Come coltivare pomodori

Come coltivare pomodori: consigli alla coltivazione del pomodoro in vaso o nell’orto. Irrigazione, tutore e concime. Distanza tra piante, dimensione dei vasi e consigli.

Se hai un po’ di spazio in terrazza o sul balcone, non rinunciare al sapore genuino dei pomodori coltivati in casa. Meglio ancora se hai un giardino, le soddisfazioni che può darti la terra sono sempre tante e coltivare  i pomodori è molto semplice.

In base alla tua possibilità, decidi se far coltivare pomodori in vaso o nel substrato terroso del giardino. Se vuoi coltivare pomodori in vaso acquista una varietà di pomodori piccoli, fatti consigliare in negozio quale specie si adatta di più alle tue esigenze e al tuo terreno. Una volta scelta la specie di pomodoro da coltivare, la tua avventura sarà circondata da azione agricola!

Semina del pomodoro o messa a dimora

Se hai acquistato i semi, dovrai prima farli germogliare e poi metterli a dimora quando si saranno formate le piantine; mentre se hai comprato direttamente le piantine, dovrai iniziare con la messa a dimora. Io consiglio l’acquisto delle piantine, sono più costose ma la spesa rientra nell’ordine dei 10 euro per un’intera confezione di piantine pronte per la messa a dimora.

Chi preferisce iniziare con la semina, può partire già nel mese di marzo – aprile seminando in semenzaio coperto. Man mano che le piante si sviluppano dovranno essere trasferite in vasi più grandi. La pianta potrà essere messa a dimora definitiva (all’aperto) solo quando le temperature sono compatibili con la crescita della pianta.

Le piante di pomodoro da acquistare sono piccole e di solito vengono vendute in contenitori di polistirene. Del tutto diverse sono le piante di pomodoro già sviluppate che sono vendute in vasi, in tal caso non dovrai metterle a dimora ma solo aspettare che maturino i primi pomodori.

Per la messa a dimora, se vuoi coltivare pomodori in terrazza o sul balcone, utilizza dei vasi dal diametro di 30-40 cm, altrimenti le piante andranno messe direttamente nel giardino, in una zona soleggiata e ventilata.

Durante la crescita il terreno non dovrà mai essere secco, pertanto annaffia le piante con frequenza, soprattutto perché il pomodoro è una pianta estiva e con le alte temperature l’acqua tenderà a evaporare.

Se il terreno che usi non è abbastanza fertile, puoi provvedere alla concimazione con la messa a dimora e le successive concimazione potrai farle solo dopo la fioritura o quando si saranno formati i primi pomodori.

Se il terreno è particolarmente povero, puoi eseguire concimazioni ogni 15 – 20 giorni. Chi coltiva in vaso dovrà concimare ogni 7 giorni somministrando però piccole dosi. Meglio non strafare con i dosaggi: apportare poco concime ma con costanza è la scelta migliore.

Cosa occorre per coltivare pomodori?

  • Piante di pomodoro o semi.
  • Vasi da 30-40 cm o giardino.
  • Terreno fertile.
  • Concime

Quali piante di pomodoro coltivare in vaso?

Scegli qualità nane o a cespuglio ma a crescita determinata. Nella coltivazione del pomodoro in vaso o nell’orto, aiutati sempre con un supporto di un tutore o un asse dove possono appoggiarsi le piante durante la fase di crescita.

Quando e dove coltivare pomodori?

Avviare la coltivazione poco prima dell’estate così da poter raccogliere durante i mesi più caldi. Per la maturazione dei pomodori, c’è bisogno di caldo e di una zona soleggiata.

Come concimare pomodori in vaso o nell’orto

In commercio esistono un gran numero di concimi ma attenzione a scegliere quello giusto. Una corretta concimazione aiuta a esaltare il sapore del pomodoro e a ottenere raccolti abbondanti. La concimazione è necessaria sia se hai deciso di avviare una coltivazione in vaso sia se operi in pieno campo. Sono le tempistiche differenti.

Se stai coltivando il pomodoro in vaso potresti concimare con cadenza settimanale somministrando concime a bassissimo dosaggio. Al contrario, se coltivi pomodori nell’orto, dovrai concimare ogni 15 – 25 giorni, in base alla qualità del terreno.

Tra i migliori concimi per pomodori presenti sul mercato ti segnalo il  Maxicrop che uso per le mie coltivazioni di pomodoro già da anni. La confezione da un kg si compra su Amazon al prezzo di 11,76 euro con spese di spedizione gratuite.

A prescindere dal concime impiegato, per garantire un ottimo rilascio, dopo aver distribuito il fertilizzante, ricordateti di irrigare la superficie.

Come concimare i pomodori in vaso?
Aggiungi un cucchiaino di prodotto (circa 2 grammi) al vaso. La dose è indicata per vasi da 30 cm. Se stai coltivando pomodori in una fioriera più grande, aumenta le dosi in proporzione (per esempio, 4 grammi per 60 cm, 6 grammi per casse da 80 cm…).

Come concimare i pomodori nell’orto?
Distribuisci 2 cucchiai di prodotto (circa 20 gr) per ogni metro quadrato di superficie coltivata. In pratica, con 1 kg riuscirai a concimare 50 mq di campo coltivato con pomodori.

Questo concime è ottimo perché riesce ad apportare i nutrienti necessari a sostenere la crescita del pomodoro e lo sviluppo ottimale dei frutti. In particolare il concime segnalato apporta:

  • Azoto (8%)
  • Fosforo (5%)
  • Potassio (6%)
  • Calcio (15%)
  • Manganese (5%)
  • Magnesio (6,5%)

Per tutte le informazioni ti rimando alla scheda del prodotto: Maxicrop concime naturale.

Sentiti libero di fare le tue valutazioni prima dell’acquisto, l’importante è che quando sceglie un fertilizzante per pomodori vi siano annoverati gli stessi nutrienti, anche se presenti in percentuali leggermente differenti (ogni produttore ha la sua formulazione).

Pubblicato da Anna De Simone il 3 giugno 2017