Trifoglio nano: caratteristiche e prezzo

Trifoglio nano

Trifoglio nano, al posto del prato classico, comodo perché non richiede esagerate opere di manutenzione e sopporta pazientemente che molte persone lo calpestino. Il trifoglio nano è una soluzione per chi vuole un prato in giardino che possa essere vissuto e che in inverno non scompaia lasciando una sensazione di desolazione. Anche la dichondra ha simili proprietà e vantaggi ma non è esattamente la stessa cosa. Il trifoglio nano arriva anche a 10 cm di altezza, si compone in fitte zolle di foglie compatte e in primavera è particolarmente fitto e verdeggiante.



Trifoglio nano calpestabile

Uno dei vantaggi più evidenti e più immediati del trifoglio nano consiste nel fatto che lo si può calpestare senza temere che scompaia o si riduca ad un sottile strato di foglioline schiacciate e a brandelli. La manutenzione di questo prato alternativo è semplice e poco impegnativa: niente sfalci frequenti ma solo uno ogni tanto per rendere lo strato di erba più uniforme visto che ci possono essere dei diversi cultivar che crescono a ritmi sfalsati.

Questo vantaggio lo ha anche la dichondra e chi ha il giardino e non un giardiniere che se ne occupa, sa bene cosa significhi in termini di risparmio di tempo e di energie.

Trifoglio nano caratteristiche

Il trifoglio nano è molto simile alla Dichondra, sia esteticamente, per i più profani, sia come tipologia di pianta erbacea. Produce delle foglie, a gruppi ma fitte, tanto da creare un effetto piuttosto uniforme, uno strato che può misurare anche 12 cm in altezza. Appartiene alla famiglia delle leguminose, è una Fabacea, una delle sue caratteristiche più note e preziose è quella di avere radici ricche di batteri azoto-fissatori.

Questi organismi permettono, come il loro nome suggerisce, di fissare l’azoto nel terreno, in tal modo la qualità del terreno migliora notevolmente e beneficio di tutte le piante che il nostro giardino potrà ospitare.

Trifoglio nano

Trifoglio nano semina

Non è affatto una impresa reperire dei semi di trifoglio nano, li si trova tranquillamente in molti garden center, nei centri per il giardinaggio, nei vivai, oppure anche on line. Su Amazon, ad esempio. A 15,50 euro è possibile acquistare 1 Kg di semi per prati ornamentali a bassa manutenzione, il mese migliore per la semina è aprile, ad ogni primavera questa leguminosa produrrà anche dei fiori che renderanno ancora più soffice il nostro manto erboso.

Trifoglio nano coltivazione

Non si tratta di coltivare, in verità, ma di seminare, attendere e poi badare alla minima manutenzione se si parla di prato con trifoglio nano. Si trova meglio in zone dove non batte troppo il sole mentre per quanto riguarda il terreno, non ci sono particolari limitazioni, anzi. Basta che sia asciutto e che noi non esageriamo con le annaffiature.

Trifoglio nano

Trifoglio nano in inverno

Una differenza che ci potrebbe far preferire il trifoglio nano dalla dichondra è il comportamento di questi prati alternativi durante l’inverno. Infatti la dichondra ama molto di più del trifoglio i luoghi soleggiati quindi in inverno o in aree e stagioni in cui il cielo è nuvoloso, non gode di ottima salute. Al contrario il trifoglio se la cava bene e non smette di vegetare a meno di temperature estremamente basse.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Articoli correlati che possono interessarvi:

Pubblicato da Marta Abbà il 19 aprile 2017