Recinto per cani da interno o esterno

Recinto per cani

Recinto per cani, non per tenerli in prigione ma per proteggerli, a volte per proteggere il nostro giardino e per evitare che diano un benvenuto agli ospiti troppo affettuoso e “fangoso”. Ci sono recinti che servono per delimitare il raggio d’azione del proprio cane senza danneggiarlo e senza maltrattarlo, è importante conoscere che caratteristiche deve avere un recinto per cani corretto e rispettoso dei suoi spazi ma anche dei nostri.



Ci sono anche recinti da interno, cosa che può sembrare strana ad alcuni, ma che possono risultare comodi per cani piccoli che vengono portati in viaggio e in un primo momento possono trovarsi disorientati. C’è a volte il rischio che si perdano, in un campeggio, ad esempio, o in un hotel.

Recinto per cani da esterno

Nella maggior parte dei casi ciò di cui si ha bisogno è un recinto per cani, ideale soprattutto per cani di taglia grande che possono voler spaziare in giardino, ma non troppo.

Il recinto va affiancato alla cuccia, sempre su misura per la taglia del cane, in modo da creare un suo angolo di privacy e di libertà che lui stesso possa sentire come “una stanza tutta per sé” alla Virginia Wolf.  Nello spazio delimitato, il cane deve poter giocare, riposare, anche un po’ correre, in totale tranquillità e non con il sole a picco, ad esempio.

Un recinto per cani per esterno può essere modulare a pannelli oppure fisso, per fisso si intende la classica recinzione in legno o in altri materiali, con la porticine di ingresso.

A seconda della taglia del cane e della sua propensione a fare balzi, va scelta l’altezza e al materiale, sempre si consiglia di non sceglierne uno che risulti tossico se mordicchiato perché di certo l’animale lo morderà un po’. Come prezzi, viste anche le dimensioni e la resistenza che deve avere, un recinto per cani da esterno costa di più di un recinto da interno.

Recinto per cani

Recinto per cani da interno

Per un’area interna, che può essere la nostra casa, ma non per forza, il recinto per cani ideale è modulare, fatto da pannelli spesso ripiegabili su se stessi. Come dimensioni, siamo attorno ai 2-3 metri quadrati, come standard, ma poi ciascuno può personalizzare il recinto come desidera, per meglio incastrarlo nello spazio che ha scelto per il cane e che non va mai scelto a caso.

Il recinto per cani da interno è bene che sia trasportabile anche fuori casa, così lo si può installare anche nella casa delle vacanze, in hotel, in ufficio.

Tra i modelli più utilizzati ad oggi, c’è quello in filo metallico zincato che può essere usato anche all’esterno, senza che si arrugginisca. E’ una struttura con pannelli a sbarre componibili fissabili tra di loro con un’asta di ferro estraibile. Ci sono anche modelli in legno, belli ma più difficili da usare anche all’esterno, e in nylon, materiale che va bene per cuccioli o per cani di piccola taglia che lo usano come cuccia allargata.

Per quanto riguarda le forme, troviamo ampia scelta ne recinti per cani: rettangolare, quadrata, o circolare… essendo a pannelli componibili, ciascuno compone come ritiene nei limi delle possibilità.

Recinto per cani come costruirlo

Per risparmiare, o se si ha l’hobby del bricolage, si può costruire con le proprie mani il recinto per cani che si desidera, che sia da interno o da esterno, in modo che sia funzionale ed efficiente, ma anche di nostro gusto. Prima di partire con il design, diamo una occhiata allo spazio che vogliamo usare, perché la legge stabilisce che per un cane lo spazio minimo di delimitazione è di 8 mq per l’esterno, ovviamente.

Serve che i pali siano ben ancorati al terreno e che l’animale non abbia possibilità di scavare sotto, controlliamo anche che non ci siano sporgenze pericolose che possano ferire il cane.

Per posizionarlo al meglio, scegliamo una zona riparata dal sole e dalla pioggia, controllando che il cane possa starci comodo.

Recinto per cani

Recinto per cani per addestramento

Ci sono dei recinti che vengono esplicitamente utilizzati per l’addestramento dei cani, servono per insegnargli a identificare il suo spazio di sicurezza e gli danno la certezza di avere un posto dove sentirsi sicuro. Nel suo recinto non dobbiamo mai disturbarlo, deve sentirsi libero di rilassarsi indisturbato.

Troviamo degli esempi di questi recinti anche on line, per cani piccoli c’è ad esempio questo “parco per piccoli animali” in poliestere rivestito in PVC dal diametro di 125 cm. Su Amazon costa 55 euro, oltre che per l’addestramento lo si può usare anche durante le vacanze perché è portatile e leggero, oppure in casa. E’ lavabile e resistente.

Recinto per cani

Recinto per cani fai da te

Anche la voglia di risparmiare può spingerci a costruire con le nostre mani un recinto per cani. Per farci un’idea della spesa che esso comporta, possiamo dire che i recinti da interno sono più economici e costano dalle 30 euro fino anche ai 150 euro. Quelli da esterno richiedono senza dubbio un investimento maggiore, dipende dalle dimensioni e dal materiale, anche, e poi vanno spesso allestiti con ciotole con acqua e cibo, giocattoli e a volte tettoie.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Ti potrebbe interessare anche:

Pubblicato da Marta Abbà il 8 dicembre 2017