Rasaerba o decespugliatore. Come scegliere

rasaerba

Chi si occupa della manutenzione del giardino si sarà trovato spesso davanti a questo dilemma: meglio un rasaerba o un decespugliatore? Negli ultimi tempi, sul mercato, si sono rapidamente diffusi i rasaerba a batteria, più propiamente chiamati rasaerba elettrici e in parallelo sono arrivati anche decespugliatori elettrici. Chiariamo subito che differenza c’è tra un rasaerba e un decespugliatore.

Un decespugliatore è un attrezzo utilizzabile per tagliare e sfalciare erba, cespugli, arbusti, sterpaglie e piccoli tronchi, a seconda della potenza e della configurazione. In commercio esistono decespugliatori ad alimentazione endotermica o elettrica. I decespugliatori con alimentazione endotermica hanno un piccolo serbatoio che va riempito con del carbuante che varia in base alla motore che può essere a due tempi o a quattro tempi. Nei motori a quattro tempi basterà inserire della benzina mentre per i decespugliatori con motori a due tempi bisognerà preparare una miscela benzina-olio. I decespugliatori con motore endotermico variano di cilindrata che oscilla tra i 18 e i 50 cc, così come i decespugliatori elettrici hanno una potenza misurata in kW.

Oltre l’alimentazione, i decespugliatori possono dividersi per modello, ad asta fissa o spalleggiati. I decespugliatori ad asta fissa sono dati da un unico corpo costituito da motore, asta e lama da taglio. I decespugliatori spalleggiati invece montano il motore a parte su una struttura che si indossa come uno zaino, così rendono possibile l’imbrago e un tubo flessibile di collegamento all’asta: ii decespugliatori spalleggiati sono più indicati per le zone difficili da raggiungere, in ambito domestico si può prediligere un decespugliatore spalleggiato se si deve rasare l’erba nei pressi di una staccionata, vicino a un muretto a secco e in zone scoscese.

Un rasaerba o tosaerba è un attrezzo su ruote, dedicato esclusivamente al taglio dell’erba del prato. I rasaerba con motore elettrico sono adatti per il taglio dell’erba di un prato dalle dimensioni fino a 500-1.000 mq. I rasaerba con motore a scoppio sono più adatti alla cura di giardini molto ampi, da 1.000 a 3.000 mq. Chi ha necessità di tagliare l’erba su prati di dimensioni superiori ai 1.000 mq dovrà scegliere un rasaerba trazionato.

A caratterizzare il rasaerba è la presenza di un cesto in grado di accumulare l’erba tagliata. La sua capienza arriva a un massimo di 75 litri. In commercio esistono diversi modelli di rasaerba che si distinguono per le caratteristiche appena descritte. Per scegliere il rasaerba più adatto al vostro prato bisogna tenere presente le esigenze del taglio: una funzione sempre più richiesta è la cosiddetta mulching, la capacità del rasaerba di riversare l’erba tagliata sul terreno dopo averla finemente sminuzzata.

Rasaerba o decespugliatore?
Se il vostro giardino è dotato di diversi muretti, staccionate ed elementi d’arredo (tavolini, giochi per bambini), probabilmente fareste meglio a scegliere un decespugliatore. Ma ricordate, con il decespugliatore l’erba tagliata va raccolta a mano! Il decespugliatore torna utile in molti altri lavori da giardinaggio.

Se la vostra unica esigenza è quella di tagliare l’erba del prato e non volete affaticarvi nel raccogliere l’erba, allora vi conviene scegliere un rasaerba.

Foto | agenziaimpress.it

Pubblicato da Anna De Simone il 22 febbraio 2014