Posa delle piastrelle per pavimento

Posa delle piastrelle per pavimento

Posa delle piastrelle per pavimento: dalla preparazione del piano alle indicazioni per incollare le nuove piastrelle. Posa fai da te delle mattonelle per pavimento esterno o interno.


La posa delle piastrelle richiede molta precisione ma, con la giusta esperienza e tanta pazienza, può essere eseguita in piena autonomia risparmiando il costo della manodopera operaia.

In commercio si trovano mattonelle di ogni forma e misura. Dai classici quadrati e rettangoli fino a trovare le piastrelle esagonali. Con le diverse forme è possibile disegnare delle linee sul pavimento sfruttando una sequenza predefinita.

Prima di iniziare la posa, vi consigliamo di elaborare un progetto: armatevi di carta millimetrata e tracciate un disegno su scala che riporta le dimensioni del pavimento da piastrellare. Potete usare anche un foglio a quadretti dove ogni quadrato rappresenta un segmento del pavimento da piastrellare. Ogni piastrella può coprire un segmento: in questo modo potete realizzare anche un motivo geometrico utilizzando elementi complementari ma diversi.

Nella pianta che traccerete su foglio non riuscirete a tenere conto dello spessore richiesto dalle fughe, tuttavia sarà molto utile per iniziare la vostra opera.

Messa in posa delle piastrelle: preparazione del pavimento

  • Piastrellare un piano irregolare (giardino, pavimentazioni esterne pre-esistenti…)

Se il piano è irregolare, dovete spianarlo accuratamente: potete usare un prodotto autolivellante che va applicato semiliquido. Per tutte le informazioni vi rimandiamo all’articolo intitolato pavimento autolivellante fai da te.

  • Piastrellare su calcestruzzo

Se il pavimento da piastrellare è in calcestruzzo fresco, sarà necessario aspettare una trentina di giorni per lasciar asciugare completamente l’umidità contenuta nel calcestruzzo. In questo contesto, la fretta potrebbe causare problemi futuri!

  • Piastrellare su piastrelle

Se dovete piastrellare un piano già pavimentato, tenete presente che le porte d’ingresso così come i battiscopa, dovranno essere modificate. Applicando un nuovo strato di piastrelle su quello vecchio, il livello del pavimento si eleverà di qualche centimetro.

Per la posa di piastrelle per giardino, per la pavimentazione esterna, vi invitiamo a leggere il nostro articolo: Posa pavimento esterno.

Come mettere le piastrelle, consigli preliminari

Un trucchetto per essere più precisi consiste nell’impiego di un paio di regoli misurapiastrelle. Parliamo di due listelli di legno dritti, sui quali andrete a segnare (con precisione) lo spazio occupato da una fila di piastrelle con relative fughe. Lo spessore delle fughe sarà preso con appositi spaziatori.

Nella posa delle piastrelle l’unica variabile è lo spessore occupato dalle fughe perché, a mano, non sarà mai possibile ottenere lo stesso risultato.

Per questo motivo è consigliato l’impiego degli spaziatori e di due listelli da poggiare e fissare, ad angolo retto, in prossimità dell’angolo da cui inizierete a lavorare, in questo modo andrete a tracciare una piccola area di lavoro ben precisa.

Nell’angolo formato dai due regoli, aggiungete un po’ di adesivo e spalmate con una spatola dentata che limiterà la formazione di bolle d’aria.

Posa delle piastrelle a pavimento

La posa inizia dagli angoli: la prima piastrella va posata nell’angolo dei regoli, passate prima l’adesivo così come visto in precedenza.

Prendete la piastrella e posatela nell’angolo, esercitate una leggera pressione con la mano che servirà a distribuire e far aderire l’adesivo.

Fissate poi la seconda piastrella accanto alla prima e aiutatevi con degli spaziatori a crocetta che regolarizzano con precisione lo spessore preso dalle fughe tra le piastrelle.

Continuate a posare le piastrelle finché non avrete coperto l’intero riquadro realizzato con i listelli.

Con una livella a bolla, controllate che il pavimento sia ben in piano. Se una mattonella dovesse risultare ribassata, sollevatela con una stecca e applicate ulteriore adesivo.

Al contrario, se una piastrella è troppo elevata, bisognerà sollevarla e asportare parte dell’adesivo.

Con i listelli, preparate un secondo riquadro e andate avanti fino a coprire l’intera superficie.

Come tagliare le piastrelle

Tagliare le piastrelle sarà indispensabile per poter eseguire la posa. Un modo economico e semplice per farlo prevede l’impiego di tagliapiastrelle manuali.

Su Amazon si trovano tagliapiastrelle manuali molto economici, che si comprano con 20 – 30 euro, il nostro consigli è di evitare prodotti del genere perché per quanto possano funzionare, rischierebbero di farvi scheggiare un buon numero di piastrelle. Paradossalmente, l’acquisto dei tagliapiastrelle più economici è consigliato solo ai più esperti. Chi non ha mai tagliato piastrelle meglio se si arma di un buon attrezzo. Tra i migliori presenti sul mercato vi segnaliamo il Tagliapiastrelle manuale di Bosch, il modello PTC 470 che si compra con 138,89 euro e spese di spedizione gratuite. Questo tagliapiastrelle riesce a tagliare mattonelle fino a uno spessore di 12 mm.

Link utili:

Entrambi gli attrezzi presentano una rotella di taglio da 20 mm in carburo di tungsteno con copertura in titanio.

Posa delle piastrelle a parete

Le piastrelle per pareti sono, generalmente, più sottili di quelle impiegate per la posa su pavimento. La procedura per posare le piastrelle sul muro di casa non è molto diversa da quella appena descritta. Per le informazioni specifiche per posare le mattonelle sulle pareti, vi invitiamo a leggere la guida dedicata Posa delle piastrelle a parete.

Pubblicato da Anna De Simone il 25 settembre 2016