La coltivazione del basilico, istruzioni

coltivazione del basilico

Coltivazione del basilico: indicazioni utili su come coltivare il basilico e altri informazioni sulle proprietà benefiche di questa splendida pianta aromatica.

Le piante aromatiche sono ottime per sostituire il sale da cucina, sia fresche che secche, inoltre sono ricche di vitamine e minerali utili nella digestione e nel metabolismo. Chi riesce a coltivare autonomamente le proprie spezie, può contare su piacevoli stimolazioni olfattive e dare un valore aggiunto a ogni piatto.

In particolare, il basilico, è apprezzato per la sua funzione antiossidante e per le sue proprietà benefiche in grado di proteggere il nostro organismo.

Le Proprietà del basilico
In cucina, il basilico rende i piatti più appetibili e digeribili. Chi ama i rimedi naturali può riscoprire nel basilico un perfetto alleato grazie alle sue molteplici proprietà terapeutiche. Il basilico è un ottimo rimedio naturale per chi soffre di spasmi dello stomaco e dell’intestino, i suoi infusi sono perfetti per migliorare le digestioni difficili.

Il basilico ha, inoltre, leggere proprietà sedative, utile nei casi di insonnia causata da stress o emicrania. Contrasta i danni cellulari provocati dai radicali liberi (è una fonte di antiossidanti) grazie soprattutto all’azione dell’acido rosmarinico (presente anche nel rosmarino, salvia, menta, timo, melissa) che agirebbe in sinergia con la vitamina E e con altre sostanze antiossidanti.

Fin dall’antichità il basilico è stato usato come rimedio per contrastare infiammazioni della bocca e per detergere ferite superficiali, un tempo, infatti, si preparava una sorta di collutorio a base di foglie fresche di basilico, messe in infusione per 10 minuti in una tazza bollente.

La coltivazione del basilico

Il basilico è una pianta di origine asiatica e africana, cresce perfettamente nel bacino Mediterraneo e le coltivazioni nostrane sono facili da portare a termine.

Il basilico è tra le erbe aromatiche più impiegate in cucina  nella preparazione di moltissime ricette. Il basilico va consumato fresco, solo così sprigiona tutto il suo aroma. Averlo sempre fresco significa dedicare un angolo in giardino o in terrazzo per coltivarlo.

Coltivazione del basilico, la semina 
I semi vanno disposti nel terreno distanziati di almeno10 cm e ricoperti con circa 2 centimetri di terreno, dopo una settimana dovrebbero comparire già i primi germogli. Man mano che le piantine cresceranno procedere con il diradamento, eliminando le foglie più deboli per favorire la crescita del basilico. Quando le piante di basilico saranno cresciute, rimuovere i fiori ogni volta che si formeranno, per dare la possibilità alle piante di generare nuove foglie. Tutte le informazioni: Come seminare il basilico

Come coltivare il basilico in vaso 
Per le istruzioni dettagliate vi rimandiamo all’articolo Coltivazione del basilico in vaso.

Pubblicato da Anna De Simone il 6 aprile 2015