Car sharing: una rivoluzione conveniente

Car sharing conveniente

“Come la sharing economy cambia la nostra mobilità”. Come il car sharing, soprattutto, la sta già cambiando?

Questa è la domanda a cui risponde il libro pubblicato da Edizioni Ambiente qualche mese fa, a giugno: “Car Sharing” dell’esperto nel settore Carlo Iacovini.  L’avanzata del car sharing l’abbiamo sotto gli occhi ogni giorno, soprattutto nelle grandi città, ma per esserne consapevoli e non perdere ottime occasioni per migliorare la proprio quotidianità questo è il libro che va letto.
Si tratta di un tascabile agile ed accessibile anche ai non esperti, certo… è necessario essere interessati al tema. Ma, date le importanti opportunità di guadagno in tempo e in denaro, conviene esserlo!



Come spiega Carlo Iacovini, il car sharing può diventare una soluzione conveniente. Dal punto di vista economico, per le tariffe spesso e volentieri inferiori ai costi di gestione e di mantenimento di un’auto di proprietà. Dal punto di vista della sostenibilità, perché il car sharing è una pratica che elimina dalle strade circa 10 vetture private ogni volta che è praticata. Dal punto di vista della vivibilità, e lo sa bene chi vive in città: basta pensare allo spazio che si guadagna, da utilizzare poi a vantaggio della mobilità pedonale, ciclabile oppure da adibire a giardinetti.

Se anni fa vivere senza automobile sembrava una utopia, e la parola car sharing, una formula magica, oggi, non è più così e questo libro spiega bene perché, convincendo con dati e analisi. E si scopre che la percorrenza chilometrica annua da parte degli utenti del servizio diminuisce del 25% con il tempo. Basta quindi provare, per farsi tentare da questo “car sharing” e trasformarlo poi uno stile di vita.

Dopo la presentazione di Charlie Gnocchi e una prefazione di Gianni Silvestrini, in “tre atti” il volume racconta il car sharing da vari punti di vista: quello dell’auotomotive, quello degli affaristi e quello dei comuni cittadini. Ampliando lo sguardo, Iacovini guarda anche alle esperienze internazionali di successo, raccontando anche casi italiani di car sharing Car2go ed Enjoy, e non ancora, ad oggi, come Zipcar. Con una ultradecennale ed internazionale esperienza alle spalle nel settore, Carlo Iacovini non scrive un manifesto solo di lodi al car sharing ma è ben in grado di individuarne e spiegarne le criticità, e l’industria che ci sta dietro, svelandone i meccanismi, ma ben convinto che si tratti comunque di una rivoluzione che val la pena di seguire, di alimentare. Per lo meno di conoscere, leggendo.

“Car sharing. Come la sharingeconomy cambia la nostra mobilità” è acquistabile online a soli 11,9 Euro.

Altri articoli sul Car Sharing che abbiamo pubblicato e che possono interessarti:

Come funziona il Car Sharing

Car sharing a Milano: come funziona e quanto costa

Car sharing elettrico a Milano

Come funziona il Car2Go di Roma

Se vi è piaciuta questa recensione continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

 

Pubblicato da Marta Abbà il 16 novembre 2014