Riscaldare il bagno senza termosifoni

riscaldare bagno
Soluzioni per riscaldare il bagno senza termosifoni: riscaldamento del bagno senza termosifoni. Soluzioni alternative e apperecchi riscaldanti elettrici.


In assenza dei termosifoni e quindi di un sistema idraulico in grado di riscaldare casa sfruttando dei fluidi, possiamo portare il riscaldamento in bagno con diverse soluzioni.

Stufa a pellet per il riscaldamento del bagno

Se non avete una caldaia a metano, potete sempre ipotizzare l’installazione di un impianto a biomassa. Le stufe a biomassa (pellet e legna), non si limitano a riscaldare il locale dove sono installate. Le stufe a biomassa, se ben canalizzate, possono portare calore in diverse stanze (anche in tutta la casa), compreso il bagno. Ciò che serve è una stufa a pelle (o legna) con sistema di canalizzazione. Per tutte le informazioni vi rimandiamo all’articolo stufa a pellet per più stanze.

Riscaldamento a pavimento nel bagno

Quella del riscaldamento a pavimento è una soluzione molto particolare da poter attuare solo in caso di importanti lavori di ristrutturazione. Per tutte le informazioni vi invitiamo a leggere la pagina: riscaldamento a pavimento nel bagno.

Riscaldare il bagno senza termosifoni: soluzioni elettriche

Tra le soluzioni per riscaldare il bagno senza termosifoni non segnaliamo, di proposito, il condizionatore o climatizzatore a inverter con pomap di calore. Molto meglio il termoconvettore, il termoventilareo o lo scalda salviette elettrico. Lo scaldasalviette è un radiatore a parete, tradizionalmente alimentato dalla caldaia ma sul mercato vi sono un gran numero di apparecchi elettrici. Per riscaldare il bagno, è possibile aggiungere, al bagno, sistemi quali:

  • termoconvettore elettrico
  • termoventilatore elettrico
  • scalda salviette elettrico

Solo in situazioni particolari, per riscaldare il bagno, potrebbe essere indicata l’installazione di un climatizzatore inverter con pompa di calore. Questi dispositivi, infatti, non sono molto efficienti soprattutto nell’Italia settentrionale.

riscaldare bagno senza termosifoni

Riscaldare il bagno senza termosifoni: gli scalda salviette elettrici

Da un punto di vista d’arredo, gli scalda salviette possono presentare una superficie liscia oppure “a scala”. Sono rivestiti da resine epossidiche resistenti al calore, agli agenti chimici e alla corrosione. Le resine possono presentare colorazioni diverse in base ai gusti personali. In base alla scelta, è possibile trovare il “termo-arredo” giusto per ogni esigenza.

Non vi sono problemi neanche di alimentazione: questi emettitori di calore possono lavorare con un sistema idraulico (lo stesso dei termosifoni o dei pannelli radianti a pavimento), con resistenze elettriche o in ciclo misto.  Con il ciclo misto, gli scalda salviette utilizzano la resistenza elettrica per le alte temperature e l’impianto idraulico per le basse temperature.

Soluzioni per riscaldare il bagno

Per completezza vi segnaliamo alcuni prodotti molto utili per riscaldare il bagno senza termosifone.

Scaldasalviette elettrico da 750 Watt
Prezzo Amazon: 125 euro con spese di spedizione gratuite.

La superficie di questo apparecchio è riscaldata uniformemente da una resistenza a basso consumo energetico e alta potenza calorifica.

Questo scaldasalviette elettrico produce calore omogeneo e diffuso per irraggiamento, asciugando perfettamente le asciugamani e assicurano una temperatura perfetta nel bagno;

Vi abbiamo segnalato questo prodotto perché tra i migliori sul mercato (lo dicono gli utenti che l’hanno provato in prima persona), e soprattutto si compra con un ottimo rapporto qualità prezzo. E’ leggero e facile da installare con il fai da te: nella confezione d’acquisto non manca il sistema di fissaggio al muro.

Presenta diverse intensità di riscaldamento e si gestisce mediante una manopola posta al termine del corpo riscaldante.

Scaldasalviette e termoventilatore Elettrico De Longhi (modello Madeira)
Prezzo Amazon: 381,83 euro con spese di spedizione gratuita

Questo prodotto è molto più completo perché non solo riscalda per irraggiamento con la medesima modalità del modello precedente, integra, nella parte bassa del corpo, un termoventilatore in grado di potenziare il riscaldamento quando fate la doccia o se volete fare un bagno rilassante.

Quindi, da un lato mantiene il bagno caldo garantendo una tiepida temperatura basale, dall’altro, riscalda il bagno in modo più intenso nei momenti di necessità.

L’apparecchio essere comandato con un telecomando ad infrarossi Slim provvisto di display LCD, oppure manualmente dal pannello comandi nelle 3 modalità di riscaldamento: solo scalda salviette, solo ventilatore, oppure scalda salviette e ventilatore. Con il telecomando è possibile gestire un termostato digitale simile a quello dei classici condizionatori.

Non manca la possibilità di una programmazione settimanale e 4 modalità di funzionamento: comfort, notte, anti-gelo, stand-by. Disponibile nella colorazione bianco o nero.

Vi abbiamo segnalato questo prodotto perché, anche se più costoso, è uno degli apparecchi più completi e adatti al riscaldamento del bagno. E’ a basso consumo energetico (lo scalda salviette assorbe solo 500 watt mentre il termoventilatore integrato ne assorbe 1000 ma può essere azionato solo all’occorrenza, cioè prima di fare la doccia per riscaldare il bagno). Anche in questo caso, il prodotto vanta una forte soddisfazione da parte degli utenti che l’hanno provato in prima persona.

Pubblicato da Anna De Simone