Passiflora Caerulea

passiflora caerulea

Passiflora Caerulea: semina, proprietà, caratteristiche della pianta e tutte le informazioni sui benefici della passiflora. Curiosità sul frutto commestibile e sul significato del fiore.

La Passiflora è una pianta erbacea con portamento rampicante. Si sviluppa rapidamente e può essere coltivata sia in vaso che in piena terra, affiancata a muri, ringhiere e cancellate esposte al sole.

Passiflora caerulea

Di passiflora ne esistono centinaia di specie e tutte popolari per la bellezza dei fiori o le proprietà benefiche. La Passiflora caerulea è quella che si fa più apprezzare come pianta ornamentale tanto da essere la più diffusa e coltivata. La Passiflora caerulea è caratterizzata da grossi fiori in grado di attirare l’attenzione di tutti, insetti impollinatori compresi.

Così come le altre piante del genere passiflora, anche la passiflora caerulea è una sempreverde con foglie lanceolate semplici o lobate di colore verde intenso.

I suoi rami si allungano e vanno a tappezzare muri, ringhiere, griglie, pergolati…. Riescono a ricoprire estese aree fino a raggiungere un’altezza superiore ai sei metri.

La nota di merito della passiflora caerulea sono i suoi fiori, molto particolari: la corona è larga 8-10 cm, sovrastata dalla corolla di petali. I fiori restano vivi per tutta l’estate. Dai fiori maturano, in modo scalare, dei frutti. I frutti della passiflora caerulea sono bacche ovali di colore arancione che contengono numerosi semini coriacei avvolti da una polpa gelatinosa.

Passiflora, frutti commestibili: maracuja

Chi punta ai frutti commestibili della passiflora non dovrebbe coltivare la specie passiflora caerulea che li produce ma vi sono specie che offrono frutti dalle dimensioni e dalle proprietà organolettiche più apprezzabili.

Le specie apprezzate per il frutto commestibile sono la Passiflora edulis, in particolare la varietà flavicarpaoppure la Passiflora quadrangularis.

Il frutto commestibile della passiflora è detto “frutto della passione”, noto nel mondo come Passion fruit anche se il suo nome corretto è maracuja.

Passiflora, proprietà e benefici
Per scoprire tutte le proprietà e i benefici di questa pianta vi rimandiamo alla pagina: Passiflora, proprietà.

Passiflora, significato dei fiori

fiori della passiflora hanno una forma che richiama quella della corona di spine posta sul capo di Cristo e per questo il suo significato è legato alla Passione. La passiflora è soprannominata il Fiore della passione proprio per la sua raggiera regolare di filamenti che sono colorati di viola, blu e bianco.

Passiflora ornamentale

La passiflora caerulea non è l’unica passiflora ornamentale da poter accogliere nel proprio giardino. Molto belle e dall’elevato impatto estetico sono la Passiflora umbellicata e la Passiflora racemosa. Si tratta di due specie poco diffuse eppure danno vita a fiori altrettanto magnifici. La prima, la P. umbellicata, è caratterizzata da fiori color porpora-bruno, dalle stesse dimensioni della passiflora caerulea; la seconda, la passiflora racemosa, ha fiori color rosso porpora o bianchi, riuniti in infiorescenza a racemo pendule.

Altrettanto belle sono la passiflora ornamentale quadrangularis (con fiori molto grandi, dal colore bianco – rosato) e la passiflora ornamentale coccinea, con i suoi caratteristici fiori rossi.

Passiflora, coltivazione e cure

I consigli sulla coltivazione della passiflora valgono tanto per la specie caerulea, quanto per tutte le altre specie del genere passiflora, compre quelle dai frutti commestibili.

La passiflora è una pianta rustica e molto resistente, non necessita di molte cure e la sua coltivazione e alla portata di tutti. Come coltivare la passiflora

  • Scegliete una posizione soleggiata, anche solo parzialmente.
  • Mettete a dimora la passiflora in una zona riparata dal vento e dal freddo invernale.
  • Va irrigata frequentemente nel periodo estivo, senza esagerare con l’acqua (la passiflora è sensibile ai ristagni idrici)
  • Per la coltivazione in vaso, scegliete un terreno a medio impasto, non troppo compatto.
  • Somministrate un concime per piante fiorite, meglio se in formato liquido. Aggiungete il concime all’acqua d’irrigazione e somministrate ogni 15 – 20 giorni per tutta la stagione vegetativa, cioè dalla primavera inoltrata fino al termine dell’estate.
  • Sono necessarie delle leggere potature per mantenere un aspetto ordinato della pianta. Accorciate i rami troppo lunghi e recidete i rami deboli o rovinati.

Per maggiori informazioni: passiflora, coltivazione e cure

Ti potrebbe interessare anche Maracuja: frutto e sue proprietà 

Pubblicato da Anna De Simone il 5 settembre 2016