio. Il potassio protegge le piante dagli eccessivi grandienti termici (freddo o caldo).

Concimazione del prato, settembre, ottobre e novembre

In questi mesi si eseguono le ultime concimazioni dell’anno. Come premesso, dovrai somministrare un concime a basso tenore di azoto. L’azoto promuove la crescita delle piante ma, con l’arrivo dell’autunno, il nostro scopo non è incrementare la crescita ma aumentare la resistenza del manto erboso al freddo.

Chi abita nel sud Italia può tardare e eseguire l’ultima concimazione del prato nel mese di novembre, ma solo se l’andamento climatico lo consente. E’ importante somministrare il concime prima dell’arrivo del freddo, quindi orientativamente nella prima metà dell’autunno.  Per informazioni più specifiche sul prodotto da usare e le cure da dedicare al tappeto erboso in autunno, ti rimando alla guida: come curare il prato in autunno.

Pubblicato da Anna De Simone il 5 marzo 2018