Posa del prato sintetico sul terrazzo

Posa prato sintetico su terrazzo

Posa prato sintetico su terrazzo: consigli per installare dell’erba sintetica sul terrazzo di casa. Valutiamo insieme alcune questioni come lo scolo dell’acqua, il fissaggio e l’eventuale uso di un collante.

La posa del prato sintetico sul terrazzo è un’operazione alla portata di tutti, non è necessario rivolgersi a personale esperto o qualificato.

Premessa: la posa del prato sintetico in terrazza si esegue in modo del tutto differente da come fareste in giardino! Attenzione a non seguire la guida sbagliata! Nel web tendono a generalizzare ma si tratta di due procedure differenti. La posa del prato sintetico in un giardino richiede un gran numero di premure che sul terrazzo non occorrono: sul terrazzo di casa vi è già uno strato impermeabilizzante, già dovrebbero esserci delle grondaie per la gestione delle acque piovane… inoltre la superficie di un terrazzo dovrebbe essere gestita in modo più delicato: niente picchetti di fissaggio, una scelta più accurata dei collanti…. Ecco tutte le informazioni su come posare il prato sintetico sul terrazzo.

La superficie del tuo terrazzo è perfettamente piana?

Quasi tutti i modelli di erba sintetica presenti sul mercato, dispongono di un fondo in lattice in grado di adattarsi a qualunque tipo di superficie. Se il tuo terrazzo ha una superficie piana ben livellata, riuscirai a ottenere un risultato migliore, tuttavia, con un po’ di pazienza, potrai avere buoni risultati anche su fondi non perfettamente omogenei.

Per tranquillizzarti ti racconto la mia esperienza: ho eseguito la posa del prato sintetico sul mio terrazzo dove il vecchio pavimento era dato da uno strato impermeabilizzante di materiale bituminoso malmesso, cioè che presentava delle nette irregolarità. Il risultato è stato ottimo nonostante non abbia utilizzato sabbia o ghiaia, come consigliato dal negozio in cui stavo per acquistare il manto erboso sintetico. Dopo che fate un giro in tutti i negozi, salvatevi le specifiche del prato che vi interessa (spessore e misure) e date un’occhiata anche ai prezzi proposti dalla rete dove la concorrenza è molto elevata.

Link utili per farsi un’idea sui prezzi:Prato sintetico su Amazon

Come gestisci l’acqua piovana?

Al momento della posa, avevo diversi dubbi circa la gestione dell’acqua piovana: se il tuo terrazzo presenza una discreta pendenza con il classico canale di scolo puoi andare tranquillo!

Il fondo dei prati sintetici presenta degli appositi fori che consentono all’acqua piovana di defluire seguendo il solito percorso (pendenza) verso il canale di scolo principale. Se il terrazzo presenta problemi di ristagni (la superficie è talmente irregolare da generare la formazione di pozzanghere), allora ti toccherà creare un sottile strato di ghiaia fine sotto il tappeto erboso. In caso contrario, per gestire l’acqua piovana non dovrai fare nulla perché avverrà esattamente come prima dell’installazione del prato sintetico.

Come fissare il prato sintetico al pavimento? E’ necessario usare una colla?

I professionisti del fai da te consigliano un collante compatibile con il fondo (collanti a base di silicone, colle colle poliuretaniche…), niente di più sbagliato! Se mai dovessero esserci dei problemi di infiltrazione in casa (cosa che non ti auguro), la tua priorità sarà quella di accedere facilmente al tetto… le colle permanenti ti costringeranno a rompere lo strato di impermeabilizzante per la rimozione del prato… un grosso problema! Se proprio vuoi usare una colla puoi impiegare quelle semi-permanenti o removibili altrimenti, a parer mio, sul terrazzo di casa l’uso dei collanti è del tutto sconveniente.

Ti basterà eseguire un fissaggio stabile inserendo dei pesi. Se non vi è un muro perimetrale (come nel mio caso) ma il tuo terrazzo ha una ringhiera aperta, dovrai proteggere il prato sintetico dal vento. Per evitare che il vento vada a sollevare il prato sintetico, in corrispondenza con le parti fragili (giunzioni o lungo il perimetro della ringhiera), potrai fissare il prato sintetico sfruttando un nastro biadesivo ad alta tenuta. Ricordati di pulire accuratamente la superficie di posa altrimenti il nastro adesivo non sarà efficace.

Se risiedi in una zona poco ventosa o disponi di un muro perimetrale (e non di ringhiera aperta), puoi usare dei semplici pesi: dei vasi con fiore o dei sacchi di sabbia

Taglio e giunzioni

Se sei fortunato, il tuo terrazzo avrà una forma perfettamente squadrata, sarà un rettangolo o un quadrato… Purtroppo nella realtà dei fatti non è mai così: i terrazzi presentano un perimetro con rientranze e sporgente e poi c’è il cassone delle scale ce va arginato e, come nel mio caso, la pedana per il gazebo che richiede tagli ad hoc. La fase più difficile della posa di un prato sintetico risiede nel taglio. Assicurati di comprare forbici ad alta efficienza che non tendono a sfibrare la base che unisce il fondo di lattice all’erba sintetica soprastante. Prendi bene le misure e non fare tagli azzardati.

Se ti è piaciuto questo articolo puoi seguirmi su Twitter, aggiungermi su Facebook, tra le cerchie di G+ o vedere i miei scatti su Instagram, le vie dei social sono infinite! :)

Ti potrebbe interessare anche

Prato a rotoli: vantaggi

Pubblicato da Anna De Simone il 12 giugno 2016