Pavimento esterno, posa fai da te

pavimento esterno posa fai da te

Pavimento esterno, ecco l’occorrente per eseguire la posa fai da te della pavimentazione esterna. Come proseguire in piena sicurezza e senza imprevisti.

In questa pagina vedremo come pavimentare un ambiente esterno utilizzando la giusta attrezzatura. I pavimenti per esterni disponibili sul mercato sono moltissima ma per la posa va impiegata (a grandi linee) quasi sempre la stessa attrezzature. Un’altra utile guida che può fare al caso vostro la trovate alla pagina intitolata “Come pavimentare il giardino.

Le operazione da eseguire per la posa di un pavimento esterno sono le stesse:

  • livellamento del piano
  • sagomatura degli elementi di copertura
  • preparazione di eventuali leganti (in caso di posa a secco non occorrono)
  • controllo della spianatura

Gli attrezzi che vi serviranno per la posa fai da te di un pavimento esterno sono gli stessi impiegati dal muratore, fatta eccezione per il vibratore di assestamento necessario solo per le pavimentazioni posate su sabbia.

Pavimento esterno, posa fai da te; l’occorrente:

Lenza, picchetti, livella a bolla e staggia

Porre una lenza tesa tra due picchetti posti al confine del futuro pavimento, vi aiuterà a definire i tratti dello scavo.

La prima cosa da fare quando intendete posare un pavimento esterno è definire i confini ed eseguire uno scavo.

In base all’ampiezza della superficie avrete bisogno di una staggia di alluminio o di legno più o meno lunga, così da spianare la sabbia su cui si andrà a poggiare la livella a bolla per eseguire i controlli.

Come iniziare i lavori di posa del pavimento esterno?

#1 . Per prima cosa da fare: dovete ripulire la porzione di terreno da pavimentare. Eliminate erbacce e radici. Lavorate fino a ottenere una superficie a livello e realizzate uno scavo asportando circa 10 – 15 cm di terreno in base allo spessore del rivestimento che avete scelto e al letto di sabbia.

#2. Il secondo passo consiste nel depositare lo strato di sabbia che deve essere più o meno livellato in base alla pavimentazione scelta.

posa pavimento esterno

#3 In caso di posa di pavimenti esterni in blocchi irregolari

Se avete scelto elementi irregolari e che vanno distanziati, non occorre livellare ma vi basterà battere lo strato superficiale con la pala e disporvi sopra i blocchi di pavimento scelto. Al termine dovete riempire le fughe con un terriccio mescolato a semi di erba. L’effetto ottenuto è paragonabile a quello mostrato nella foto in alto ma varia in base ai blocchi che avete scelto.

#3 In caso di posa di autobloccanti di forma regolare

In queste circostanze il lavoro è più difficile perché dovete livellare a pennello la superficie. Delimitate lo spazio perimetrale con cordoli di cemento annegati in uno scavo apposito. Livellate la sabbia con una staggia e posate, a uno a uno, i mattoncini o gli altri elementi di forma regolare che avete scelto per pavimentare il giardino. Gli elementi scelti devono essere perfettamente accostati o incastrati l’uno all’altro. Per incastrare le pietre o gli altri elementi di un pavimento autobloccante potete aiutarvi con un mazzuolo, molto utile per realizzare piccole correzioni o per assestare gli elementi posati.

#3 In caso di posa di un pavimento esterno su un fondo in massetto

Se il pavimento è destinato al calpestio di soli pedoni, le soluzioni precedenti possono andare bene. Se devono circolarci autoveicoli, sarà necessario realizzare un massetto. Per realizzare una pavimentazione a piastrelle su un suolo in massetto vi servirà una manara dentata per livellare la malta adesiva in quantità costante. Passando la piastrella i vuoti realizzati con la manara dentata si uniformeranno e limiteranno il rischio di bolle d’aria. Le “fughe” si sigillano con una miscela di sabbia inzuppata con acqua e cemento, spargete questa miscela con una scopa e spiantate la superficie con l’apposita piastra vibrante.

Attenzione!!!
Quando eseguite lo scavo di 10 – 15 cm da colmare con la sabbia, ricordatevi di rispettare una minima pendenza (in assenza di tombini o altri sistemi di gestione) per la gestione dell’acqua piovana.

Se dovete pavimentare il perimetro della casa realizzando un marciapiedi in giardino, la pendenza deve puntare al lato opposto a quello del muro perimetrale della casa per evitare il fenomeno dell’umidità di risalita che andrebbe a danneggiare la muratura domestica. Prima di pavimentare il perimetro della casa, vi consigliamo di proteggere le vostre murature con un’apposita guaina.

Pavimento in legno da esterno

Se intendete pavimentare il giardino con un pavimento flottante o tegole di legno, vi invitiamo a leggere l’articolo costruire un pavimento in legno per il giardino.

Pubblicato da Anna De Simone il 24 agosto 2016