Come scegliere il materasso

Come scegliere il materasso

Come scegliere il materasso giusto mettendo le varie proposte al confronto. Consigli per scegliere il materasso in base al peso e alle esigenze personali.

In commercio esistono diversi tipi di materasso. In questa pagina esamineremo tutte le tecnologie in commercio così da aiutarvi a scegliere il materasso per dormire bene e adatto alle più disparate esigenze. Particolare attenzione alla scelta del materasso deve essere fatta dai soggetti obesi e da chi soffre di mal di schiena.

Come scegliere il materasso in base al peso

Per dormire bene è possibile scegliere il materasso in base al peso. Il corpo, infatti, deve essere sempre ben sostenuto e non deve mai affondare nell’imbottitura.

Per scegliere il materasso in base al peso vi è una regola generale: più è elevato il peso e maggiore deve essere la rigidità del materasso. Tale regola generale è valida solo se la si applica senza esasperazioni perché anche i materassi più rigidi devono garantire la naturale curvatura a S della schiena.

Il modo migliore per scegliere il materasso in base al peso è fare una prova sul campo: provate a sdraiarvi in posizione supina e passate una mano dietro vicino all’osso sacro, nella parte bassa della schiena. Se c’è tanto spazio tra il materasso e la colonna vertebrale, questo è eccessivamente duro per il vostro peso. Al contrario, se non vi è spazio perché il corpo è portato ad affondare, siete sdraiati su un materasso troppo morbido per il vostro peso.

Se siete troppo indecisi, una buona soluzione è data dai materassi ergonomici in grado di adattarsi alla pressione del corpo.

I soggetti obesi, oltre a prestare attenzione alla rigidità del materasso, dovrebbero puntare anche a doghe robuste da cambiare più di frequente.

Miglior materasso per chi soffre di mal di schiena

Chi soffre di mal di schiena dovrebbe eseguire la prova vista nel paragrafo precedente o affidarsi a prodotti ortopedici.

In commercio sono pochi i materassi ortopedici. Attenzione a chi vi spaccia un materasso ergonomico per ortopedico… Per fare la “prova del nove” dovete chiedere al venditore se è detraibili dalle tasse. I migliori materassi per chi soffre di mal di schiena si possono detrarre perché considerati “un presidio medico”. I prezzi, però, si aggirano intorno ai 2.000 euro… per esperienza posso dirvi che ne vale la pena. E’ anche vero che non esiste un materasso ortopedico adatto a tutti, quindi anche in questo caso è necessario fare i conti con la propria corporatura e scegliere (oltre che il materasso) anche doghe adatte.

Come scegliere il materasso

La scelta del materasso si compone in diverse parti. Bisogna scegliere i materiali, le dimensioni e i supporti giusti. Già, per dormire bene, non solo bisogna orientarsi tra i migliori materassi in commercio, le doghe e i cuscini condizionano molto la qualità del sonno.

Tra i materiali e le tipologie di materasso disponibili in commercio, vi ricordiamo:

  • Memory Foam
    Materassi in poliuretano, meglio conosciuti come materassi Memory Foam, si tratta di un materiale plastico.
  • A molle
    Materassi a molle, si caratterizzano per l’estrema elasticità. I modelli più rigidi sono particolarmente adatti alle persone in forte sovrappeso o obese.
  • Combinati
    Materassi combinati, anche detti “ibridi”, dati da uno strato a molle e uno in memory foam, oppure da uno strato di lattice e uno a molle oppure, ancora, lattice e memory foam.
  • Lattice
    Materassi in lattice, sono quelli più rispettosi dell’ambiente. Inquinano di meno e possono essere costituiti da materiali al 100% vegetali.
  • Naturali
    Materassi di origine naturale. In questa categoria rientrano diversi tipi di materassi, da quelli con imbottiture di cocco a quelli in lana. I futon sono di origine naturale, e sono famosi per essere i materassi tradizionali giapponesi. Sonno bassi e compatti, quindi sconsigliati ai bambini.

Per conoscere i vantaggi e svantaggi dei vari tipi di materasso, vi rimandiamo agli articoli dedicati:


Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbero interessare anche i nostri articoli correlati:

Pubblicato da Anna De Simone il 1 aprile 2017