Come scegliere il parquet

scegliere parquet

Come scegliere il parquet: per scegliere al meglio il parquet dovete conoscere la differenza tra i diversi tipi di parquet presenti in commercio. Districarsi tra le varie proposte non è affatto facile se non si conoscono le differenze tra i tipi di parquet, infatti abbiamo quello in legno massello, quello con supporto, parquet laminato, parquet con differenti finiture… ecco come scegliere il parquet!

Se dovete scegliere il pavimento di casa e state valutando la messa in posa del parquet, ecco qualche indicazione su come orientarsi al meglio. In questa pagina troverete i diversi tipi di parquet elencati in ordine di “pregio”, dal parquet più costoso a quelli più economici. Con questa tipologia di ordine saprete che più in basso andrete, più scenderete di prezzo. 

  • Parquet in legno massello

Il parquet in legno massello è il più pregiato in quanto è realizzato interamente con legno nobile. Il prezzo di questa tipologia di parquet varia in base al tipo di legno, allo spessore e alla finitura. In commercio esistono parquet in legno massello di diversi formati, da piccoli listelli a quadrotti simili alle piastrelle. Tra i suoi vantaggi citiamo le proprietà isolanti: dato lo spessore (che parte da 10 ai 16-18 mm) può essere un ottimo isolante termico e acustico. Essendo realizzato di solo legno si tratta di una scelta ecologica. Altro vantaggio è la durata.

  • Parquet con supporto

I “parquet supportati” sono composti da più strati di legno, in questo caso solo lo strato superficiale è composto da legno nobile. Gli strati sottostanti sono solitamente dati da legno di pioppo, larice o betulla e servono a dare stabilità ai listoni. Il prezzo è determinato dal tipo di supporto e dalla tipologia di legno nobile impiegata per il rivestimento. Tra i vantaggi abbiamo un buon rapporto qualità/prezzo, costi inferiori per la posa (è molto più semplice) e anche il fatto che può essere rilevigato e portato a nuovo.

  • Parquet Laminato – effetto parquet

Il laminato è più resistente di qualsiasi parquet ma c’è una grossa differenza tra parquet e laminato: il laminato è caratterizzato da una struttura a più strati derivati dal legno (fibra di legno, pannello di resina…) e la parte superficiale è data da un film decorativo che riproduce il motivo del legno. Il laminato può dare l’effetto del parquet con costi molto contenuti, è più facile da pulire del parquet, più adatto se s’intende installare un sistema di riscaldamento a pavimento. E’ ovviamente più economico e anche più facile da posare, inoltre il laminato non subisce variazioni di colore con la luce del sole, quindi è più adatto se in casa ci sono ampie vetrate.

  • Finto Parquet

Il PVC è un materiale sintetico che può dare vita a pavimentazioni con venature identiche a quello del legno. E’ impermeabile, facilissimo da pulire e non risente di deformazioni o “gonfiori” causati dall’acqua. Per le sue caratteristiche è perfetto per la pavimentazione del bagno. E’ più resistente alla maggior parte di pavimenti laminati ed è un ottimo isolante acustico.

Parliamo ora delle finiture. Il parquet può essere verniciato, grezzo o oliato. Ancora, può presentare un aspetto liscio, spazzolato, segato o con superficie leggermente irregolari e con venature in rilevo (piallato a mano)

  • Le finiture del Parquet, verniciato. Parquet lucido

Si tratta della finitura più comune. Non necessita di alcuna manutenzione annuale e può essere riverniciato nel caso di usura. Si graffia meno e si pulisce con un panno umido.

  • Le finiture del Parquet, oliato. Parquet opaco

Sulla superficie grezza del parquet viene passato uno strato di olio capace di nutrire il legno e conferire un effetto opaco. La finitura può essere rinnovata autonomamente passando degli oli rigeneranti. Gli strati di olio messi negli anni rendono la struttura più luminosa e resistente quindi è meno incline ai segni dell’età.

  • Le finiture del Parquet, grezzo

Il parquet non ha alcuna finitura. E’ al naturale. Viene prima posato e poi levigato. Non presenta alcuna finitura quindi il suo impiego è consigliato a chi intende, in secondo momento, realizzare una finitura personalizzata.

Per scegliere il pavimento di casa dando la priorità a elementi naturali proprio come il legno del parquet, valutate anche il pavimento in bambù.

Guida alla scelta del parquet: i colori, le essenze e i prezzi, queste informazioni sono contenute nella pagina “Parquet – Come scegliere: tipologie e colori”

Se vi è piaciuto questo articolo potete seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook o tra le cerchie di G+, le vie dei social sono infinite! :)

Pubblicato da Anna De Simone il 18 novembre 2014