Russian Toy: carattere e allevamenti

russian toy

Russian Toy, un piccolo cane da compagnia nato in Russia per “sbaglio”. O meglio, cercando di ricreare una razza inglese è spuntato fuori un cane inaspettato. E’ piaciuto ed è diventato questo animale oggi protagonista, made in Russia e in due varietà: a pelo lungo e a pelo corto.



Russian Toy: origini

All’inizio del Novecento, in Russia, soprattutto nelle classi più ricche, spopolavano i Toy-Terrier inglesi. Come cani da compagnia anche con un loro ruolo ornamentale. Erano molto richiesti, fino a quando dagli anni ’20 agli anni ’50 gli allevamenti del Paese hanno ridotto le proprie possibilità di farli riprodurre e di venderli. Ne è seguita un ovvio calo della popolazione, repentino, e fino ad arrivare a temere una estinzione della razza inglese tanto amata, in tutto il territorio russo. Ecco che spunta fuori il nostro Russian Toy. Fra poco …

Un team di esperti cinologi russi a metà degli anni ’50 si è messo di buona lena per ricostituzione lo standard di questa razza e poterne così “regalare” di nuovo esemplari al proprio popolo che tanto li aveva amati. E li reclamava. Il risultato dei loro studi è il Russian Toy.

Sì, perché lo standard individuato si è rivelato decisamente diverso da quello del Toy-Terrier inglese in molti punti fondamentali. Impossibile far passare il Russian Toy per un revival del già esistente inglese, per cui è stata creata e sviluppata questa razza tutta Russia che ha poi proseguito per la sua particolare strada. Una strada con una biforcazione, perché esiste il Russian Toy a pelo lungo e il Russian Toy a pelo corto.

russian toy

Russian Toy Terrier

Il Russian Toy è un cane piccolo, elegante, vivace, al garrese misura dai 20 ai 28 cm mentre come peso, siamo attorno ai 3 Kg, anzi, massimo 3 Kg. Inutile dire che è uno di quei cani piccolissimi, quasi da borsa, la sua è un’ossatura minuta ben coperta da una muscolatura asciutta.

La forma del Russian Toy si inscrive in un quadrato, il petto è abbastanza profondo, la coda se non tagliata, ha la forma di falce, preferibilmente, e rimane non più bassa della linea del dorso. Gli arti di questa razza, nonostante le piccole dimensioni, sono alti e muscolosi. Sia per i piedi che per le zampe, si notano unghie nere o nella tonalità del mantello.

Rotonda e sempre alta, naturalmente piccola, la testa non è affatto un testone: non è larga e il muso è addirittura a punta e asciutto, con un tartufo nero di solito e di dimensioni ridotte. Gli zigomi si mostrano poco sporgenti mentre gli occhi un po’ lo sono: grandi, rotondi e “ipertiroidei”, scuri e vivaci. Le orecchie di questa razza hanno delle dimensioni lievemente più grandi del dovuto,considerando la stazza globale, sono sottili e con attaccatura alta, oltretutto il Russian Toy le porta quasi sempre erette.

russian toy

Russian Toy pelo corto

Per quanto riguarda il mantello, può essere di due tipi e proprio questa caratteristica da vita a due varietà: a pelo lungo (Longhaired Russian Toy Terrier) e a pelo corto (Smooth haired Toy Terrier). I colori ammessi dallo standard sono sempre gli stessi in entrambi i casi: nero–focato, marrone–focato, blu–focato, e anche fulvo, a volte con una sfumatura nera o marrone. In Italia prima andava forte la versione a pelo corto, oggi meno.

russian toy

Russian Toy pelo lungo

Rispetto al Russian Toy a pelo corto,quello a pelo lungo è una copia che differisce solo per i ciuffi di pelo sulle orecchie. Questa varietà alternativa è nata nell’ottobre 1958 a Mosca. E’ nata quando è venuto alla luce un esemplare maschio da due Russian Toy a pelo corto ma con tratti in cui sembrava leggermente allungato.

Il neo nato ha dato subito nell’occhio per il suo nuovo look, appariscente per l’eccesso di peli sulle orecchie e sugli arti. I russi hanno deciso di non punirlo come punk o ribelle ma di stabilizzare questi caratteri incrociandolo con una femmina dalle simili tendenze di pelo lungo. Oggi, e non da adesso, piacciono parecchio i Russian Toy a pelo lungo e in Italia sono quasi al sorpasso dei colleghi a pelo corto.

russian toy

Russian Toy: carattere

Come si chiede ad un cane da compagnia, il Russian Toy è affettuoso e socievole, aperto e mai aggressivo. Ma non solo: questo piccolo animale è molto intelligente e attivo, ha una grande fiducia nel proprio padrone quando lo elegge ad essere tale e gli resta per la vita molto devoto.  Anche se da appartamento e da famiglia, ottimo anche per i bambini, questo cane made in Russia ha un carattere forte, non ha mai paura, non è aggressivo ma molto vivace e attivo.

russian toy

Russian Toy: allevamenti

In Italia il Russian Toy non è un cane molto diffusa ma neanche sconosciuto. Nel 2011 il sito ENCI segnala un boom di esemplari registrati, 40, ma si sono poi quasi dimezzati negli anni successivi. Gli allevamenti sono presenti sul territorio, da Nord a Sud. Ce n’è uno in Campania, in zona Caserta, un altro a Reggio Emilia, in Emilia Romagna, un altro ancora in provincia di Brescia (Lombardia) e infine ad Ancona, nelle Marche. Non scordiamo i due allevamenti di Russian Toy nei pressi della capitale.

Russian Toy: prezzo

Un cucciolo di Russian Toy ha un prezzo che può variare tra i 500 e gli 800 euro. On line potrebbero trovarsi differenti offerte, il prezzo varia anche dalle richieste e dalle disponibilità negli allevamenti, io consiglio sempre di contattarli direttamente, per ricevere informazioni sul costo degli esemplari ma anche sulle modalità con cui vengono allevati e a voi consegnati.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articolo correlato che potrebbe interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 20 maggio 2016