Test del Moribondo: cosa è e come si fa

Test del moribondo

Test del moribondo: cos’è e come si fa? Oggi un amico è stata la terza persona a chiedermelo negli ultimi 2 mesi per cui ho pensato di scrivere un articolo per spiegarlo! :-)

Fare il “test del moribondo“, conosciuto anche come “Fit People Test” e vedere se si riesce a superarlo è piuttosto semplice: dovete percorrere una distanza di 10 km di corsa (o di corsa alternata a brevi camminate) in un tempo inferiore a 60 minuti.



Se non ce la fate potete considerarvi “moribondi”, ovvero in una forma fisica precaria … almeno secondo l’inventore del test che, come sempre capita in questi casi, ha ricevuto anche un discreto numero di critiche, in quanto secondo molte persone fallire il test non è necessariamente indice di essere in pessima forma.

A molte persone con uno stile di vita sedentario, l’obiettivo di correre 10 Km in meno di un’ora potrà sembrare parecchio sfidante ma in realtà, al di là delle critiche e delle obiezioni che ha ricevuto questo test, a mio parere è mediamente un buon modo per valutare se un soggetto ha raggiunto un buono stato di forma fisica.

Sono certo che potranno fallire il test del moribondo anche molte persone che si allenano regolarmente in palestra con i pesi o altri sportivi che praticano “sport di potenza”: frequentando anch’io la palestra da oltre 30 anni ho visto decine di volte persone che si ostinano a sollevare pesi immani emettendo grida disumane (… sono certo che sarà capitato anche a molti di voi vedere questi soggetti  :-) per gonfiare pettorali e bicipiti ma ignorando pressoché totalmente l’allenamento per le gambe con il risultato di avere una busto e in generale una parte superiore del corpo “gonfiata” e delle “gambettine sproporzionate”. … e al di là del fattore estetico è ovvio che queste persone diventano anche soggetti a rischio infortunio non appena provano a cimentarsi in sport in cui è necessario affidarsi alle gambe, che devono sopportare il peso della parte superiore del corpo sproporzionato rispetto alla muscolatura delle gambe.

Il consiglio che do agli amici è comunque quello di pensare solo a stare bene e a fare sport per divertirsi senza “stressarsi” con test o riscontri cronometrici!

Certo, tenere traccia dei tempi aiuta anche a rendersi conto dei progressi effettuati e può costituire una motivazione in più ma avere “la fissa” di migliorarsi in modo spasmodico a tutti i costi secondo me non è produttivo!

Tornando al test del moribondo sappiate comunque che l’età non è una scusa per “fallirlo”, almeno fino a 65 anni e forse anche oltre.

Io sono rimasto veramente sbalordito nel leggere i record degli atleti “non più giovanissimi”, almeno alle anagrafe! Il Signor Max Raschke ad esempio detiene il record del mondo sui 10 Km per gli atleti che hanno compiuto 85 anni con un tempo di 52 minuti e 50 secondi! Test del moribondo superato a 85 anni quindi! :-)

… e neanche “l’essere donne” può essere una scusa valida perché la signora Denise Leclerc a 80 anni suonati ha corso i 10 Km in 55 minuti e 27 secondi!

Test del moribondo superato da Denise Leclerc

Potrete leggere altri record incredibili di atleti anziani o meglio “master” in diverse discipline atletiche in questa pagina di Wikipedia Forse in questo modo potreste trovare la giusta motivazione per allacciarvi le scarpe da ginnastica e iniziare a correre senza accampare scuse!

In bocca al lupo per il vostro test del moribondo! ;-)

Altri nostri articoli correlati che potrebbero interessarti:

Pubblicato da Matteo Di Felice il 10 settembre 2016