Come coltivare sul balcone di casa

Come coltivare sul balcone di casa

Come coltivare sul balcone di casa: la guida per la coltivazione di piante da fiore, ortaggi e verdure in cassoni, in fioriere o in vaso, così da realizzare un orto degno di nota sul balcone di casa o sul terrazzo.

“Stasera arrivano degli amici a cena, non ho voglia di fare la spesa… vediamo cosa posso cucinare raccogliendo ciò che coltivo sul balcone!” Ti piacerebbe realizzare un pensiero simile vero? E puoi farlo: coltivare ortaggi sul balcone non solo è possibile ma anche facile.

La coltivazione in vaso è semplice e alla portata di tutti. Non serve avere molto spazio, ti basta la terrazza o addirittura il balcone.

Coltivare gli ortaggi sul balcone è diventata un’idea simpatica e valida che coinvolge gli amanti del cibo biologico e dell’autoproduzione. Esistono diverse soluzioni per rendere il tuo balcone uno splendido orto biologico riciclando, per esempio, bottiglie di plastica oppure realizzando un orto rialzato. Nell’articolo “Come costruire un orto rialzato” ti ho spiegato come suddividere lo spazio del balcone o del terrazzo in box o cassette, ognuna destinata alla coltivazione di una varietà di ortaggi o verdure.

Cosa ti serve per coltivare ortaggi e verdure sul balcone di casa

Ti serve un orto rialzato! I contenitori migliori sono i cassoni, profondi almeno 30 – 40 cm e lunghi 80 – 100 cm. Se non ti piace l’idea dell’orto rialzato, puoi comprare le classiche fioriere 80 x 30 o 100 x 40 cm in base alla quantità di spazio di cui disponi e agli ortaggi che vuoi coltivare sul balcone.

In questa pagina ti propongo una lista degli ortaggi che non richiedono molte attenzioni e possono essere facilmente coltivati sul balcone. Dalla coltivazione dei pomodori alle erbe aromatiche, dalle carote al cavolfiore, dall’aglio alle bietole… questi appena citati sono solo alcuni dei tanti ortaggi da coltivare sul balcone.

Cosa si può coltivare sul balcone

Ecco l’elenco delle verdure e degli ortaggi da coltivare sul balcone:

  • Aglio
  • Bietola da coste
  • Broccoli
  • Carota
  • Cavolfiore
  • Cavoli di Bruxelles
  • Cavolo verza
  • Prezzemolo
  • Cicorie e radicchi
  • Cipolle
  • Fagioli e fagiolini
  • Finocchi
  • Fragole
  • Peperoni
  • Piselli
  • Lattughe
  • Melanzana
  • Pomodoro
  • Porro
  • Ravanelli
  • Sedano
  • Spinacio
  • Zucchino
  • Erbe aromatiche

Sì, anche piante rampicanti come fagioli e cetrioli si possono coltivare in vaso, sul balcone di casa. Stai attento però: il balcone non dovrà essere esposto a forti correnti d’aria, altrimenti il tuo orto diventerà un disastro! Se abiti fronte mare, dovrai provvedere a realizzare, in via preliminare, dei frangivento perimetrali per proteggere le tue coltivazioni sul balcone dal vento.

Un altro prerequisito per poter coltivare un orto sul balcone è l’esposizione: il tuo balcone non dovrà essere ombreggiato e dovrà essere esposto preferibilmente a Sud. L’ideale sarebbe un balcone privo di parapetti di cemento ma con una ringhiera che consente il passaggio del sole, così da minimizzare le zone in ombra. Se il tuo balcone risponde a tali requisiti, ti ritrovi con lo strumento ideale per organizzare un bell’orto!

Come coltivare sul balcone

Ogni verdura e ogni ortaggio, ha le sue precise esigenze, quindi non è possibile fare un vademecum generale. Ecco alcuni consigli per coltivare sul balcone o in terrazza, le verdure e gli ortaggi più amati.

Come coltivare il Basilico sul balcone. Il periodo di semina marzo aprile. Per crescere al meglio, necessita di un ambiente che sia umido ma al tempo stesso soleggiato. Il basilico è stato da poco scoperto essere un rimedio contro artrite e bronchite

Come coltivare il Prezzemolo sul balcone. Il periodo di semina da marzo a luglio. Necessita di un clima temperato. Il prezzemolo esercita un’azione diuretica e stimola la digestione. Masticare del prezzemolo dopo i pasti aiuta a combattere l’alitosi. Per uso esterno: il decotto di prezzemolo serve per combattere le chiazze di rossore e l’acne.

Per stupire i tuoi ospiti puoi coltivare anche il prezzemolo da radice, di questa varietà si usano sia le foglie, sia la radice carnosa. Avrai bisogno di contenitori di 40 cm di profondità. Per tutte le informazioni ti rimando alla pagina radice di prezzemolo. La radice di prezzemolo ha un sapore delicato e si può usare al pari di carote e patate.

Come coltivare la carota in vaso, sul balcone di casa. Il periodo di semina febbraio marzo, ma alcune varietà si possono seminare in qualsiasi momento dell’anno.

Si adatta al clima temperato. La carota stimola la diuresi, ha un’azione tonica sulla pelle. È un ortaggio molto ricco di carotene:  importante per la funzione visiva del nostro organismo. Come coltivare la carota sul balcone? prendi una fioriera o un cassone da 40 cm di profondità. Per fare economia di spazio puoi coltivare le carote tra le fila di lattuga, aglio e porri.

Coltivare carote viola in vaso:  tra le varietà più insolite, ti segnalo la carota viola. La carota viola è ricca di antocianine. Le antocianine sono pigmenti appartenenti alla famiglia dei flavonoidi, hanno un elevato potere antiossidante e stando a recenti studi proteggono il cuore e prevengono la comparsa di determinati tumori. Dove trovare i semi? Presso i consorzi agrari ma chi preferisce può sfruttare la compravendita online: su Amazon una confezione di semi di carote viola si può comprare con 6,50 euro con spese di spedizione comprese nel prezzo. Per tutte le informazioni ti invito a visitare questa pagina di Amazon dedicata ai semi di carote viola.

Come coltivare lattuga sul balcone. Il periodo di semina da febbraio ad agosto. La lattuga cresce bene in un clima freddo-umido. Puoi piantare la lattuga nelle stesse cassette dei gerani. O meglio, coltiva la lattuga da taglio e, a fine coltivazione, puoi usare lo stesso vaso per mettere a dimora i gerani!

Come coltivare la Cipolla sul balcone. Il periodo di semina da febbraio ad aprile. Si adatta al clima temperato. La cipolla, mangiata cruda, ha proprietà diuretiche e disinfetta l’intestino. Mangiata cotta aiuta l’intestino a proteggersi dalle infezioni. La cipolla vuole concimazioni a base di minerale, evita di somministrare concime organico. Per questa caratteristica, puoi coltivare la cipolla insieme alle piante da fiore così da coltivare fiori e ortaggi insieme!

Come coltivare il Ravanello sul balcone. Il periodo di semina da marzo a giugno. Predilige un clima fresco temperato. Il ravanello è un ottimo integratore naturale di sali minerali. Contiene potassio, calcio, ferro, fosforo e vitamina C. Ha un basso valore calorico.

Come coltivare il sedano sul balcone. Il periodo di semina da gennaio a luglio. Ha bisogno di un clima temperato, caldo e umido. Teme la siccità e il gelo. Il sedano cotto e crudo agevola la ritenzione idrica. consigliabile per le diete dimagranti, anche grazie al suo apporto di fibre.

Come coltivare il cavolfiore in vaso. Il vaso deve essere di dimensioni generose e con terriccio dall’ottimo drenaggio. Puoi iniziare con la semina fin dal mese di gennaio, proteggendo la superficie del terreno dal gelo con del materiale trasparente (puoi comprare apposite plastiche agricole ma va bene anche la pellicola alimentare!). Anche in questo caso, per rallegrare l’orto e fare il pieno di antociani, puoi scegliere varietà viola.

Per la varietà del cavolfiore viola, ti rimando a questa pagina Amazon, dove una bustina di semi di cavolo viola di Sicilia è proposta al prezzo di 7,56 euro. Certo, se vivi in terra sicula sarà più conveniente reperire i semi presso il tuo consorzio agrario di fiducia. Per seminare questa varietà, aspetta che le temperature, anche di notte, non scendono mai sotto gli 8 °C.

Come coltivare la salvia sul balcone. Il periodo di semina da febbraio ad agosto. Non sopporta climi freddi con autunni piovosi. La salvia è nota per le sue proprietà stimolanti per la memoria.

 

Come coltivare piselli sul balcone. Per la coltivazione del pisello in vaso in genere si consigliano le varietà nane, tuttavia se sul tuo balcone vi è un muro esposto a sud (soleggiato) o una ringhiera, puoi usarla per coltivare le varietà di pisello rampicante, più produttive. Ti serviranno vasi profondi, dal diametro di almeno 30 cm.

Pubblicato da Anna De Simone il 7 aprile 2018