Riserva Marina Isole Tremiti

riserva marina isole tremiti

Riserva Marina Isole Tremiti è una gita da mettere in programma senza alcuna riserva, anche solo per il soprannome che queste 5 terre, uniche isole dell’Adriatico, hanno meritato: “Perle dell’Adriatico”. L’arcipelago-famiglia è costituito da tre sorelle maggiori – San Domino, San Nicola e Caprara – da un isolotto in mezzo ad esse, il Cretaccio, e da un’ultima isoletta timida, Pianosa, a 11 verso Nord Est. Allontanandoci di oltre 30 miglia dalla costa garganica andiamo a scoprire se sono veramente delle perle.



Riserva Marina Isole Tremiti: dove si trova e come arrivare

La Riserva Marina Isole Tremiti concentra la sua bellezza in meno di 3 km quadrati di superficie e ha un perimetro costiero di 20 Km, è una bellezza che può essere apprezzata sia dai puri naturalisti, che vogliono immergersi in solitudine, solo con flora e fauna, sia da chi ama itinerari anche paesaggistici e storico-architettonici. Ne trova soprattutto sulle isole più grandi di S. Domino e S. Nicola.

Per raggiungere l’Riserva Marina Isole Tremiti ci sono compagnie marittime attive tutto l’anno con navi, motonavi, traghetti, aliscafi che a seconda dei periodi partono dai porti dell’Abruzzo (Pescara, Ortona, Vasto), del Molise (Termoli) e della Puglia, località Gargano (Manfredonia, Vieste, Peschici e Rodi Garganico). Il porto con più corse giornaliere è quello di Termoli, da qui in massimo due ore si arriva alla Riserva Marina Isole Tremiti.

riserva marina isole tremiti

Si può usare anche l’elicottero, dall’aeroporto di Foggia, per 20 minuti di volo. La macchina è meglio lasciarla sulla nostra penisola, non è ammessa se non, previa autorizzazione, a San Domino. Come arrivare alla Riserva Marina Isole Tremiti lo si può chiedere anche all’eroe omerico Diomede che ha dato il nome antico di “Isole Diomedee” all’arcipelago.

Fuggito dalla sua Tracia aveva fondato il suo nuovo regno, la Dania, sulle coste garganiche,segnandone i confini con massi lanciati nel mare. Le isole appunto. Si narra anche che i suoi fans, rattristati alla sua morte, sono diventati uccelli marini, detti appunto “diomedee”, attuali Berta maggiore, e tuttora piangono il loro capo nei cieli della Riserva.

Riserva Marina Isole Tremiti: video

Regno di biodiversità e di bellezza naturalistica impensabili, la Riserva Marina Isole Tremiti può affascinarci anche in video. Dalle riprese si possono già intuire la macchia mediterranea odorosa, le acque smeraldine, i candidi faraglioni alternati a calette di sabbia finissima, grotte affascinanti, gabbiani e gli immemorabili fondali cristallini.
Clicca qui per vedere il video.

Riserva Marina Isole Tremiti: spiagge

L’isola della Riserva Marina Isole Tremiti più grande dove poter fare un po’ di vita da spiaggia, è quella di San Domino, la più bella per i paesaggi ma anche la più fornita a livello di offerta turistica tra Hotel, Residence, Villaggi Turistici. Lungo il suo perimetro troviamo spiagge che sarebbe un peccato non visitare: piccole e per questo sofisticate e suggestive.

La Cala delle Arene, la spiaggetta della splendida Cala Matano, in onore della omonima duchessa, la Cala degli Inglesi, dove affondò un battello inglese di contrabbandieri. La costa è ricca anche di veri e propri monumenti e sculture di cui si fa autore il vento: primo tra tutti lo “Scoglio dell’elefante” e poi archi (l’Architiello), faraglioni (I Pagliai) e tante grotte tra cui quella delle Viole e quella del Bue Marino.

riserva marina isole tremiti

Riserva Marina Isole Tremiti: Isola di Capraia, Isola San Nicola

Le altre due isole grandi sono queste, partiamo da San Nicola che è oltretutto il centro storico e amministrativo ma anche religioso dell’arcipelago. E’ un’isola da 42 ettari, lunga 1600 metri: un museo a cielo aperto ricco di muraglie, chiese e chiostri, in cui spicca l’abbazia di Santa Maria a Mare. Da visitare sono il torrione del Cavaliere de Crocifisso e il Castello dei Badiali.

Esplorando la sua forma allungata, lungo la costa costellata da grossi scogli e pareti a picco, incontriamo la spiaggetta dove c’è la Marina, con un porticciolo, la Grotta di San Michele, con una sorta di teschio di roccia ad accoglierci, e lo spettacolo degli Scogli Segati: enorme masso spaccatosi nella caduta perfettamente in due. Sembra finto!

riserva marina isole tremiti

L’isola di Capraia è ha uno sviluppo costiero di 4.700 metri, oggi è disabitata e poco frequentata anche dai turisti. In compenso è ricca di piante selvatiche di cappero che le hanno dato il nome,forse. Oppure sono state le capre selvatiche, un tempo molto comuni sull’isola. Questa isola della Riserva Marina Isole Tremiti ci propone due suggestive cale, la Cala Sorrentina e la Cala dei Turchi, e un gran numero di gabbiani reali. La sua parte verso nord è alta, il versante sud scende dolcemente verso il mare.

La penisola di Punta Secca è il paradiso dei subacquei che possono partecipare ad una delle immersioni più belle di tutto il Mediterraneo: la Secca di Punta Secca. Sempre sotto il mare, c’è anche la statua di San Pio da Pietralcina, opera di Domenico Norcia.

Isole Tremiti: flora e fauna

La vegetazione è mediterranea al 100% ma in ciascuna isola si diversifica rendendo la Riserva Marina Isole Tremiti uno scrigno di biodiversità. Nell’isola di San Domino regna il Pino d’Aleppo, autoctono, assieme a un folto e rigoglioso sottobosco di essenze sempre verdi. C’è spazio anche per il leccio, con sottobosco di pungitopo, robbia selvatica, mirto, lentisco, caprifoglio.

riserva marina isole tremiti

Caprara e San Nicola sono tutta macchia mediterranea, con specie come “classiche” come l’oleastro, il lentisco e le filliree, e altre rare: l’Euforboia arborea e la Dafne olivella in primis. Sulla costa spuntano anche specie endemiche da conoscere, come il Limonio e il Fiordaliso delle Tremiti, la Stellina delle Tremiti, l’Alisso di Leuca e l’Aglio delle Isole Tremiti. Le isole Pianosa e del Cretaccio hanno una vegetazione piuttosto rada, caratterizzata dalla presenza di Centauro maggiore, la Salicomia glauca, l’Atriplice alimo.

Nella fauna della Riserva Marina Isole Tremiti dominano gli uccelli che, numerosi, passano e / o nidificano con amore. Ci sono le famose Berte, già citate come “diomedee”, in onore a Diomede, storico fondatore delle Isole. Ma sono in buona compagnia del Gabbiano Reale, del Falco Pellegrino e del Gheppio. Più modesta e meno suggestiva, ma importante, anche la presenza dei rettili, tra cui la Lucertola campestre e il Biacco: unico serpente della Riserva Marina Isole Tremiti, assolutamente innocuo e non velenoso. Ancora meno sono i mammiferi, per lo più roditori: il coniglio selvatico, il ratto nero e il topolino domestico.

Isole Tremiti: dove sono

Per essere certi di trovare e, una volta raggiunta, di saper girare, la Riserva Marina Isole Tremiti, ecco una mappa molto utile, anche per programmare una visita già da casa.

Riserva Marina Isole Tremiti

La Riserva Marina Isole Tremiti fa parte del Parco Nazionale del Gargano, un parco di cui potete leggere in modo approfondito nell’articolo dedicato. Si tratta di un’area protetta molto preziosa, che offre servizi, itinerari e proposte anche per famiglie oltre che per appassionati. Da girare anche in bici, o lanciandosi in attività più da esploratori.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi!

Ti potrebbero interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 6 luglio 2016