Prato a rotoli: vantaggi e prezzi

Prato a rotoli

Chi l’avrebbe mai detto che saremmo finiti perfino ad inventarci e a desiderare il prato a rotoli. Eppure i tempi stretti, gli spazi stretti, il pollice verde non sempre verso l’alto e ogni possibile ragione o scusa, ci ha spinto a creare il prato a rotoli. Esso ci permette di ottenere un manto erboso senza necessità di seminarlo. Ce ne sono di vario tipo, prima di acquistarlo, quindi, è bene chiarirsi le idee e, se desideriamo un giardino particolarmente ordinato e bello, meglio un prato a rotoli all’inglese. 



Prato a rotoli: preparazione terreno

Certo creare un prato da zero richiede una bella abilità, oltre che tanta pazienza e una buona conoscenza delle pratiche agrarie, ma anche posare le zolle non è banale. E’ necessario iniziare ben prima con la lavorazione del terreno, con la vangatura e la concimazione di fondo con stallatico maturo. Non illudiamoci, quindi, che sia come appoggiare a terra un tappeto appena comprato all’IKEA: la preparazione è piuttosto difficoltosa, molto più che la messa in opera.

Prato a rotoli: come posare

Non è banale ma neanche troppo faticoso posare un prato a rotoli, soprattutto se abbiamo provveduto alla preparazione del terreno in modo corretto e con tutte le premure del caso. Spesso ad occuparsi della posa delle zolle è l’azienda fornitrice, tra l’altro. Una volta sistemato il prato a rotoli, possiamo lasciarlo attecchire e crescere fino a quando l’erba è alta circa dieci centimetri, a quel punto meglio tagliare.

Può capitare, nella posa, di notare che di zolla in zolla, di rotolo in rotolo, l’erba è di diversi tipi, nulla di grave, ma meglio controllare che ciò non sia a scapito del risultato estetico.

Prato a rotoli

Prato a rotoli: vantaggi

I vantaggi del prato a rotoli sono senza dubbio numerosi, prima di tutto ci sono quelli economici. Esso permette di risparmiare sulla semina! E anche sui tempi di attesa per chi smania per avere un manto erboso verdeggiante e da calpestare.

La preparazione del terreno e la manutenzione, non sono molto diverse da quelle richieste da un normale prato seminato perché quello a rotoli è un prato naturale a tutti gli effetti.

Prato a rotoli: manutenzione

Il livello di manutenzione richiesto da un prato a rotoli dipende molto dalla tipologia di erba da cui è composto. C’è quella da prato inglese che è estremamente delicata e da tenere alla perfezione, ma ci sono molti altri tipi di rotoli che danno soddisfazione e che risultano più rustici.

Dipende da che tipo di prato desideriamo, da cosa dobbiamo farci sopra e da quanto siamo disposti a curarlo o a pagare perché sia curato da un addetto giardiniere. Se, però, lo abbandoniamo, c’è il rischio che diventi secco o ingiallisca. Dopo tutta la fatica di preparare il terreno, sarebbe un peccato!

Prato a rotoli

Prato a rotoli prezzi

Il prezzo del prato a rotoli decresce all’aumentare della superficie che desideriamo rivestire. In generale, con variazioni a seconda della tipologia, può costare circa 15 euro al mq per superfici fino a 50 mq, 12 euro per superfici comprese tra 100 e 200 mq e per superfici ancora più grandi, anche 11 o 10 euro a mq.

Per paragonare i prezzi, verifichiamo se la posa in opera sia compresa oppure no. Anche su Amazon troviamo delle offerte di prato a rotoli, come quella di 10 metri di rotolo per bordi di aiuole, alto 15 cm, a 38,28 euro.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 10 maggio 2017