Olio di semi di lino, usi cosmetici e alimentari

Olio di semi di lino

Proprietà e benefici dell’olio di semi di lino per uso cosmetico e alimentare. Dove trovarlo, come usarlo e consigli sull’assunzione dell’olio di lino come integratore.

I semi di lino sono una fonte ricchissima di acidi grassi essenziali, mucillagini, proteine, minerali, vitamine B1, B2, E e soprattutto F. Dai semi di lino si può ricavare l’omonimo olio, caratterizzato in prevalenza da trigliceridi di acidi grassi polinsaturi essenziali (ω3 e ω6).

Olio e pianta di lino

L’olio di lino olio di semi di lino è estratto dalla pianta Linum usitatissimum o lino comune, la stessa pianta impiegata per la produzione della fibra tessile. Di questa pianta si usano le fibre vegetali per la produzione del tessuto lino e i semi. I semi oleosi si usano per produrre l’olio di lino, la farina di lino. I semi di lino si possono usare in cucina per arricchire insalate, minestre, impasti per pizze così come visto nell’articolo dedicato alle sue proprietà nutrizionali: semi di lino.

Olio di lino, proprietà

L’olio di semi di lino è un olio altamente benefico dalle tantissime virtù terapeutiche. La maggior parte delle persone segue diete alimentari con un livello eccessivo di acidi grassi Omega-6 e una quantità minore di acidi grassi Omega-3.

L’olio di semi di lino è un integratore nutrizionale estremamente equilibrato dato che una fonte naturale di acidi grassi Omega-3.

L’attività antiossidante è legata anche all’ottimo contenuto in vitamina E (17,5 mg per 100 g). Buono il contenuto di lecitina, un gruppo di fosfolipidi utili per garantire il buon funzionamento del sistema nervoso centrale e periferico. Nell’olio di semi di lino non mancano le proprietà antiemorroidali, anticolitiche e regolatrici sulla funzione intestinale.

Come assumere l’olio di lino, dosi e consigli

Sono sufficienti due cucchiaini di olio di semi di lino per sopperire al fabbisogno giornaliero di Omega-3 ma per assimilarli nel modo migliore meglio non usare l’olio di lino come integratore. E’ infatti preferibile assumerlo durante i pasti, aggiunto ad altre pietanze anche a base di grassi animali (formaggi, carni…).

Il suo migliore impiego, quello più leggero, è riscontrabile in un pasto a base di verdure e carne bianca facendo sempre attenzione a non superare le dosi di assunzione consigliate. Va assolutamente impiegato a crudo e mai per fritture o soffritti.

Olio di lino, valori nutrizionali

Parliamo di proprietà nutrizionali. L’olio di semi di lino ha un contenuto di calorie più elevato: un cucchiaio da 15 ml di olio di lino apporta:

  • 126 kcal,
  • 8 g di acidi grassi omega-3
  • 2 g di acidi grassi omega-6
  • 3 g di acidi grassi Omega-9

Olio di semi di lino alimentare, dove comprarlo

Dove comprare l’olio di lino? Nelle erboristerie più fornite o su Amazon, dove si trovano diverse proposte a prezzi molto competitivi. Per tutte le informazioni su prezzi, vi consiglio di visitare questa pagina Amazon“.

Olio di semi di lino, come conservarlo

L’olio di semi di lino è venduto in erboristeria in piccole bottiglie di vetro scuro (250 o 500 ml). Non può essere conservato a lungo anzi va assolutamente consumato entro un mese dall’apertura. Evitate di tenerlo esposto a fonti di luce e calore e conservatelo in luogo fresco. All’apertura è preferibile conservarlo in frigo assicurandosi che il tappo sia ben chiuso.

Indicazioni utili: assicurarsi che sia conservato in Ambienti controllati termicamente e non caldi così da rallentare i processi di irrancidimento provocati dal calore. Al momento dell’impiego, tappare subito la bottiglia così da limintare i processi di ossidazione e irrancidimento legati alla presenza di ossigeno.

Olio di lino in perle, compresse o capsule

In vendita esistono anche capsule di olio di lino ma hanno una quantità modesta di acidi grassi essenziali: per sopperire, è sufficiente consumare diverse capsule al giorno per arrivare all’equivalente di almeno 3 grammi/die di olio di lino.

Olio di lino, proprietà cosmetiche per pelle e capelli

L’acido linoleico di cui questo olio è ricchissimo, è popolare per le sue spiccate proprietà elasticizzanti utili per il benessere della pelle. L’elevata quantità di antiossidanti e di sostanze bioattive, rendono l’olio di lino adatto a uso topico, in particolare: dona morbidezza a pelle e capelli ed è utile per una buona idratazione.

olio di lino

Grazie a queste caratteristiche, l’olio di lino può essere usato come rimedio cosmetico per i capelli sfibrati e per la pelle secca.

Si può usare come struccante (puro o emulsionato in acqua), come rimedio per prevenire le smagliature della gravidanza o legate a una dieta dimagrante e come prodotto anti-età per il viso, soprattutto se combinato all’olio essenziale di carota.

In inverno, è utile per prevenire la comparsa di pelle screpolata e secca.

Olio di lino per capelli

L’olio di lino è utile per realizzare un impacco ristrutturante atto a migliorare la salute dei capelli sfibrati e a riequilibrare il sebo del cuoio capelluto (per questo è usato per combattere la forfora).  Dopo l’impacco sarà necessario risciacquare i capelli con uno shampoo neutro.

Si può usare anche su capelli asciutti e puliti, come emolliente, per ottenere un effetto anti-crespo, togliere volume ai capelli gonfi e per sostituire la lacca.

Dove comprare l’olio di lino per usi cosmetici?

In erboristeria o sfruttando la compravendita online. Vi consigliamo solo di scegliere flaconi dal formato ridotto proprio perché l’olio di lino puro tende a ossidarsi e assumere un cattivo odore. Per questo motivo, l’olio di lino che trovate al supermercato non è mai puro ma sempre arricchito con altre sostanze chimiche che fungono da conservanti e/o stabilizzanti.

Dove trovare olio di lino puro? Nelle erboristerie più fornite o sfruttando la compravendita online. In particolare, a questa pagina Amazon” potete trovare un flacone da 100 ml di olio di lino puro proposto al prezzo di 5,99 euro e spese di spedizione gratuite.

Il flacone è in plastica scura e il contenuto è di buona qualità. Cercate di conservarlo in un luogo fresco. I formati più grandi (da 300 ml o da 500 ml) di certo vi faranno risparmiare soldini ma acquistateli solo in estate (magari lo usate come dopo doccia dopo la spiaggia) o quando siete sicuri di usare l’olio di lino quotidianamente e in modo intensivo.

Pubblicato da Anna De Simone il 18 dicembre 2017