Proteine nobili: cosa sono e in quali alimenti si trovano

Proteine nobili

Ci si chiede perché si chiamano nobili le proteine nobili e molto probabilmente ci si immagina che questo aggettivo le voglia categorizzare in modo positivo nel contesto delle proteine e in generale in quello delle sostanze nutritive. E non si sbaglia a pensarla così: le proteine nobili sono una importante fonte di energia per l’uomo, e non solo, esse entrano nella composizione di tutti i tessuti, nonché del sangue. Vediamo perché alcune sono migliori di altre, più ricercate ed essenziali e vediamo anche cosa mangiare per non restare a corto.



Proteine nobili: definizione

In generale le proteine non sono altro che delle molecole complesse formate da un gran numero di unità di base chiamate aminoacidi, a loro volta gli aminoacidi sono formati da carbonio, idrogeno e ossigeno, azoto e altri elementi. Le proteine nobili sono quelle più ricche, quelle che contengono la maggior gamma possibile di aminoacidi essenziali. Sono quindi quelle più utili dal punto di vista nutritivo, quelle che sono più preziose anche come fonti di energia,

Proteine nobili: cosa sono

Per capire cosa sono è bene specificare perché si parla di aminoacidi essenziali e perché non tutti lo sono, lo sono solo quelli che non vengono sintetizzati dall’organismo umano e che quindi devono per forza essere assunti tramite l’alimentazione. Se dobbiamo quindi scegliere che proteine mangiare, quelle nobili, ricche di aminoacidi essenziali, è appunto essenziale che ci siano.

La nostra alimentazione deve risultare nel contempo anche equilibrata e questo significa che le proteine non devono fornire più del 12% dell’energia totale ottenuta dagli alimenti. Anche tra diverse fonti di proteine è bene differenziare e variare alternando cibi che ne contengono di origine animale e altri che ne hanno ma di origine vegetale.

Proteine nobili: cosa sono

Proteine nobili: alimenti

I cibi che per definizione ne contengono sono latte, uova, carne e pesce ma non sono gli unici e anche all’interno di queste categorie possiamo individuare delle differenze di cui tenere conto in cucina o al ristorante, quando ordiniamo la nostra cena

La miglior fonte di proteine nobili in assoluto sono senza dubbio le uova, alimento a volte trascurato ma che nella storia è sempre stato al centro di molte diete. Negli ultimi tempi delle malelingue hanno cercato di incolpare le uova di danni al fegato ma non è stato confermato, anzi, mangiane perché hanno le proteine che ci servono.

Il pesce arriva al secondo posto ed è senza dubbio un alimento ricco di proteine ma anche di vitamine e di acidi grassi polinsaturi come l’Omega-3, molto amato per i suoi effetti antiossidanti, anticolesterolo e antinfiammatori. Le sarde, gli sgombri e le alici sono i pesci migliori, il pesce azzurro è da preferire come sono da preferire pesci pescati nel Mar Mediterraneo. Vediamo cosa possono mangiare i vegetariani e i vegani. I legumi, ad esempio, tra cui fagioli, lenticchie e ceci. Sono cibi che forniscono una buona quantità di proteine ma non sempre di quelle nobili. Molto spesso le proteine dei legumi non hanno tutti gli aminoacidi detti essenziali ed è il motivo per cui vengono accoppiati ai cereali dando vita e senso a piatti come la pasta e fagioli o la pasta coi ceci.

Proteine nobili: alimenti

Proteine nobili: elenco

L’elenco dei cibi con proteine nobili lo stiamo già facendo, qui nello specifico vediamo come chi non mangia né carne né uova può non restare a secco di aminoacidi essenziali. Oltre che mangiando legumi e cereali, può puntare molto anche sui semi oleosi tra cui noci, nocciole, mandorle, semi di girasole e di sesamo. Il riso è prezioso e anche la pasta, o la polenta, che vanno associati ai legumi per completare l’offerta di aminoacidi essenziali. Tra i cibi consigliati troviamo anche il tofu (formaggio di soia), il tempeh (derivato della soia gialla) e il seitan (proteine del grano) che servono a integrare la quota proteica.

Tornando alle proteine animali, oltre che nella carne sono anche dei formaggi e nei latticini, da scegliere possibilmente biologici e controllati, lo stesso vale per le uova.

Proteine nobili e non

Le proteine sono o non sono nobili al variare degli aminoacidi che contengono, quindi al variare della loro capacità di appagare del tutto o in parte le esigenze fisiologiche del nostro organismo. Gli aminoacidi essenziali, che il nostro corpo non riesce a sintetizzare, sono ovviamente i più necessari e sono quindi quelli che rendono una proteina nobile o meno.

Proteine nobili: ricette

Vediamo qualche ricetta interessante per mangiare le proteine in modo non banale. Un alimento da scoprire è la cagliata, ad esempio, che viene prodotta durante la produzione dei formaggi. Si tratta di una sostanza ricca di proteine nobili e minerali, come il calcio ma senza grassi e lattosio. La si può assumere come ingrediente di una bevanda spezza fame, sazia molto ma contiene meno di 30 calorie ogni 100 ml.

Altre ricette interessanti per le proteine nobili ed adatte alle merende sono tutte quelle che contengono legumi che possono essere anche sotto forma di fiocchi. Fiocchi di ceci, di fagioli, di lenticchie o di piselli pronti per l’uso, al pari dei corn flakes. Non scordiamoci la frutta secca, per snack e merende, ricca di proteine, di oligoelementi, vitamine, minerali e grassi buoni (come Omega 3 e Omega 6)

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+Instagram

Pubblicato da Marta Abbà il 17 settembre 2018