Alimenti Ricchi di Omega 3

Gli Omega 3 sono acidi grassi essenziali. Gli acidi grassi vengono classificati in base alla lunghezza della catena, al numero e alla posizione di eventuali doppi legami. Così possiamo distinguere tre classi: gli acidi grassi saturi (privi di doppi legame), gli acidi grassi monoinsaturi (un solo doppio legame), gli acidi grassi polinsaturi (con più doppi legami). Il nostro organismo può sintetizzare tutti gli acidi grassi eccetto quelli aventi il primo doppio legame in posizione “omega. Tali acidi grassi devono essere necessariamente introdotti con la dieta e per questo sono detti “essenziali“.

Dopo questi cenni chimici, addentriamoci nelle proprietà degli alimenti contenente Omega 3.
Gli omega 3 sono importanti sia nella prevenzione delle malattie cardiovascolari sia per un corretto sviluppo e funzionamento del sistema nervoso centrale e della retina. Gli Omega 3 si ritrovano nel pesce, soprattutto quello azzurro, nelle verdure a foglia larga, nelle noci e nelle mandorle. Altri Acidi Grassi polinsaturi sono gli Omega 6, questi si ritrovano negli oli di semi di girasole, mais, arachidi, soia, vinaccioli, nelle verdure a foglie verdi e nei legumi. Sia gli acidi grassi Omega 3 che Omega 6 hanno effetti benefici su molti fattori di rischio cardiovascolare. Le statistiche dimostrano che un aumento del consumo di pesce riduce la mortalità cardiovascolare in pazienti con pregresso infarto del miocardio.

Alimenti Omega 3
Ma quali sono gli alimenti che contengono Omega 3?
Come accennato in precedenza, si tratta di pesce, in particolare quello azzurro e di alimenti vegetali. Vediamoli in particolare:

  • salmone
  • pesce spada
  • tonno
  • sgombri
  • sardine
  • aringhe
  • noci
  • mandorle
  • spinaci
  • biete
  • verze
  • lattuga
  • porri
  • radicchio
  • crescione
  • invidia… e tutte le altre verdure a foglia larga!

Sia nel consumo di pesce che in quello di verdure, bisogna fare attenzione all’origine degli alimenti. Non serve a molto mangiare delle “cotolette di pesce” se provengono da un allevamento industriale dove l’azienda, se per garantirne la crescina, avrà somministrato ai pesci dosi massicce di antibiotici. Così come non è conveniente ingerire verdure ricche di pesticidi. Informarsi sulla provenienza degli alimenti è il primo passo per uno stile di vita salubre.

Fonte | Manuale di Nutrizione Applicata, Sorbona

Pubblicato da Anna De Simone il 17 novembre 2012