Come curare il prato in primavera

Come curare il prato in primavera

Come curare il prato in primavera: è il periodo buono per rinnovare il prato con una risemina o un rinfoltimento del manto erboso, per arieggiare, rinfoltire e per la cura del prato ingiallito.

Stai attento, perché se il tuo prato in primavera risulta ingiallito vuol dire che hai sbagliato qualcosa nelle cure invernali e autunnali. Per avere un prato sempre verde devi ricordarti di rispettare il calendario delle concimazioni e delle buone norme. Per esempio, se abiti nel settentrione d’Italia e il tuo prato si è ricoperto di neve… assolutamente non avresti dovuto passeggiarci sopra! La pressione di ogni passo comprime il manto erboso sottostante che, con il disgelo e la primavera, apparirà giallo-ocra. Questo è solo un esempio di ciò che può andare storto nella manutenzione del prato.

Come curare il prato in primavera

Con la primavera riprendono i tagli che hai sospeso lo scorso autunno. Non solo, questo è il periodo giusto per dare un’occhiata al prato e capire se è arrivato il momento di rigenerare il manto erboso con una semina extra. Ti spiegherò, in dettaglio, quali sono le cure da dedicare al prato in primavera proponendoti un vero e proprio calendario della manutenzione del manto erboso.

Lavori del manto erboso nel mese di marzo

Temperatura permettendo, il mese di marzo è quello più adatto per provvedere all’arieggiatura del prato. Nella guida Come arieggiare il prato ti ho spiegato come si esegue questa importante operazione e soprattutto perché è utile nella cura del prato.

Con marzo riprenderai a tagliare il prato, l’altezza consigliata è di circa 4 – 5 cm così da rendere il manto erboso più protetto in caso di gelate tardive. Dal mese di aprile, poi, potrai abbassare l’altezza del taglio.

Dopo aver eseguito l’arieggiatura e il primo taglio, elimina l’erba dal prato, anche se hai un rasaerba con taglio mulching, conviene eliminare i residui di erba perché l’umidità nell’aria potrebbe impattare sullo sviluppo di muffe, funghi ed erba ingiallita.

Come rigenerare il prato

Solo dopo il primo taglio è possibile procedere con una leggera semina per rinfoltire il prato. Come rigenerare il prato? Con uno spargi-concime, aggiungi alle zone da rinfoltire un mix di compost e sabbia e aggiungi i semi in proporzione alla necessità del manto erboso.

Ricorda che per eseguire la semina del prato le temperature, anche di notte, non dovranno mai essere sotto i 10 – 12 °C.

Se noti una zona di prato secco, giallo, colpita da marciume e malata, provvedi con una leggera zappatura e sostituiscila con la nuova semina.

Lavori del prato di aprile

Anche il mese di aprile prevede diversi lavori. Devi continuare a tagliare. Ogni quando tagliare il prato? In questo periodo dovrai procedere ogni 15 – 20 giorni.

In genere si attendono i primi giorni di aprile per eseguire la concimazione primaverile del prato. In primavera bisognerà somministrare un concime a lenta cessione e con alto titolo di azoto. Per questo motivo, non potrai usare lo stesso concime usato per la concimazione del prato autunnale (basso titolo di azoto e elevato titolo di potassio).

Tra i vari concimi presenti sul mercato ti segnalo un buon fertilizzante che si compra su Amazon al prezzo di 54,89 euro per una sacca da 25 kg. La resa è ottima perché per la concimazione del prato in primavera basterà distribuirne 30 grammi per mq. Per tutte le informazioni sul prodotto ti rimando a questa pagina Amazon.

Nota bene, con confezione simile è venduto anche un concime ad alto tenore di potassio, quindi attento a non fare confusione!

Cura del prato nel mese di maggio

Tra aprile e maggio dovrai eseguire un trattamento antigeminello (ovviamente dopo aver eseguito con successo la risemina del prato) per evitare la comparsa di malerbe nel prato. Le erbe infestanti a foglia larga sono le più difficili da eliminare. Per tutte le informazioni: erbe infestanti nel prato.

Inoltre, se il prato non assume il vigore sperato, esegui una seconda concimazione a distanza di 30 giorni dalla precedenza.

Calendario delle cure del prato

Per il calendario delle cure del prato, mese per mese, ti invito a visitare le guide suddivise per stagione. Ti ricordo che il prato, di base, necessita di due concimazioni all’anno, la prima è tardo invernale o concimazione primaverile del prato e la seconda è tardo estiva o concimazione autunnale del prato. Vi sono anche concimazioni estive ma queste sono di supporto e non sempre indispensabili.

Pubblicato da Anna De Simone il 28 febbraio 2018