Occhiali stampanti in 3D

occhiali 3d

Le stampanti 3D possono provvedere alla creazione di occhiali? Certo! Gli occhiali, come qualsiasi altro oggetto, può essere prodotto mediante la tecnologia della stampa 3D. La stampa 3D degli occhiali in alcune località è divenuta una vero e proprio business, per esempio, in Texas, l’azienda Make Eyewear consente a chi non ha una stampante 3D ad “alta precisione” di farsi stampare occhiali personalizzati a un prezzo di 150 dollari.

Grazie all’azienda Make Eyewar, chiunque può realizzare un disegno o un progetto di stampa 3D, così, i più creativi, possono munirsi di carta e penna e disegnare gli occhiali dei propri sogni, quelli da mandare in stampa 3D, quelli da indossare in modo del tutto esclusivo: gli occhiali saranno un modello unico… altro che edizione limitata!

GUARDA LE FOTO DELLA STAMPA 3D DI OCCHIALI

Chi non ha una stampante 3D ad alta risoluzione (o come me, non ce l’ha affatto!), può avere il suo primo approccio con la tecnologia della stampa 3D sul portale shapeways.com, qui, dalla sezione “Make Your Own” avrà la possibilità di capire molto sui progetti di stampa 3D.

In un certo senso, grazie alla stampa 3D, tutti noi possiamo diventare designer e/o produttori. La diffusione della tecnologia della stampa 3D porterà un grosso sconvolgimento del mercato: nessun settore è al sicuro! Dalla robotica alla cucina, dall’oggettistica allo sport. La stampante 3D cambierà l’intero sistema, le uniche figure professionali al sicuro sono quelle che in Italia vanno male, costrette alla fuga… parliamo di sviluppatori e ricercatori!

GUARDA LE FOTO DELLA STAMPA 3D DI OCCHIALI

Chi pensa che il settore automobilistico è al sicuro, toppa alla grande! Sono già state stampate le prime auto con tecnologia di stampa 3D e i risultati sono stati promettenti. Sembra che in futuro sia possibile sfruttare il garage non più per il parcheggio dell’auto ma anche per la sua produzione! Anche in questo caso sarà necessario un ingegnere/sviluppatore meccanico per la produzione di un motore ad hoc!

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2013