Come costruire un orto rialzato

costruire orto rialzato

Come costruire un orto rialzato: come fare un orto rialzato con cassoni (dove comprarli), mattoni o con materiale da recupero (pallet, cassette, contenitori…).

Orto rialzato fai da te

Per costruire un orto rialzato fai da te non bisogna essere esperti artigiani ne’ avere un portafogli particolarmente gonfio.

Per costruire un orto rialzato potreste riadattare un vecchio pallet, delle doghe in legno o imballaggi ormai in disuso. E’ poi possibile fare un orto rialzato con mattoni, sia con posa a secco che con del collante (calcestruzzo, cemento…).

La caratteristica dell’orto rialzato è la struttura dell’aiuola che non è a livello del suolo ma più (appunto) rialzata. Questo ci da la possibilità di gestire un orto più ordinato ma soprattutto di coltivare l’orto anche su terreni poco fertili, sassosi o sul terrazzo.

Le piccole impalcature in legno possono essere riempite con terriccio, compost e torba.

Per rialzare l’aiuola si possono impiegare doghe, pallet, tavole di legno, mattoni, pietre, fasce in lamiera, cassoni… che andranno a fare da contenimento al terreno di coltivazione.

Per la costruzione dell’orto rialzato, procedete con la scelta del contenimento in base alle vostre esigenze.

Per esempio, se in casa già avete delle cassette della frutta, potete riadattarle e affiancarle l’una all’altra fino al raggiungimento delle dimensioni desiderate per la vostra aiuola, così da non dover comprare i cassoni per fare l’orto rialzato.

Come costruire un orto rialzato

Per iniziare, tracciate un perimetro ed effettuate la posa del materiale atto a contenere il terriccio.

A livello descrittivo possiamo sintetizzare i passaggi necessari per costruire un orto rialzato fai da te in poche e semplici frasi:

  1. Create una struttura perimetrale senza fondo.
  2. Fissatela al terreno.
  3. Riempite la struttura prefabbricata con del terriccio e argilla espansa per favorire il drenaggio.
  4. Piantate ortaggi e iniziate a coltivare il vostro nuovo orto rialzato fai da te.

Non ci sono regole circa il rialzo. Se vi state chiedendo quanto deve essere “alta” la struttura perimetrale di contenimento, sappiate che questa può variare da un minimo di 20-30 centimetri fino a superare il metro.

Se dovete realizzare un orto rialzato in terrazza o su un terreno sassoso e poco fertile, meglio considerare la profondità dell’apparato radicale degli ortaggi che intendete coltivare.

Come costruire un orto rialzato in mattoni

Dopo aver tracciato un perimetro, eseguite un piccolo scavo (bastano 10 cm o comunque il tanto che basta per interrare metà del vostro primo mattone). I mattoni o le pietre da posare perimetralmente dovranno essere ben salde nel terreno quindi vanno interrate per metà.

In base al tipo di mattone potete scegliere se eseguire una posa a secco o con collante. In caso di mattoni grossi (mattoni refrattari o mattoni alti), è più semplice proseguire con la posa a secco. Per questo motivo, per costruire un orto rialzato in mattoni è consigliato scegliere mattoni molto grandi.

Potete porre i mattoni sia orizzontalmente (quindi appoggiati sul suolo), sia verticalmente (quindi ficcati per metà nel terreno). Scegliete la soluzione che preferite in base alla disponibilità e al tipo di mattoni che intendete prendere.

Cassoni per orto rialzato

Nella foto in basso sono mostrati i cassoni in vendita per realizzare un orto rialzato pronto all’uso.

cassoni per orto rialzato

Questi cassoni sono molto decorativi. Esistono cassoni in plastica o in legno. Quello nella foto in alto è in legno impermeabilizzato, così da avere un aspetto più naturale.

Attenzione!
Non so il venditore cosa avesse in mente quando ha scattato una foto del genere ma… il cassone va riempito quasi completamente perché poste in quel modo le piante non avrebbero abbastanza luce!

Se acquistate cassoni per orti rialzati, assicuratevi di riempirli di terriccio fertile fino all’orto, saranno poi i fenomeni erosivi ad abbassare leggermente il livello del terreno.

Il cassone presente nella foto in alto misura 120 x 120 cm. Dispone di 9 box separati da poter trattare come piccole aiuole rialzate singole. Il cassone è proposto su Amazon al prezzo di 50,50 euro, con spedizione gratuite e, per altre foto e informazioni vi rimando a  “questo indirizzo Amazon“.

cassoni per orti rialzati si possono acquistare anche presso i Garden center più forniti e, sempre su Amazon, ne esistono modelli anche molto più economici (20 – 30 euro).

Come costruire un orto rialzato in legno

Come premesso, per costruire un orto rialzato fai da te potete usare legno ricavato da pallet o appositamente acquistato.

Se usate legno appositamente acquistato:
per lo spessore dei pannelli di legno l’ideale sarebbe 4 cm, per una lunghezza di 120 cm.

Un cassone per l’orto rialzato non deve essere troppo piccolo, ne’ troppo grande. La forma quadrata è l’ideale e le dimensioni di 120 cm sono ottimali per realizzare aiuole.  Per l’altezza dei pannelli in legno, vanno bene 60 cm.

Dunque costruire cassoni per orti rialzati vi serviranno:

  • 4 pannelli di legno 120 x 60 x 4.
  • 8 cerniere da falegname per unire a quadrato i pannelli.
  • Viti da legno da 2 cm e chiodi per fissare le cerniere.

I cassoni possono essere poggiati sul pavimento oppure interrati per metà. Il fondo del cassone può essere rivestito con della rete metallica. Il legno va trattato e impermeabilizzato.

Orto rialzato in pallet

Dovreste disassemblare il pallet e usare le traversine per costruire un orto rialzato fai da te così come mostrato nella prima foto in alto. Anche in questo caso vi servirà qualche cerniera da falegname e delle viti/chiodi così da fissare più facilmente le traverse tra di loro.

Orto rialzato, vantaggi

Perché costruire un orto rialzato se potete sfruttare la classiche aiuole? Perché i vantaggi sono tanti e vi consentiranno di ottenere un orto ordinato, pulito e con raccolti più abbondanti.

  • Il terreno
    Nell’orto rialzato il terreno è più fertile perché strutturalmente risulta più poroso perché non calpestato. In più può essere facilmente modificato.
  • La luce
    Poiché si coltiva su un appezzamento di terra rialzato dal suolo, le piante ricevono più luce e questo è fondamentale soprattutto in inverno, quando le ore di luce sono poche.
  • La temperatura
    Poiché è rialzato da terra, il fazzoletto di terreno si riscalda più rapidamente così da rendere più agevole sia germinazione, sia la crescit
  • L’accessibilità
    Con un orto rialzato di almeno un metro, la terra non sarà più così bassa! Così sarà più facile coltivare l’aiuola senza dolori di schiena.

GUARDA LE FOTO DELL’ORTO RIALZATO

 

Pubblicato da Anna De Simone il 7 gennaio 2018