Le proprietà del basilico

basilico proprietà

L’elenco di tutte le proprietà del basilico e dei suoi semi. I semi del basilico, infatti, al pari delle foglie, possono essere molto apprezzati per i molteplici benefici.


Il basilico è una pianta aromatica facile da coltivare e soprattutto, dalle molteplici proprietà terapeutiche. Oltre alle famose peculiarità aromatiche che lo rendono prezioso in cucina, il basilico annovera diverse proprietà che lo rendono adatto per la preparazione di tisane, infusi e altri rimedi naturali.

Basilico, pianta e coltivazione

Il basilico è una pianta dal fusto eretto e ricco di ramificazioni che terminano con foglie peduncolate dalla forma ovale e appuntita. A seconda della varietà, le foglie di basilico possono essere di piccole o di grandi dimensioni, i fiori sono bianchi o rosati e nel complesso, la pianta supera assai raramente il mezzo metro d’altezza.

La pianta di basilico è originaria dell’Asia e viene coltivata negli orti e nei giardini di tutto il mondo per le sue proprietà aromatiche. Il raccolto si effettua da primavera a estate inoltrata: le sommità fiorite si raccolgono in estate. Per tutte le informazioni su come coltivare il basilico, tutto l’anno, in casa, vi rimando alla pagina: coltivare il basilico in vaso. Nella guida vi mostreremo anche la possibilità di coltivare il meno noto basilico rosso.

Proprietà del basilico

Il basilico possiede discrete proprietà stimolanti ed eccitanti, riesce ad aiutare la digestione e si presta bene come rimedio naturale per l’alito cattivo. E’ una pianta ricca di principi attivi che migliorano le funziona gastrointestinali, un infuso al basilico, infatti, è ottimo da bere dopo mangiato, soprattutto dopo pranzi o cene abbondanti. È l’ideale contro pesantezza di stomaco e tutte quelle affezioni generalmente definite come “tensione nervosa allo stomaco”.

Infuso di basilico, proprietà

Per aiutare la digestione si può preparare un infuso a base di basilico ponendo 20 grammi di foglie fresche in un litro di acqua bollente. Le foglie vanno lasciate a riposo nell’acqua bollente per circa 10 minuti. Questo infuso può essere consumato per aiutare la digestione nei dosaggi di 2-3 tazzine al giorno dopo ogni pasto.

Il basilico rappresenta un rimedio naturale in grado di prevenire i disturbi alla tiroide. Si lascia riposare un cucchiaio di foglie di basilico per 10 minuti in 250 ml di acqua bollente. Si filtra, si lascia raffreddare e si consuma. Per altre proprietà: olio essenziale di basilico.

Basilico, valori nutrizionali

Cento grammi di basilico apportano solo 22 calorie. Il basilico è ricco di vitamine e microelementi come zinco, potassio, fosforo, manganese e ferro. Per tutte le informazioni sui valori nutrizionali vi rimando alla pagina dedicata: basilico, proprietà nutrizionali.

Semi di basilico

Non tutti sanno che il basilico produce dei semi commestibili che annoverano molteplici proprietà terapeutiche. Nella cucina asiatica, dai semi di basilico si ricavano bevande (come il sharbat irianiano) e dessert (come la falooda, dolce tipico indiano e tradizionalmente preparato anche in Nepal, Pakistan, Bangladesh, Myanmar e Sri Lanka).

I semi di basilico somigliano vagamente ai semi di chia (sono piccoli e neri). Ricchi di antiossidanti, vitamina A, C e K, apportsemi di basilicoano alti livelli di betacarotene, calcio, magnesio, potassio e ferro. Annoverano proprietà rilassanti, favoriscono la digestione e contrastano la costipazione.

 

Nella coltivazione del basilico per l’impiego delle foglie, consigliamo sempre di cimare la pianta eliminando i getti dei fiori. Se vi state chiedendo dove trovare i semi di basilico per sfruttarne le proprietà curative, sappiate che potete ricavarli dalla stessa pianta. Lasciate fiorire il basilico e, in tarda primavera, quando sbocceranno, provvedete a raccogliere i semi così come spiegato nella guida: come raccogliere semi di basilico.

Nella foto in alto, è mostrato il Flooda, una sorta di frappé ricco di semi di basilico.

Come conservare il basilico

Il basilico si può conservare per tutto l’anno, sia fresco che essiccato. Non solo, con il basilico si può preparare un famosissimo condimento: il pesto. Per conoscere tutti i metodi di conservazione del basilico, vi rimando alla pagina: come conservare il basilico.

Il basilico è molto famoso perché utilizzato per preparare il pestoe con la giusta conservazione è possibile avere del pesto fresco e fatto in casa tutto l’anno. Potete scegliere di fare il pesto sottolio o congelato.

In entrambi i casi, dovrete innanzi tutto preparare il pesto con la ricetta che più vi aggrada. Pronto il pesto se lo dovete congelare ponetelo in piccoli vasetti, sono perfetti ad esempio quelli degli omogenizzati, in questo modo avrete pronte le vostre monoporzioni. Per conservarlo sottolio, invece, mettete il pesto in un barattolo e infine ricoprite il tutto o con olio di semi o di oliva. Lasciate che l’olio smetta di fare le bolle, dopo di ché chiudete il tutto con un coperchio ermetico e conservate in un luogo buio e asciutto.

Pubblicato da Anna De Simone il 23 novembre 2017