Bonsai ficus ginseng: cura e potatura

Bonsai ficus ginseng

Bonsai ficus ginseng, è il nome di un bonsai, e ginseng è più che altro una sorta di soprannome, perché di solito si parla di Ficus Bonsai Retusa. Detto ciò, andiamo a conoscere uno dei bonsai più amati, per la sua forma ma anche per la facilità con cui si può inserire anche come “elemento di arredo”.



Bonsai ficus ginseng

Il Ficus retusa, vero nome del bonsai ficus ginseng, è detto anche Ficus microcarpa, ed è una pianta con fusto ampio e allargato e grosse e nodose radici a vista. Si chiama ginseng anche perché proprio la forma di queste radici ricorda quelle del ginseng ma non confondiamole perché non hanno affatto le stesse proprietà.

Il bonsai ficus ginseng sembra sempre millenario anche se giovane, per via dell’aspetto che ha il suo fusto, contorto e vissuto. E’ inoltre un albero sempreverde dall’aspetto sempre vivo per tutto l’arco dell’anno.

Bonsai ficus ginseng

Bonsai ficus ginseng: cura

Per il bonsai ficus ginseng i nostri appartamenti sono un ottimo habitat. La temperatura media, attorno ai 18-20°C, per tutto l’anno, è quella a cui sono abituati e in cui sono nati come specie. Il problema potrebbe essere quello dell’umidità che nelle nostre case non è mai come questi bonsai desidererebbero. Ma non è una questione irrisolvibile.

Dobbiamo però trovare un rimedio alla carenza di umidità che è ciò di cui il bonsai ficus ginseng soffre e lo mostra sfoggiando un fogliame sempre più opaco e perdendo le foglie. Possiamo innanzitutto innaffiarlo al meglio, ma la cosa essenziale da prevedere è la frequente vaporizzazione della chioma.

Effettuiamola il più spesso possibile, soprattutto quando le temperature si alzano, oppure quando il riscaldamento è attivo.

Bonsai ficus ginseng: potatura

Evitiamo le potature drastiche, che al bonsai ficus ginseng come ai suoi simili, non piacciono affatto, e cerchiamo di intervenire in modo delicato solo sui rami di piccole dimensioni.

Se compriamo un esemplare di bonsai ficus ginseng ben “preparato”, ben impalcato, allora non avremo da fare un grande lavoro. Per questo, il ficus ginseng viene spesso consigliato anche ai principianti in ambito bonsai.

Bonsai ficus ginseng

Bonsai ficus ginseng: prezzo

E’ difficile definire un prezzo per il bonsai ficus ginseng, dipende molto da come è impalcato, dalla sua dimensione, dalla sua età. Possiamo trovarne anche esemplari da qualche decina di euro, stiamo attenti che siano in salute. Sta poi a noi non “buttare” l’investimento in verde, fatto, tenendolo al meglio, non al secco e in una zona luminosa ma non con il sole troppo diretto. Se costa troppo, potete trovare un esemplare di Ficus Benjamina meno pretenzioso ma altrettanto bello.

Bonsai: significato e simbologia

Per approfondire i significati dell’arte del bonsai in linea generale e delle singole specie che possiamo scegliere, Ficus ginseng compreso, una bella lettura. “Vivere il bonsai. Un’arte antica per il moderno Occidente” di Antonio Ricchiari.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 15 luglio 2017