Razze di gatti per bambini

razze di gatti per bambini

Razze di gatti per bambini, nel mondo animale, felino, gattesco, ecco come orientarsi per scegliere un animale che sia adatta ai piccoli di casa. Non solo che li rispetti e non faccia loro del male, ma che giochi con loro.  Le 10 razze di gatti per bambini consigliate sono anche razze meravigliose.



Gatto Ragdoll

Non poteva che essere la migliore tra le razze di gatti per bambini quella del Ragdoll, letteralmente “bambola di pezza”. Si tratta di un animale di origine nord americana con un modo di fare molto simile a quella dei cani, quindi estremamente affettuosa. Quando poi lo si prende in braccio, si rilassa totalmente.

Non ha la minima traccia di aggressività, il Ragdoll, e tra le razze di gatti per bambini è quella ufficialmente riconosciuta nel 1965. Questo felino ha un aspetto massiccio ma non fa affatto paura, anzi, con i due occhioni azzurri che si ritrova, è irresistibile. Il pelo per giunta vaporoso attira molto i bambini come gli adulti, attira carezze e lui le desidera.

razze di gatti per bambini

Ciò che non desidera affatto, invece, è stare da solo: soffre molto, non va bene per single. E’ tra le razze di gatti per bambini e famiglie anche per questo, stiamo solo attenti che è un po’ permalosetto, ma mai aggredisce, potrebbe mettere il muso, per un poco.

Gatto Sacro di Birmania 

Graffiare o soffiare no sono cose che fa questo tra tutte le razze di gatti per bambini. E’ un felino docile e giocherellone, e anche particolarmente bello, molto bianco e con due occhioni blu intenso. Arriva dalla Francia, anche se si chiama gatto Sacro di Birmania: inganna, è un burlone, ma buono di natura, sempre in cerca di compagnia, elegante e tranquillo.

razze di gatti per bambini

Le dimensioni di questa, tra le razze di gatti per bambini, è modesta, la struttura robusta si mostra longilinea ma ciò che più colpisce è il pelo, bianco latte e con alcune macchie più scure su muso e orecchie. E poi gli occhi decisamente azzurri, di forma ovale.

Gatto Thai

Giocherellone, dinamico e molto coccolone il gatto thai potrebbe tra le razze di gatti per bambini, essere scambiato per un siamese. Ci somiglia ma lui è Thai e si fa anche portare in giro con il guinzaglio da quanto è mansueto. Di origini antiche, è un animale di dimensioni medie, muscoloso, snello ed elegante.

razze di gatti per bambini

Le sue orecchie sono arrotondate, gli occhi, a forma di limone, grandi ed espressivi, di un colore intensamente blu. Il pelo del gatto thai è setoso ed è delle razze di gatti per bambini che si accarezza più volentieri. Lui apprezza, si rilassa e non si scolla più dalle nsotre ginocchia. In famiglia si trova benissimo, e dice la sua : ha un miagolio strano e forte ed è infatti detto “gatto parlante”, lo fa anche per richiedere attenzione e se ci sono bambini che gliela danno, meglio così. La femmina è più “snob”, il maschio più viscerale e schietto, ma è una delle razze di gatti per bambini in entrambi i casi.

Gatto Certosino 

Dalla Francia ecco un’altra delle razze di gatti per bambini, di origini antiche, legate ad un monastero di frati, naturalmente Certosini. Docile e affettuoso, anche se di carattere forte e indipendente, il Certosino ha un fisico robusto e massiccio, una testa rotonda con muso triangolare, orecchie larghe e stondate, occhi molto espressivi e di color oro o giallo ambrato, arancio o rame.

razze di gatti per bambini

A piacere ai bambini sarà di certo il pelo, sia perché molto morbido, sia perché di un colore molto affascinante: grigio e sfumato in ogni modo. Sono ben 6 Kg di animale, è forse il più pesante tra le razze di gatti per bambini, ma non rinuncia di certo a mettersi in braccio a chiunque faccia parte della famiglia pretendendo carezze.

Gatto Siamese 

L’abbiamo citata prima, finalmente ecco tra le razze di gatti per bambini quella del siamese, parente aristocratico del Thai ma assolutamente affettuoso e bisognoso di contatto umano, molto utilizzato anche nella pet therapy. Arriva dalla Thailandia dove era apprezzato nelle famiglie nobili e reali, giocava con i futuri sovrani.

Il Siamese si fa riconoscere per il suo corpo affusolato ed elegante, ma anche per il mantello dai caratteristici colori sfumati. Non dimentichiamo gli occhi blu che sembra spopolino tra le razze di gatti per bambini.

Ama giocare questo gatto e lo fa in modo intelligente e sveglio, non è uno che si lascia fregare, ma un compagno stimolante e attento. Adora essere coccolato e in generale la vita d’appartamento anche se fa volentieri un giretto all’aperto ogni tanto. E menomale, deve: tende ad ingrassare.

razze di gatti per bambini

Gatto Europeo

Compagna ottima anche per single e anziani, questa è tra le razze di gatti per bambini perché molto affettuosa e “fedele”, per quanto lo possa essere un gatto. Intelligente e curioso, è pigro ma non troppo, fisicamente ha una taglia media, con occhi e mantello, corto e uniforme, che possono variare molto di colore. Non è un gatto difficile da mantenere e curare, anche per questo è tra le razze di gatti per bambini.

Gatto Scottish Fold

Saranno le orecchie pendenti a far entrare questo animale tra le razze di gatti per bambini più desiderate e adatte? Non solo, anche il carattere è proprio perfetto, dolce e affettuoso, mai arrabbiato.Viene dalle fattorie scozzesi ed è riconosciuta negli Stati Uniti e in Australia. Il suo fisico non è affatto longilineo ma piuttosto tozzo, la testa rotonda e larga con orecchie piccole e piegate in avanti e occhi, grandi e molto dolci, di colore in tinta con il mantello.

Come accennato e come per le altre razze di gatti per bambini, anche per questa vale che l’indole affettuosa e casalinga. Il gatto Scottish Fold ama anche l’aria aperta, ogni tanto, e deve essere spazzolato energicamente una volta al giorno.

Gatto Siberiano

E’ l’unico animale ipoallergenico ufficialmente, o per lo meno il più efficacie, tra tutte le razze di gatti per bambini. Arriva dalla Russia o dall’Ucraina e stupisce per la sua potenza fisica. Ha il fisico di chi deve sopravvivere in climi molto freddi, ecco infatti che porta un mantello con pelo semilungo, idrorepellente e spesso. Il freddo lo ha reso anche molto indipendente, caratteristica strana per una delle razze di gatti per bambini.

Eppure il siberiano è adatto, perché ama il gioco e sa divertirsi in compagnia, non ha neanche problemi a convivere con altri animali.

razze di gatti per bambini

Gatto Tiffany

Bello ma non solo, questo Tiffany è la più affascinante delle razze di gatti per bambini. A pelo lungo, naso corto, orecchie con punta leggermente arrotondata e occhi dal giallo all’ambra, sono felini che lasciano a bocca aperta. Gli adulti: i bambini non vedono l’ora di giocare con questi magnifici animali.

E’ molto presente dalle parti della Gran Bretagna, di tutte le razze di gatti per bambini, ma la si vede anche in Italia, con il suo pelo marrone caldo e la coda con la punta leggermente arrotondata. Il carattere di questi mici è molto disponibile e docile, non particolarmente espansivo ma molto corretto e mai aggressivo o indisponente.

Gatto Persiano 

Questo è il pantofolaio dell’elenco di razze di gatti per bambini, è un animale da divano, non solo da appartamento tanto è quieto e amante della casa. Se pensate ad un animale domestico, è lui. Se in casa ci sono bambini, a maggior ragione, si mostra pacato e disponibile a farsi disturbare per un gioco. Anche fisicamente il Persiano è molto attraente con il mantello morbido il muso schiacciato e la testa tonda tonda. Viene dalla Persia, attuale Iran, molti e molti anni fa: ne ha di storie da raccontare come razza. E di favole per bambini, anche.

razze di gatti per bambini

Nessuno di questi gatti vi convince? Allora meglio che optiate, per i vostri bambini, per un bel peluche, unico più mansueto delle razze di gatti per bambini raccontate. C’è quello con tanto di gattini, Manhattan Toy, con tanto di gattini a seguito. Per gli addicted già ai video.

Per i bambini, e gli adulti, che non hanno misura, ecco il peluche, Gatto Calico, da 35 cm tedesco.

Se vi è piaciuto questo articolo animalesco continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Pinterest e…  altrove dovete scovarmi voi! 

Articoli correlati che possono interessarti:

Pubblicato da Marta Abbà il 27 febbraio 2016