Pappagalli inseparabili

Pappagalli inseparabili

Detti pappagalli inseparabili, gli Agapornis sono la dimostrazione che esiste davvero un amore che vale per sempre. Magari non tra esseri umani, ma tra esseri viventi sì. Questi pappagalli effettivamente fanno coppia fissa e anche il loro nome originale Agapornis, dal greco, significa uccelli che si amano.



Pappagalli inseparabili Agaparnis

Esistono varie specie di pappagalli inseparabili, nella maggior parte dei casi dipende molto dalla area di provenienza che è poi il motivo della loro diversità. Ci sono quelli che arrivano dal Madagascar (Agapornis canus) o dall’Abissinia (Agapornis taranta) ad esempio. Anche alcune caratteristiche fisiche che li rendono particolari, sono degne di essere citate.

Esistono infatti anche gli inseparabili a faccia nera (Agapornis nigrigenis), quelli mascherati (Agapornis personata), quelli a faccia rossa (Agapornis pullarius), oppure dal collo rosa (Agapornis roseicollis) e infine dal collare nero (Agapornis swindernianus). Nome proprio di persona, per i pappagalli inseparabili di Fischer (Agapornis fischeri) e per quelli di di Shelley o del Nyassa (Agapornis lilianae).

Pappagalli inseparabili: caratteristiche

Fanno parte della famiglia degli Psittaciformes e sono pappagallini molto piccoli, misurano massimo 16 cm in lunghezza e pesano circa 50 grammi o poco più. Hanno un piumaggio dai colori molto vari, le zampe sono sempre piccole e a quattro dita, molto utili per aggrapparsi ai rami e restare anche a testa in giù.

I pappagalli inseparabili hanno la testa sproporzionata rispetto al corpo, e gli occhi sono molto laterali, fanno un po’ impressione ma servono per avere una migliore visione periferica. Grande e robusto, il becco funziona bene quando si tratta di spaccare i gusci dei semi.

Dal punto di vista caratteriale, i pappagalli inseparabili si mostrano molto socievoli, vivono grandi famiglie anche di 20 esemplari. Campano una decina di anni, in media, e si tengono bene, attenti all’igiene sia delle piume sia del becco.

Pappagalli inseparabili

Pappagalli inseparabili: parlano?

Non parlano, i pappagalli inseparabili, sono socievoli ma tra loro, non con gli esseri umani. Non sono volatili che attaccano bottone, questo non significa che non abbiano voglia di interagire, ma non dobbiamo immaginare di poter fare lunghi discorsi con loro pretendendo delle risposte verbali.

Quello su cui si focalizzano è il legame di coppia: scelta la partner, i maschi non la lasciano mai più e la coccolano molto, le femmine gradiscono questo amore così evidente e le coppie durano per tutta la vita. Nel vero senso della parola, perché quasi sempre quando uno dei due pappagalli inseparabili muore, anche il compagno o la compagna, poco sopravvivono.

Gabbie per pappagalli inseparabili

Non essendo enormi, i pappagalli inseparabili non necessitano di spazi particolarmente enormi ma non vuol dire che possiamo costringerli in gabbie minuscole. Per farci una idea, le gabbie standard sono 90 cm di lunghezza, 50 di altezza e 40 di profondità. In natura vivono in Africa, nelle zone centro-meridionali, nelle steppe e nelle savane, nei pressi di pozze d’acqua e boschi d’acacie, preparandosi nidi fatti di paglia e foglie.

Non potendo offrire loro un paesaggio africano, prendiamo una gabbia che sia confortevole. Su Amazon se ne trovano di molti modelli, quello che consiglio ha anche un comodo supporto e costa 58 euro.

Pappagalli inseparabili

Pappagalli inseparabili: alimentazione

Il menù dei pappagalli inseparabili è spesso a base di semi, frutta e verdura fresca. Non esageriamo con i semi di girasole perché molto grassi. Nel periodo della cova, la femmina è bene che possa mangiare un buon pastoncino da allevamento in modo che resti in forma, per il becco invece, tutti gli esemplari devono avere a portata di mano un osso di seppia.

Pappagalli inseparabili: riproduzione

Attorno ai sei mesi di età i pappagalli inseparabili raggiungono l’età per la riproduzione. Le femmine iniziano a preparare il nido che custodirà le uova, quando poi avviene l’accoppiamento, deporrà 4 o 5 uova covandole circa tre settimane. Quando sono nati i piccoli pappagalli inseparabili il maschio si occupa di nutrirli fino allo svezzamento, a sei sette settimane dalla nascita.

I pulcini sono ciechi, privi di pelo e solo dopo un mese e mezzo possono volare da soli. Possiamo assistere anche a 4 covate all’anno se la coppia di inseparabili è particolarmente inseparabile.

Pappagalli inseparabili: prezzo

Dalle 10 alle 20 euro a singolo esemplare, quindi dalle 20 euro in su possono costare i pappagalli inseparabili in coppia. Dipende dall’età e anche dalle sottospecie a cui abbiamo accennato. Va da sé che le più rare, o le più delicate, costano di più. Possiamo anche trovarci davanti a prezzi maggiori dei 100 euro. Nel costo totale, però, va considerato anche il prezzo della gabbia e quello del mangime.

Se vi è piaciuto questo articolo continuate a seguirmi anche su TwitterFacebookGoogle+, Instagram

Ti potrebbero interessare anche

Pubblicato da Marta Abbà il 22 giugno 2017