Come seminare il basilico

Come seminare il basilico: istruzioni sulla semina e la coltivazione del basilico. Raccolta dei semi, germinazione e messa a dimora delle piantine già sviluppate. Esigenze e cure da impartire alla pianta. Malattie del basilico, come curare il basilico con foglie gialle.

Il basilico è tra le erbe aromatiche più impiegate nella cucina italiana. Il basilico ha origini asiatiche e il suo impiego culinario, in Europa, è delegato alla penisola italiana. In Asia, il basilico è usato nella preparazione di moltissime ricette in Taiwan, Thailandia, Vietnam, Cambogia e Laos.

Il basilico va consumato fresco, solo così è possibile sfruttare tutto il suo aroma. Per averlo sempre fresco dovremmo dedicare un angolo dell’orto o del terrazzo, alla sua coltivarlo. Per la coltivazione del basilico, scegliete uno spazio soleggiato.

Come seminare il basilico

La semina del basilico è una pratica semplice da compiere; sarà sufficiente seguire alcune indicazioni per scongiurare attacchi parassitari o malattie. Ecco come seminare il basilico per averlo sempre fresco in cucina.

Periodo di semina e clima

La prima cosa da tener conto prima di seminare il basilico è il clima. Quando seminare il basilico? Il periodo migliore per la semina cade in primavera inoltrata, quando ormai le gelate sono finite.

Eccezione fatta in caso di semina in ambiente protetto. Chi semina il basilico in un luogo riparato può anticipare il periodo di semina di un paio di mesi. A sud è possibile seminare verso la fine di gennaio, in ambiente protetto, al nord meglio aspettare metà – fine febbraio.

Dove coltivare il basilico in casa o giardino

Anche il luogo di messa a dimora è importante. La pianta di basilico necessita di sole per almeno 6-8 ore al giorno. In caso di coltivazione in terrazzo, assicurarsi che i vasi siano in una zona ben soleggiata ma non ventosa.

In casa, scegliete un davanzale della finestra bel soleggiato e, anche in questo caso, lontano da correnti. Fate attenzione a non far entrare in contatto le foglie di basilico con il vetro della finestra… potrebbero bruciarsi!

Terreno adatto alla coltivazione del basilico

Per poter godere di un buon basilico, è necessario fare un buon lavoro preliminare. Chi semina in pieno campo dovrà eseguire una vangatura profonda e incorporare del concime organico (compost, stallatico, letame maturo…).

Per chi semina e coltiva il basilico in vaso, bisognerà scegliere un terreno soffice per la semina mentre per la messa a dimora della piantine basterà un terriccio universale arricchito con del buon compost.

Il giorno che precede la semina, bagnare il terreno in modo che si presenti umido quando ospiterà i semi, facendo attenzione però a non creare ristagni d’acqua.

Semina del basilico

I semi vanno disposti nel terreno distanziati di almeno 8 cm e ricoperti con pochi millimetri di terreno. Chi semina a spaglio dovrà eseguire un ricco lavoro di diradamento. Seminate a spaglio e poi rastrellate superficialmente per interrare i semi.

Dopo una settimana dovrebbero comparire già i primi germogli. Man mano che le piantine cresceranno procedere con il diradamento, eliminando le piantine con le foglie più deboli per favorire la crescita delle piante di basilico più robuste. 

Come coltivare il basilico, le cure 

Quando le piante di basilico saranno cresciute, rimuovere i fiori ogni volta che si formeranno, per dare la possibilità alle piante di generare nuove foglie. La cimatura delle piante di basilico è necessaria per non sottrarre alla pianta energie. In pratica, con la fioritura, la pianta dedicherà energie allo sviluppo dei semi penalizzando la formazione delle foglie, più utili in cucina.

cimatura basilico

Dalla semina fino al raccolto, assicurarsi che le piante abbiano la giusta quantità d’acqua. Dato l’esposizione in pieno sole, il basilico va innaffiato tutti i giorni, meglio dopo il tramonto. Per la coltivazione del basilico in vaso il terreno dovrà essere sempre umido,  facendo attenzione ai ristagni d’acqua. L’irrigazione va fatta solo al terreno, evitare pertanto di bagnare la pianta.

Basilico con foglie gialle

Se la vostra pianta di basilico presenta foglie gialle o bianche, molto probabilmente il colpevole è il calcare contenuto nell’acqua. Le cause potrebbero essere anche altra malattie, per tutte le cure e le soluzioni, è disponibile la guida Basilico con foglie gialle.

Come raccogliere semi di basilico

Chi decide di raccogliere e conservare i semi di basilico per la semina dell’anno successivo, dovrà selezionare le piantine più robuste e vigorose così da lasciarle fiorire senza cimarle. Le piante destinate alla produzione dei semi dovranno essere sane. Controllatele periodicamente soprattutto nel periodo che precede alla fioritura. Per tutte le istruzioni: come raccogliere semi di basilico

Pubblicato da Anna De Simone il 25 marzo 2017